Facebook: Disponibili gli Streaming con Gruppi di 50 Persone

Facebook ha appena implementato il supporto agli streaming con gruppi di 50 persone all’interno della sua piattaforma Messenger Rooms.

Questa novità potrebbe portare una svolta nel mondo delle piattaforme di comunicazione online. La maggior parte della concorrenza, infatti, non permette di effettuare gratuitamente videochiamate o streaming del genere.

Facebook Messenger Rooms

Facebook: l’aggiornamento a Messenger Rooms

Facebook ha aggiornato Messenger Rooms per consentire le videochiamate e gli streaming di gruppo in gruppi formati da un massimo di 50 persone. Ciò è stato possibile unendo Messenger Rooms e la funzione Live.

“Sia che tu stia ospitando un club del libro con gli amici, intervistando un gruppo di esperti, impartendo una lezione di fitness o trasmettendo qualcosa per divertimento con i tuoi amici, andare in diretta in una stanza ti consente di interagire con un pubblico di qualsiasi dimensione”.

L’uso di Facebook Live ha continuato a rimanere alto anche dopo il picco di marzo.

Con la pandemia di COVID-19 che ha chiuso la maggior parte degli spazi pubblici e privati, molte persone hanno utilizzato e stanno ancora utilizzando Live come strumento per incontrarsi virtualmente con il loro pubblico.

Il social network ha elencato alcuni dei modi in cui è stato usato Live in questi mesi:

“Dagli artisti che raccolgono fondi per le cause a cui tengono e dagli zoo locali che trasmettono avventure in stile safari, alle congregazioni che si riuniscono per pregare e alle coppie che si scambiano sposano. Le persone stanno trovando modi creativi per connettersi tramite Facebook Live”.

Il social network afferma che le trasmissioni in diretta delle pagine sono raddoppiate nel giugno 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Man mano che le persone continuano a praticare il distanziamento sociale, i limiti di Live sono diventati sempre più evidenti.

Sino ad ora, si potevano usare solo due account per trasmettere in streaming contemporaneamente su Live. Per i grossi gruppi di persone, quindi, non era per niente semplice organizzare videochiamate pubbliche da trasmettere in diretta.

Questo è un problema che questo aggiornamento di Messenger Rooms pare riuscirà a risolvere.

Streaming delle videochiamate di gruppo

Messenger Room permette di effettuare videochiamate con gruppi molto ampi di persone.

Chiunque può accedere a una Messenger Room purché abbia un link che riconduca ad essa. Non c’è nemmeno bisogno di avere un account Facebook.

Con la possibilità di trasformare le videochiamate di Messenger Rooms in streaming live, ora è possibile avere dozzine di persone che trasmettono in contemporanea tutte comodamente da casa.

Il creatore di una stanza su Messenger Room può scegliere di attivare la funzione modificando una semplice impostazione, che permetterà di trasmettere la videochiamata su Facebook.

Durante la trasmissione, il creatore della stanza ha il pieno controllo di tutto, tra cui:

  • Chi può vedere la trasmissione.
  • Se trasmettere la Messenger Room tramite un profilo, una pagina o un gruppo.
  • Aggiunta o rimozione di partecipanti.
  • Bloccare o sbloccare una stanza.

Con tutti questi controlli a disposizione, le pagine di Facebook possono facilmente trasmettere streaming live con molti partecipanti da remoto.

Innanzitutto, per fare ciò un gestore di una pagina deve creare una Messenger Room e renderla accessibile solo tramite invito.

Successivamente, deve inviare gli inviti agli altri partecipanti per permettergli di unirsi alla stanza.

Quindi, quando tutti i partecipanti avranno accettato gli inviti, la stanza potrà essere trasmessa in diretta tramite una pagina, un gruppo o un profilo Facebook.

Le persone che vedono la trasmissione nel loro feed notizie possono fare clic su di essa per sintonizzarsi, proprio come qualsiasi altro streaming live sul social network.

Questa funzione è disponibile in alcuni Paesi a partire da oggi e arriverà presto in tutti i paesi in cui è disponibile Messenger Rooms, nonché sull’app mobile di Facebook e di Messenger e sull’app desktop di Messenger.

I Paesi che non hanno accesso a questa funzione potranno comunque visualizzare le trasmissioni in diretta tenute da altri utenti.

Idee su come utilizzare la funzione

Come detto, sino ad ora, era davvero complicato gestire streaming di videochiamate su Facebook. Il numero dei partecipanti era limitato e, nella maggior parte dei casi, essi dovevano alternarsi. Solo chi aveva a disposizione un’ottima attrezzatura riusciva ad aggirare il problema.

Con questo aggiornamento, fortunatamente, tutti questi problemi vengono meno e i creatori di contenuti avranno molte più possibilità.

I brand, ad esempio, possono organizzare videoconferenze con l’intervento di ospiti di rilievo nel loro settore.

La stessa cosa può essere fatta da tutte quelle testate che intervistano personaggi di spicco.

Tale strumento permetterà a molte realtà di fornire contenuti molto accattivanti ai propri follower.

Un altro esempio sono i raduni tra influencer e follower. Ora si potranno organizzare dei mini-raduni pubblici online rispettando le norme del distanziamento sociale!

Gli influencer, ad esempio, possono selezionare chi parteciperà alla videochiamata in Live tramite un concorso. In questo modo coinvolgeranno di più i follower e aumenteranno la loro visibilità e quella del brand che li sponsorizza.

Messenger Rooms, inoltre, può essere sfruttato anche per fare videochiamate di lavoro senza doversi appoggiare a costosi software esterni. Lo smartworking, in pratica, non è stato mai così economico!

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About Vincenzo Napolitano

Atletico, salutista, non procrastinatore, sensibile. Vincenzo Napolitano non è nulla di tutto ciò. Scrive cose di marketing (soprattutto digitale) per Notizie.Business.

Leggi Anche

Google lancia un assistente vocale per aiutare le pmi

Finalmente arriva anche in Italia, un nuovo assistente vocale di supporto alle piccole medie imprese, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *