Weibo sta bannando gli account delle criptovalute

La piattaforma cinese Weibo ha cominciato a bannare gli account connessi alle criptovalute e ai bitcoin, scopriamo insieme perché.

Weibo è un importante piattaforma cinese, simile a Twitter, in cui ci sono molti creator e influencer.

Stando alle segnalazioni, alcuni di questi microinfluencer legati al mondo delle criptovalute hanno avuto la rimozione dell’account momentanea.

Anche i social cinesi dicono no alla criptovaluta e violano la libertà d’espressione. Qualche mese fa la banca cinese ha fatto sprofondare i bitcoin con una perdita del 30% e poi ha vietato ai servizi finanziari e alle società di pagamento di usufruire della criptovaluta.

In realtà questo è accaduto dopo che le autorità di Pechino hanno indagato sul consumo energetico delle attività dei centri dove si svolgevano le attività di criptomining. Il business è diventato rischioso ed è stato spostato altrove.

Winston Ma, professore presso la New York University, ha spiegato che non sono accettate nel paese “versioni di Elon Musk”, facendo riferimento e ironizzando al fatto che Musk, sui suoi account social sta facendo una propaganda positiva nei confronti delle criptovalute e bitcoin.

Loro non sono aperti a questo mercato, lo spiega chiaramente.

Non è la prima mossa che la Cina fa contro la criptovaluta, ci sono episodi che risalgono al 2017 e al 2019.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About Barbara

Leggi Anche

Post Ferragosto, il petrolio è nelle primissime posizioni sulle materie prime

Post Ferragosto in ripresa per il petrolio sul settore delle materie prime. L’asset, infatti, spinge …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.