ClixSense (Ysense): Come Funziona? Guadagni?! Opinioni?

Sono molti gli utenti di Internet alla ricerca di sistemi in grado di assicurare piccoli guadagni coi quali poter mettere a frutto le tante ore passate sul web. Una tendenza la quale è stata intercettata nel corso degli anni da molti siti, che hanno messo in campo un paniere di proposte al riguardo. Proposte che cercano in particolare di mettere in contatto internauti e aziende interessate ad interagire con loro.

Una delle modalità che si è fatta largo negli ultimi anni è rappresentata dai sondaggi retribuiti. Uno strumento che è stato molto gradito dagli utenti, proprio per la facilità che li distingue. Solitamente basta infatti partecipare a sondaggi di pochi minuti per guadagnare qualche centesimo e incrementare il proprio conto.

clixsense ysense

Una volta raggiunto il payout, variabile, ma spesso non molto elevato, si può convertire la cifra guadagnata in buoni acquisto utilizzabili presso siti di e-commerce o in denaro vero e proprio. Il tutto senza eccessivo impegno.

Tra i siti che sono riusciti a farsi notare in questo settore, uno dei più conosciuti è Ysense, ex ClixSense. Andiamo quindi ad osservarlo più da vicino per capire se possa effettivamente fare al nostro caso o se sia invece consigliabile passare ad altro.

Ysense: di cosa si tratta?

Ysense ha visto la luce nel 2007, quando però il suo nome era ClixSense. Se molto spesso viene indicato alla stregua di un sito di sondaggi retribuiti, occorre però precisare come questa classificazione sia abbastanza riduttiva.

In effetti, il sito consente di guadagnare non solo coi sondaggi, molto semplici, che vengono proposti ai propri utenti in gran numero, ma anche con altre attività. Proprio per questo è meglio cercare di conoscerlo in profondità, provando a sfruttarlo in tutte le sue potenzialità.

Come iscriversi a Ysense

Il primo passo, naturalmente, non può che essere l’iscrizione. Che è molto semplice, in quanto basta connettersi al sito per trovare una schermata in cui si propone di aggiungersi al numero di coloro che hanno già provveduto a farlo.

Il modulo di iscrizione che compare non appena ci si colleghi al sito

Va peraltro sottolineato che se la prima schermata è in inglese, per chi trovi ostica questa lingua è possibile passare all’italiano. Per farlo basta utilizzare la funzione di traduzione offerta da Chrome, posizionata in alto, sulla parte destra dello schermo.

A questo punto non resta che aggiungere la casella di posta elettronica cui si desidera siano inviate le comunicazioni e scegliere una password. Come al solito, per mettere al sicuro il proprio account, la seconda dovrebbe essere formata utilizzando lettere e caratteri alfanumerici. Una volta completata la sottoscrizione dei dati richiesti, è arrivato il momento di partire, cliccando su “Join now”.

In pochi secondi Ysense invierà in automatico la risposta sulla casella e-mail indicata, chiedendo di cliccare su “Confirm email address”. Facendolo si verrà reindirizzati sul sito e l’iscrizione sarà completata fornendo i seguenti dati:

  • Nome di battesimo
  • Cognome
  • Indirizzo, città e Stato
  • Zip/codice postale
  • Nome utente
Nel modulo di conferma devono essere immesse informazioni per il completamento del profilo

Inoltre occorre procedere alla conferma di aver letto la Privacy Policy e decidere se fornire il proprio consenso per il trattamento dei dati personali. Opzione consigliabile se si intende partecipare ai sondaggi. Ora si può finalmente partire!

Come si può guadagnare su Ysense

Come si può guadagnare su Ysense? Questa è naturalmente la domanda chiave per chi decide di iscriversi al sito. Le possibilità di guadagno che si presentano agli utenti, in particolare, sono quattro:

  1. i sondaggi (Surveys);
  2. le offerte (Offers);
  3. i compiti (Tasks);
  4. le affiliazioni (Affiliates).

Per cercare di capire meglio di cosa si tratti, e capirne le reali potenzialità, conviene naturalmente procedere passo dopo passo al loro esame.

I sondaggi

Per quanto riguarda i sondaggi, per iniziare occorre cliccare su Surveys, in alto a sinistra, accanto al logo di ClixSense. Comparirà immediatamente un prospetto, in cui sono elencati tutti quelli cui è possibile partecipare in quel momento.

Solitamente si tratta di indagini relative all’area geografica dell’utente e relativi a prodotti e servizi commerciali. Possono essere in italiano oppure in inglese, ma nel secondo caso si può appunto ricorrere alla conversione immediata consentita da Chrome per facilitare il proprio compito.

La prima cosa da notare è che accanto a sondaggi per pochi centesimi se ne possono reperire altri di importo anche abbastanza importante, superiore ai 3 euro.

I sondaggi possono andare da pochi centesimi sino a cifre abbastanza significative

Naturalmente i primi comportano pochi minuti per il loro completamento, i secondi sono invece più complessi e possono richiedere archi temporali di una certa rilevanza. Il tempo necessario può peraltro dipendere dalla velocità della propria connessione.

Il router dei sondaggi indica quelli disponibili di volta in volta, con relativo importo

Altra possibilità è poi offerta dal Router di sondaggi giornalieri. Per poter accedere ai sondaggi, in questo caso, è necessario rispondere ad alcune domande in via preliminare. Questo per permettere all’azienda proponente di capire se la persona che si candida è adatta al sondaggio proposto, o meno.

Le offerte

La seconda modalità che permette di monetizzare è rappresentata dalle offerte. In questo caso si può essere ricompensati ad esempio per saggiare nuovi prodotti o servizi delle aziende, scaricare app, visionare filmati, registrarti su siti web, guardare video, ma non solo.

Sono presenti anche offerte maggiormente remunerative, che però esigono un pagamento per poter essere utilizzate. Alcune permettono di partecipare a estrazioni (ad esempio buoni Carrefour per fare la spesa), altre di installare applicazioni.

Occorre peraltro precisare che alcune delle offerte remunerano gli utenti sotto forma di Clixcents. In pratica sono l’equivalente dei centesimi di dollaro e una volta completata l’operazione saranno convertiti in moneta e messi automaticamente sul proprio conto.

Cosa occorre sapere sulle offerte di Ysense

Va però precisato che in questo caso ci può essere più di una controindicazione. Basta del resto andare sul forum di Ysense per poter reperire una serie di consigli estremamente preziosi al proposito.

Partendo proprio dalla constatazione che alcune delle offerte richiedono indirizzo, e-mail e numero di telefono, ovvero dati sensibili che potrebbero essere usati per scopi non commerciali oppure diventare oggetto di spam. Proprio per questo gli utenti del forum consigliano di utilizzare indirizzi di posta elettronica e numeri di telefono che non siano quelli principali, o appositamente attivati al fine di contrastare quello che potrebbe infine rivelarsi alla stregua di un problema.

In caso il completamento delle offerte scelte preveda la registrazione e la conferma del proprio indirizzo di posta elettronica è poi il caso di evitare l’utilizzo di caselle di posta Hotmail. Su questo gestore, infatti, è usanza diffusa l’arrivo molto ritardato delle comunicazioni di conferma o addirittura il mancato arrivo. Mentre, di converso, si consiglia l’utilizzo di Gmail oppure Libero, con cui i problemi in questione non sussistono.

Altra indicazione fornita dal forum riguarda la pulizia non solo dei cookies, ma anche di cache e cronologia del browser in vista del completamento delle offerte. In tal modo sarà più difficile essere reindirizzati a pagine improprie e verrà agevolato l’immediato accredito del dovuto. Per farlo si consiglia di usare CCleaner, oppure di dare luogo alla pulizia facendo leva direttamente sulle opzioni del browser.

Una volta che sia stata selezionata un’offerta, occorre attendere poi qualche minuto. Necessario per poter procedere alla verifica della sua comparsa tra le offers cliccate nell’assistenza dell’offerwall.
Ove essa sia regolarmente presente nella lista, si può tranquillamente completare l’offerta, in caso contrario, si può chiudere il browser, procedere alla pulizia di cookies, cache e cronologia e, una volta completato questo iter riprovare.

Altro prezioso consiglio è poi quello relativo alla necessità di effettuare screenshot di tutti i passaggi dell’offerta. In particolare occorre farlo per testimoniare la visualizzazione dell’offerta su ySense (nome, descrizione, compenso e tutti i dati collegati).

Occorre poi rilevare come in alcuni casi le offerte richiedano che si proceda all’installazione di app o software. Si tratta in effetti di una richiesta che può suonare sospetta nell’era della pirateria informatica.

Proprio per evitare di rimanere vittima dell’invio di malware o virus, si consiglia di seguire questi procedimenti cautelativi:

  1. procedere all’installazione del materiale da scaricare, si tratti di app o software, su un hard disk esterno o, in alternativa, su una chiavetta USB;
  2. procedere con l’installazione personalizzata, optando per l’eliminazione dei flags dalle voci non pertinenti rispetto alla descrizione dell’offerta;
  3. in caso di assenza dell’opzione “installazione personalizzata”, occorre procedere alla lettura preventiva che faccia luce sull’applicazione di cui viene richiesta l’installazione. Nel caso in cui non sia effettivamente collegata all’offerta, si consiglia senz’altro di rigettarla optando per “Declina” o cliccando su “Skip”.

Nel caso in cui l’offerwall non sia effettivamente conosciuto, sarebbe meglio completare prima qualche offerta gratuita, in modo da poter verificare che il ticket e l’assistenza abbiano un funzionamento corretto, per poi completare quelle a pagamento.

Non manca poi qualche prezioso consiglio riguardante le offerte per le quali sono richiesti i dati PayPal oppure della propria carta di credito. Questo genere di proposte, infatti, sono solite nascondere abbonamenti o rinnovi automatici. Prima di procedere al loro completamento, sarebbe quindi il caso di informarsi preventivamente e, soprattutto, di assicurarsi di poter disdire eventuali abbonamenti e rinnovi.

Infine, va rilevato come anche alcune applicazioni siano congegnate in modo da camuffare abbonamenti automatici a servizi che non sono oggetto di richiesta. Per evitare beffe di questo genere il forum consiglia di procedere senz’altro a contattare il proprio operatore al fine di bloccare gli abbonamenti ad eventuali servizi a pagamento. Si ricorda anche che si tratta di una operazione che può essere effettuata in via preventiva.

I tasks: cosa sono?

Il terzo modo di guadagnare con Ysense è rappresentato dai tasks, che consistono in missioni abbastanza semplici da effettuare. Sono offerti da FigureEight, piattaforma che provvede a distribuirli su un numero elevato di siti di guadagno online. Il loro completamento consente di guadagnare piccole cifre in grado di aumentare il saldo del proprio conto.

Ysense, i tasks sono lavori abbastanza semplici da eseguire
I tasks sono lavori abbastanza semplici da eseguire

Tra le missioni da effettuare c’è una vasta scelta: si può provare ad identificare una determinata immagine, essere chiamati a saggiare un programma oppure provare a collegare delle parole ad una foto.

Una volta che sarà stato portato a termine il compito assegnato, verrà attribuito il relativo compenso, cui si potrà aggiungere un bonus di 5 dollari al conseguimento di 50 sotto forma di missioni terminate con successo. Inoltre è possibile partecipare ad un concorso settimanale, che mette in premio 50 dollari.

In media il guadagno collegato ad ogni task varia da 1 a 7 centesimi di dollaro. Non mancano però quelli che sono in grado di garantire compensi di maggiore entità.

Cosa occorre sapere sui tasks di Ysense

Anche in questo caso, però, si consiglia di seguire una serie di suggerimenti che possono del resto essere reperiti all’interno del forum. A partire dalla necessità di essere iscritti a Facebook, conditio sine qua non per potersi poi registrare a FigureEight. Una volta espletate queste condizioni preliminari è il momento di partire.

Il primo passo, a questo punto, è la consultazione della Jobs Listing Page, ovvero l’elenco dei lavori che possono essere affrontati dall’utente nell’ottica di terminarli. La lista viene rinnovata in continuazione, per cui è preferibile consultarla con una certa frequenza, in modo da non lasciarsi sfuggire possibili occasioni.

Al suo interno i lavori che possono essere completati sono suddivisi in Available Jobs (lavori disponibili) e Potential Jobs (lavori potenziali). Se i primi prevedono un accesso totalmente libero e svincolato da eventuali condizioni, i secondi rappresentano una sorta di anteprima di quelli che potrebbero diventare disponibili al conseguimento di determinati livelli.

La Job Listing Page rappresenta uno strumento prezioso, in quanto al suo interno vengono mostrate le seguenti informazioni:

  • Job, ovvero il codice che identifica ogni lavoro presentato al suo interno;
  • Job Title, in pratica il nome del lavoro:
  • Level, il quale rappresenta il livello che è necessario conseguire al fine di poter accedere al compito desiderato;
  • Pay/task, che indica a sua volta la ricompensa prevista per ogni compito (Task) che viene ultimato all’interno del lavoro (Job);
  • # of tasks, ovverosia il numero di compiti che possono essere affrontati  nel lavoro sul quale si è appuntata la propria attenzione;
  • Rating, il voto che gli altri utenti hanno dato al lavoro.

Proprio quest’ultimo dato è molto importante, in quanto può essere considerato indicativo sull’effettiva qualità del compito in relazione al compenso ad esso collegato.

Il Quiz Mode e il Work Mode

Una volta selezionato uno dei task cui si desidera partecipare, ci si ritroverà nel cosiddetto “Quiz Mode”. Di cosa si tratta? Praticamente è una modalità non pagante, con la quale il sito provvede alla valutazione del grado di attenzione e comprensione dell’utente. In tal modo verrà accertato che l’iscritto abbia compreso l’iter per poter ultimare il compito a lui affidato e introdurlo al “Work Mode” (la modalità pagante).

In questa fase occorre leggere con attenzione le istruzioni, rispondere alle domande, per poi cliccare sul tasto “Submit”. Occorre inoltre farlo prima che il timer, posizionato sulla destra, provveda ad azzerarsi. Alcuni di questi lavori sono composti da più pagine e in questo caso si deve optare per il tasto “Submit & Continue”, per poi rispondere alle successive domande prima di inviare il compito ultimato.

Poiché l’accettazione della propria candidatura dipende da un livello di accuratezza superiore al 70%, si consiglia di affrontare il lavoro con la massima attenzione, in modo da non vanificare il tempo impiegato. Chi sbaglia troppe risposte sarà infatti sanzionato con il messaggio “Your accuracy is too low!”, che prelude all’esclusione dal lavoro.

Una volta che sia stato superato il “Quiz Mode”, quindi, è possibile il proseguimento del lavoro in “Work Mode”, che prevede il ricevimento del compenso indicato per ogni task completato e inviato. Anche in questa fase, però, occorre procedere con attenzione, in modo da non andare sotto la fatidica percentuale del 70% e impedire al timer di azzerarsi senza che il lavoro sia stato ultimato.

Cercare di ottenere buoni livelli di accuratezza, peraltro, è un passo molto importante. Coloro che partecipano ai tasks sono suddivisi in base al Badge (distintivo) ottenuto, che può essere di tre livelli, a seconda che la percentuale riportata si attesti almeno al 70% (livello 1), 80% (livello 2) e 85% (livello 3). Salendo di categoria aumentano i compensi dei lavori cui si può accedere.

Cosa accade in caso di errore

Ove l’utente abbia fornito una o più risposte errate, sarà reindirizzato alla pagina “Correction on Task”, ovvero quella in cui saranno analizzati e indicati gli sbagli effettuati. Può anche verificarsi l’eventualità che quelli considerati errori in effetti non lo siano o non siano giudicati tali dall’interessato.

Per opporsi a quella che ritiene un’ingiustizia, questi può comunque spuntare la casella “This test question is unfair or incorrect!”. Il passo successivo consisterà nella motivazione del proprio reclamo, scrivendo una spiegazione, oppure utilizzandone una già usata dagli altri iscritti.

In questa fase si consiglia di inviare il reclamo in inglese, con un tono cortese, evitando di adottare tutte maiuscole (considerate alla stregua di urla sul web) e cercando di risultare chiari. Il fine sarà naturalmente di veder riconosciuto l’errore compiuto con il ripristino del proprio livello di accuratezza.

In questo caso, però, occorre anche sapere che il team di FigureEight incaricato della gestione dei reclami, è sottoposto ad un notevole numero di reclami. Ne potrebbe quindi conseguire un forte slittamento del verdetto finale, sino ad intere settimane.

Cosa sono i referrals?

Il quarto modo di guadagnare su Ysense è rappresentato dai referrals. Si tratta di uno strumento ormai molto noto sul web, consistente nell’invitare propri amici a partecipare ad una determinata attività, ovvero entrare in una community.

Ysense, un ulteriore modo di guadagnare è rappresentato dalle affiliazioni
Ysense, un ulteriore modo di guadagnare è rappresentato dalle affiliazioni

In cambio di questo invito, l’utente viene premiato, come avviene proprio nel caso di Ysense: per ogni amico iscritto all’utente sarà riconosciuta non solo una commissione di iscrizione da 10 a 30 centesimi (a seconda del Paese), ma anche una percentuale del 20% su tutte le attività intraprese dai neo iscritti. Per ogni 5 euro di guadagno da loro cumulato, scatterà un ulteriore bonus di 2 a favore di chi li ha invitati.

La Daily Checklist Bonus

Altro strumento che può permettere di guadagnare su Ysense è la Daily Checklist Bonus. Si tratta in pratica di una lista delle attività giornaliere che sono eseguite dal singolo utente. Se questi riuscirà a completare il minimo richiesto potrà cumulare un bonus che può variare dal 12 al 16%.

Cosa occorre fare per riuscire a conseguirlo? In pratica il bonus scatta se nell’arco della giornata si riesce a conseguire almeno uno dei seguenti obiettivi:

  • 10 tasks;
  • 2 sondaggi o offers;
  • 5 tasks e un sondaggio;
  • 5 tasks e un’offerta;
  • 1 sondaggio e un’offerta.

Quando viene raggiunto uno degli obiettivi si può peraltro proseguire nel completare sondaggi e altro, in modo da far lievitare il bonus. Nel caso in cui il traguardo base del Daily bonus venga conseguito per tre giorni consecutivi, sarà automaticamente accreditato l’Activity extra bonus.
Ove trascorsi i 3 giorni l’utente riesca a conseguire l’obiettivo minimo ogni giorno, il bonus non cessa di essere attivo, mentre in caso contrario i 3 giorni necessari dovranno essere resettati.

Un modo di divertirsi: i giochi

Altra caratteristica di Ysense è la sua componente ludica. Quando gli utenti sono stanchi di sondaggi, lavori e altre attività tese ad incrementare il proprio guadagno, possono contare su una sezione di giochi che permetterà loro di distendersi.
La lista è effettivamente molto nutrita e comprende tra gli altri Arcade (Tetroid e Bottle Flip), Simulation (Goodgame Big Farm), Adventure (Hansel and Gretel e Snake Condo), Sports (Perfect Fall), Shooting (Duck Shooter e Ultimate Swish) ), Bubble Shooter (Dogi Bubble Shooter e Halloween Bubble Shooter), Match 3 (Collapse Blast e Bottler Cap Match) Mahjong (Winter Mahjong) e giochi d’azione (Shuttle Bombs e Legends of Honor). Si tratta comunque di giochi non retribuiti, offerti con l’intento di offrire un diversivo agli utenti senza che escano dalla piattaforma.

Come avvengono i pagamenti su Ysense

Come hanno luogo i pagamenti? Una volta conseguito il payout, che può variare in base allo strumento scelto, i soldi possono essere ricevuti per mezzo di:
1) Skrill, in cambio di una commissione pari all’1%;
2) Payoneer, che prevede una commissione pari a due dollari;
3) trasformando i propri guadagni in gift cards associate ai top brand, a partire da Amazon, ma non solo.

Ysense, quali sono i metodi pagamento
Si può scegliere il metodo di pagamento tra PayPal, Skrill, Payoneer e gift card come quella di Amazon

I pagamenti elettronici che abbiamo elencato sono processati di giorno in giorno. Il pagamento richiesto viene inserito in una coda di transazioni da portare a termine e ha luogo in un arco temporale che può andare da 5 a 7 giorni lavorativi.

Nel caso la registrazione sia avvenuta negli ultimi 30 giorni prima della richiesta, l’attesa può prolungarsi sino a 15 giorni. Un’attesa resa necessaria per dare modo di contrastare eventuali attività di carattere fraudolento.

Le opinioni su Ysense

Come al solito, un ottimo modo per verificare la reputazione di Ysense può essere rappresentato dalle opinioni, in particolare quelle di chi è già iscritto. Un punto di vista, quello degli utenti, presenti e passati, che semina più di un dubbio.
Se qualcuno afferma di trovarsi bene, sono però molti coloro che sconsigliano Ysense. Una platea che deve essere suddivisa in due grandi gruppi:

  1. quelli che si sono iscritti negli ultimi anni, senza però mai trovare un reale soddisfacimento delle aspettative iniziali;
  2. gli utenti di vecchia data, molti dei quali ormai fuoriusciti indicando in un ormai notevole decadimento delle opportunità il motivo del loro abbandono.

Da quello che si può capire, i sondaggi sono pochi e spesso si concludono negativamente, vanificando il tempo speso. Così come ormai scarseggiano le altre attività remunerative, tanto che chi afferma di guadagnare qualcosa arriva a non più di una quindicina di dollari mensili.

Per raggiungerli è però necessario dedicare non poco del proprio tempo a Ysense, tanto da spingere infine la maggior parte degli utenti a porsi un semplice, ma dirimente quesito: ne vale veramente la pena? A quanto sembra sta crescendo il numero di coloro che ritengano Ysense una soluzione da scartare.

A rendere ancora più fosco il quadro contribuisce poi la questione relativa alla possibilità di incappare in malware e virus scaricando app e software. Una possibilità molto concreta che si ritorce peraltro proprio a danno di Ysense, danneggiandone non poco la reputazione.

Ysense: le conclusioni

Ysense può essere la soluzione giusta per chi pensa di poter guadagnare qualche cosa navigando sul web? La risposta deve essere necessariamente articolata. Può trovare una risposta affermativa in chi non si attende certo di svoltare su Internet e guadagnare cifre effettivamente significative.

Per chi invece vorrebbe provare a incrementare le proprie entrate, magari ricavandosi una seconda fonte di reddito, Ysense non è in grado di rappresentare una vera e propria soluzione. Per guadagnare poche decine di dollari al mese occorre infatti una presenza abbastanza continua.

L’unico modo effettivo per incrementare i propri guadagni è quello di far affiliare i propri conoscenti. Sperando che proprio loro trovino il tempo per svolgere quelle attività che sono spesso troppo poco remunerative. Anche in questo caso, però, occorre riuscire a calamitarne molti, per poter conseguire una massa di manovra in grado di rendere possibili guadagni di un certo rilievo.

In definitiva possiamo dire che le incognite sulla via del guadagno sono molte, tanto da spingere a chiedersi ben presto se il gioco valga la candela. Una risposta positiva in tal senso sembra ormai provenire da una minoranza di internauti. Un fattore da tenere quindi in considerazione, prima di iscriversi a Ysense.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About Dario Marchetti

Leggi Anche

migliori piattaforme ecommerce

Migliori Piattaforme Ecommerce del 2020

Aprire un eCommerce, nel 2020, è praticamente una scelta obbligata per chiunque voglia entrare nel …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *