Twitter Sta Pensando di Implementare un Piano di Abbonamento

Twitter sta proponendo un interessante sondaggio ai suoi utenti.

Esso chiede agli utenti quali tipi di funzionalità sarebbero interessati a vedere in un abbonamento premium.

Un abbonamento premium sarebbe una novità assoluta all’interno del mondo dei social network leader del mercato.

Vediamo nel dettaglio come vuole operare il social dell’uccellino blu.

Twitter

Twitter: possibile abbonamento premium in arrivo

Twitter sta considerando seriamente la possibilità di aggiungere un modello di abbonamento premium alla sua piattaforma. Esso consentirebbe agli utenti di accedere ad alcune funzionalità esclusive.

Attualmente esso è ancora in fase di studio. Il social network sta intervistando gli utenti su quali tipi di funzionalità vorrebbero vedere in un account a pagamento.

Il reporter Andrew Roth ha condiviso alcune schermate dei sondaggi. Esse domandano agli utenti di indicare se una funzione è importante o meno per loro.

Andrew Roth

Il reporter ha dichiarato:

“Dopo che il CEO Jack Dorsey ha confermato che Twitter sta tenendo in considerazione un modello di abbonamento, la società ha iniziato a proporre sondaggi agli utenti su quale tipo di funzionalità vorrebbero vedere in tale servizio.

Annulla invio, badge speciali per i profili e analisi avanzate sono tra le funzionalità prese in considerazione”.

Le possibili funzionalità

Il sondaggio chiede: “quale delle seguenti funzionalità vorresti più / meno implementate?”.

Queste sono alcune delle potenziali funzionalità che potrebbero essere incluse in un abbonamento premium per Twitter.

  • Annulla invio: un intervallo di 30 secondi per annullare l’invio di un tweet prima che chiunque possa vederlo.
  • Colori personalizzati: oltre alla ormai classica “modalità notturna”, ciò renderebbe possibile modificare i caratteri e il colore del tema di Twitter sul telefono e sul computer. Il colore di sfondo, i collegamenti, le menzioni, gli hashtag e le icone appariranno in qualunque colore tu scelga.
  • Pubblicazione video: renderebbe possibile pubblicare video fino a 5 volte più lunghi rispetto all’attuale impostazione predefinita, con una risoluzione massima molto più elevata (8192 × 8192).
  • Distintivi: permetterebbe di ottenere e mostrare un badge sul tuo profilo che si collega alle attività che possiedi o per cui lavori. Ad esempio, un giornalista può avere un badge che mostra le riviste per le quali scrive.
  • Risposte automatiche: permetterebbe di scrivere e impostare un elenco di risposte automatiche da utilizzare per rispondere ai propri follower.
  • Social Listening: permetterebbe di vedere le conversazioni pubbliche che parlano del tuo account su Twitter, incluso il loro volume totale, le persone e le aziende che parlano più spesso di te e ciò che stanno dicendo.
  • Brand Surveys: permetterebbe di domandare alle persone un’opinione sugli annunci che pubblichi per capire meglio se l’annuncio è stato efficace e se è probabile che le persone acquistino i prodotti o i servizi pubblicizzati.

In una serie separata di domande del sondaggio relative alla pubblicità, Twitter chiede agli utenti se sarebbero disposti a pagare per vedere meno annunci.

Al fine di non dare delle aspettative troppo elevate, il sondaggio del social network aggiunge la seguente dichiarazione di non responsabilità in merito a queste potenziali funzionalità:

“Ciò non riflette necessariamente le funzionalità future di Twitter”.

Nonostante non si sappia quali saranno le future funzionalità del social, crediamo che gli abbonamenti premium siano ormai una certezza. Gli indizi lasciati da sviluppatori e dirigenti sono davvero tanti.

Abbonamenti premium confermati dal CEO del social network

Numerose prove ci fanno pensare che Twitter lancerà un modello di abbonamento ad un certo punto nel prossimo futuro.

La prima prova è arrivata all’inizio di luglio, quando è stato trovato un annuncio di lavoro che indica che Twitter sta formando un team per lavorare su una piattaforma di abbonamento.

Un paio di settimane dopo, il 23 luglio, il CEO Jack Dorsey ha dichiarato agli investitori che il social network sta esaminando la possibilità di creare un piano di abbonamento a seguito di un calo delle entrate pubblicitarie.

Test di varie opzioni di abbonamento potrebbero iniziare già nel corso dell’anno, secondo un rapporto della CNN.

Lo stesso giorno in cui è stato pubblicato il rapporto, Twitter ha inviato una lettera agli azionisti con il seguente testo:

“Siamo nelle prime fasi dell’esplorazione di ulteriori potenziali opportunità di guadagno per integrare le nostre entrate pubblicitarie. Queste opportunità possono includere abbonamenti e, sebbene la nostra indagine sia in una fase molto precoce e non prevediamo entrate dovute a queste idee nel 2020, potreste vedere dei test o sentirci parlare di loro mentre il nostro lavoro prosegue”.

Con le entrate pubblicitarie di Twitter che stanno diminuendo drasticamente, la pressione degli azionisti continua a spingere verso la ricerca di ulteriori flussi di guadagno.

Se il social network dovesse davvero implementare dei piani di abbonamento, non escludiamo che anche gli altri social potrebbero seguire la stessa strada.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 0 Media: 0]

About Vincenzo Napolitano

Atletico, salutista, non procrastinatore, sensibile. Vincenzo Napolitano non è nulla di tutto ciò. Scrive cose di marketing (soprattutto digitale) per Notizie.Business.

Leggi Anche

Covid-19

COVID-19: gli Effetti Sugli Investimenti in Pubblicità

Il COVID-19, purtroppo, ha colpito anche il mondo della pubblicità. Un report di UNA (l’associazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *