Meta: pubblicate nuove best practice per le landing page

Meta, meglio nota come Facebook, ha recentemente pubblicato una guida contenente le best practice da seguire quando si ha a che fare con le landing page.

La guida ci suggerisce una serie di accorgimenti da seguire per poter aumentare il tasso di conversione di una landing page. Analizziamo il suo contenuto!

Meta
Meta raggruppa Facebook, Messenger, Instagram, WhatsApp e Oculus.

Meta (Facebook) e le landing page

Utilizzare una landing page è tra le operazioni più comuni tra chi si occupa di digital marketing.

Una buona landing page può portare un utente a compiere l’azione che desideriamo nel giro di pochi minuti.

Proprio a causa di questa potenziale alta efficienza delle landing page, Facebook ha sempre avuto un controllo molto stretto sugli annunci che riconducevano ad una landing page.

Soprattutto in passato, infatti, accadeva che qualche malintenzionato pubblicizzasse landing page che, in realtà, mascheravano truffe a danni degli utenti del social network.

Per molto tempo, infatti, Facebook è stato solito bandire per i motivi più banali tutte le campagne Ads che riportavano ad una landing page.

Fortunatamente, Meta ora ha affinato i suoi strumenti di rilevazione delle campagne pubblicitarie truffaldine ed è diventata più permissiva sulle landing page.

Le landing page sono essenziali per chi vende prodotti e servizi online. Chi ha un e-commerce, ad esempio, tramite landing page può raccogliere contatti ai quali mostrare la propria merce.

Un buon utilizzo delle campagne Ads di Facebook e Instagram e delle landing page possono davvero condurre al successo un business!

Le best practice di meta per le landing page

Convincere gli utenti a fare clic su un annuncio che porta ad una landing page è una cosa, ma la vera sfida è convincerli a compiere l’azione intorno alla quale ruota la nostra landing page.

Il discorso, dunque, può essere ridotto al fatto di dover costruire la landing page in maniera tale che rispecchi le aspettative dell’utente che si ritroverà a visitarla dopo aver cliccato sul nostro annuncio.

L’ultima guida di Meta verte proprio intorno a questa cosa.

Il team di Meta che ha redatto la guida ha analizzato circa 500 esperienze di landing page reali per ottenere informazioni chiave su ciò che funziona, ciò che non funziona e ciò che rende le persone più inclini a continuare lungo il funnel che abbiamo costruito.

Landing page e pagine di destinazione

Nel report,  Meta chiama le landing page con il nome di “pagine di destinazione“.

Si tratta di una scelta abbastanza curiosa basata sulle ricerche effettuate da Meta. Secondo Meta, infatti, le “pagine di destinazione” possono appartenere a numerose tipologie di pagina web, mentre le landing page appartengono a uno specifico tipo di pagina web.

Quindi, dilemmi di classificazione delle pagine a parte, qualsiasi riferimento nella guida al termine “pagina di destinazione” significa “landing page” in un contesto più generale.

Contenuto della guida

La guida di 33 pagine include una serie di informazioni e consigli preziosi, inclusi possibili elementi critici e come risolverli.

Meta osserva che i tre elementi chiave che le pagine di destinazione devono fornire sono “Velocità“, “Risposte a domande comuni” e “Interfacce ottimizzate per dispositivi mobili“, con una serie di approfondimenti e suggerimenti su come curare questi aspetti.

Proseguendo, la guida esplora “le tre C” dell’efficacia di una landing page:



  • Content (contenuto)
  • Continuity (continuità)
  • CTA (call-to-action)

Ogni elemento nominato nella guida include un’analisi approfondita, insieme a esempi e note su come migliorare il tuo approccio per tenerlo in linea con le aspettative degli utenti.

C’è anche una pratica checklist alla fine della guida, che fornisce indicazioni su come migliorare ogni elemento delle tue landing page in linea con i risultati analizzati da Meta.

Si tratta di una panoramica davvero preziosa, con una serie di consigli e elementi importanti da tenere a mente.

Alcuni dei suggerimenti possono sembrare ovvi, ma altri potresti non averli presi in considerazione. Vale la pena dedicare del tempo a leggere i consigli della guida per assicurarti di massimizzare le opportunità di successo delle tue landing page.

E-Commerce Commando per aumentare le vendite del proprio e-commerce

Utilizzare una landing page per far crescere il proprio business, come avrai intuito, è una strategia più che valida.

Volendo semplificare, c’è chi usa le landing page per raccogliere contatti ai quali mostrare e vendere successivamente i propri prodotti e chi le utilizza per vendere direttamente qualcosa.

A prescindere da ciò, se hai un e-commerce, utilizzare bene delle landing page potrebbe fare la differenza tra successo e fallimento!

Il problema è che creare da solo una landing page e tutta la campagna pubblicitaria alle sue spalle non è per niente semplice.

Il suggerimento che possiamo darti, quindi, è quello di affidarti a degli esperti che facciano ciò per te e che non ti facciano sprecare il budget che hai intenzione di investire in pubblicità.

Per questo motivo, non possiamo non consigliarti di affidarti ad E-Commerce Commando, il fantastico servizio offerto da AdCrescendo.

E-commerce Commando
E-Commerce Commando permetterà al tuo e-commerce di raggiungere il successo.

Gli esperti di E-Commerce Commando si occuperanno della creazione o ristrutturazione del tuo e-commerce, della sua ottimizzazione SEO, della creazione delle grafiche, della sua promozione online e così via.

Tutti questi servizi saranno inclusi in un singolo pacchetto e permetteranno al tuo e-commerce di raggiungere il successo grazie alla guida del team di esperti di E-Commerce Commando.

In questo modo potrai concentrarti su altri aspetti della tua attività, ma ottenere comunque il massimo dal web.

Per richiedere maggiori informazioni, visita la pagina di E-Commerce Commando e compila il modulo in fondo ad essa oppure chiama il seguente numero di telefono (puoi anche cliccarci sopra per effettuare una chiamata rapida!):

contattaci
Puoi cliccare sul numero per effettuare rapidamente una chiamata al team di AdCrescendo.

La chiamata è completamente gratuita e non ti impegna ad acquistare alcun servizio!

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About Vincenzo Napolitano

Atletico, salutista, non procrastinatore, sensibile. Vincenzo Napolitano non è nulla di tutto ciò. Scrive cose di marketing (soprattutto digitale) per Notizie.Business.

Leggi Anche

formazione digitale google

Formazione digitale Google: 4 nuovi corsi in arrivo in Italia

Arrivano in Italia nuovi quattro corsi per la formazione digitale Google, con certificazione e in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.