Bonus cessata attività: 513€ al mese fino alla pensione

Il bonus cessata attività è valido anche per il 2020. Inizialmente è nato come manovra economica temporanea, ma poi è entrato tra gli incentivi stabili concessi dal governo italiano (dal 1° Gennaio 2019 con la Legge di Bilancio dello stesso anno).

Il bonus fa riferimento al D. Lgs. N. 207 del 28 Marzo 1996, ed è destinato a tutte le imprese e lavoratori autonomi appartenenti a specifici settori, che dichiarano la cessazione della propria attività prima di aver raggiunto i requisiti necessari per la pensione di vecchiaia.

Di seguito in cosa consiste il bonus, i requisiti necessari, e come accedervi.

Bonus cessata attività: in cosa consiste

Il bonus cessata attività è un indennizzo rivolto ai proprietari d’impresa che dichiarano fallimento prima di aver raggiunto l’età pensionabile. Questo bonus viene finanziato con l’aliquota del contributo aggiuntivo dello 0.09%, sempre nei limiti delle risorse dell’INPS e del fondo per la “Gestione dei contributi e delle prestazioni previdenziali degli esercenti attività commerciali”.

Questo significa che se siete in possesso di tutti i requisiti e avete quindi diritto al bonus cessata attività, quest’ultimo potrebbe non esservi riconosciuto a causa di un’eventuale mancanza di fondi da parte dell’INPS.

Quindi ci teniamo a precisare che l’erogazione dell’indennizzo, avverrà fino all’esaurimento dei fondi disponibili.

I requisiti necessari per accedere al credito

Possono richiedere ed ottenere il bonus cessata attività tutti gli imprenditori e lavoratori autonomi in possesso dei seguenti requisiti:

  • Essere iscritti alla Gestione speciale commercianti da almeno 5 anni;
  • Aver compiuto 62 anni d’età se uomini, mentre 57 anni se donne;
  • Cessazione della propria attività entro il 1° Gennaio 2020;
  • Cancellazione dell’attività dal registro della Camera di Commercio della propria zona di appartenenza a dal Repertorio Economico e Amministrativo (REA).

Avranno accesso al credito i titolari dei seguenti tipi di attività commerciali:

  • al minuto in sede fissa;
  • posta su aree pubbliche;
  • in forma itinerante;
  • per somministrazione di alimenti e bevande al pubblico.
  • Attività autonoma per agente o rappresentante di commercio.

Come presentare la domanda

Se avete tutti i requisiti e la vostra attività rientra nelle categorie citate, potete presentare la richiesta per il bonus cessata attività direttamente per via telematica. Vi basterà collegarvi al portale dell’INPS, accedere con le vostre credenziali ed entrare nell’apposita sezione. Dopodiché dovrete compilare il modulo online ed inviare la domanda.

La domanda verrà accettata in poco tempo, e il bonus verrà erogato già dal mese successivo alla data di presentazione della domanda. L’importo sarà pari a quello previsto dal trattamento pensionistico minimo, riguardo la Gestione speciale commercianti, ovvero 513,01€.

Il bonus verrà erogato mensilmente fino al compimento dell’età minima necessaria per la pensione di vecchiaia. L’indennizzo non verrà più erogato a partire dal mese successivo al compimento dell’età pensionabile.

Ricordiamo che chi ottiene il bonus cessata attività non potrà più riprendere l’attività lavorativa, né tantomeno iniziarne una nuova. Pena decadimento del bonus.

Invece nel caso in cui il percettore del bonus inizi una qualsiasi attività lavorativa, dovrà comunicarlo all’INPS entro 30 giorni dall’inizio dell’attività. L’ente previdenziale provvederà a bloccare l’erogazione del bonus a partire dal mese successivo alla comunicazione di inizio attività o rientro al lavoro.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About Vincenzo F

Grande appassionato di economia e finanza, mi piace scrivere su mercati, indici, azioni, investimenti e tutto ciò che riguarda questo settore. Studio costantemente l'andamento dei mercati, e sono sempre alla ricerca di rialzi e ribassi. Ho fatto in tempo a comprare un monolocale e un pc. Tutto il resto l'ho investito.

Leggi Anche

800 mila euro alle imprese, ecco come si raggiunge il valore nominale

Il decreto Rilancio Italia, annunciato ufficialmente in settimana dal premier Conte, ha incrementato di 1.500 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *