Google Maps Diventa un Social Network

Google Maps, nelle scorse ore, ha implementato dei profili per gli utenti in pieno stile Instagram.

Potremo caricare foto, video e recensioni ed avere i nostri follower e a nostra volta seguire altre persone.

Questa mossa segna il riavvicinamento di Google al mondo dei social network ed apre una nuova vetrina per tantissimi brand ed attività.

Google Maps Social
In questa immagine possiamo vedere qual è il look dei profili utente su Maps.

Google Maps: ora disponibili i profili per gli utenti

Google sta trasformando Maps in una sorta di social network. A partire da ora, infatti, ogni utente potrà avere un proprio profilo pieno delle foto e delle recensioni che ha inviato.

Questa è la versione definitiva di una funzionalità testata lo scorso anno. Essa permetteva agli utenti di seguire le cosiddette “guide locali”. Queste ultime erano degli utenti selezionati e che potevano mostrare agli altri utenti gli aggiornamenti che pubblicavano.

Dopo il successo del lancio in fase di test, Google ha esteso questa funzionalità in tutto il mondo e a tutti gli utenti.

“Oggi stiamo espandendo questa funzione e stiamo iniziando a implementarla a livello globale. Se un utente di Google Maps ha condiviso foto, recensioni o qualsiasi cosa pubblicamente, ora potrai seguirlo e vedere i suoi consigli, le sue raccomandazioni e tutti quegli aggiornamenti caricati nella sua pagina su Google Maps.

Quindi, la prossima volta che trovi un utente che condivide foto interessanti di un menu da asporto, comodi elenchi dei parchi più spaziosi della tua città o stimolanti foto di negozi e servizi locali, puoi rimanere aggiornato su tutti i suoi consigli seguendolo”.

I profili di Maps conterranno filtri per gli argomenti grazie ai quali sarà possibile visualizzare i luoghi e le attività commerciali più frequentati dagli utenti.

Gli utenti possono anche scrivere un breve motto che apparirà sotto la loro foto del profilo in un modo molto simile a quanto avviene su Instagram.

Ecco un esempio di come appare un profilo di Google Maps:

Profili Maps

Come gestire il tuo profilo

Qualsiasi utente di Google che ha condiviso pubblicamente foto, recensioni o altri tipi di contenuti ha la possibilità di creare e gestire il proprio profilo su Google Maps.

Innanzitutto, va chiarito che nessuno è costretto ad avere un profilo pubblico. Tutti hanno la possibilità di mostrare o meno le cose che hanno condiviso su Maps. Come su Instagram, infatti, potremo scegliere se rendere privato il nostro profilo.

Gli utenti che decideranno di limitare il proprio profilo potranno decidere se approvare o meno i nuovi follower che faranno richiesta di seguirli. In caso non dovessero approvarli, il loro profilo non sarà visibile a questi utenti che hanno fatto richiesta

Oppure gli utenti possono scegliere di mantenere il loro profilo completamente aperto affinché tutti possano seguirlo. Queste impostazioni possono essere tutte regolate dalla pagina del profilo.

Una nuova opportunità per chi fa marketing

Come tutti i social network, anche Google Maps potrebbe diventare un’interessante vetrina per chi vuole mostrare i propri prodotti ad un certo target di pubblico.

Immaginiamo che un utente diventa famoso per i consigli che dà sui luoghi da visitare in Campania. Molte aziende turistiche campane potrebbero decidere di avviare una collaborazione per attrarre nuovi clienti.

Una soluzione simile è stata implementata da TripAdvisor alcuni anni fa, ma non ha avuto mai un vero e proprio boom.

A differenza di TripAdvisor, però, la nuova funzione di Maps eredita molti aspetti del design di Instagram. La cosa, quindi, potrebbe renderla più accattivante agli occhi degli utenti.

Il target di utenza, inoltre, sarebbe altamente specifico. Si tratterebbe, infatti, di persone che cercano luoghi da visitare, negozi dai quali acquistare ed esperienze da vivere.

Chi si occupa di questi settori, quindi, potrebbe trovare un grande strumento per fare marketing in questa nuova funzione.

Solo il tempo ci dirà se la mossa di Google è giusta. Intanto vi consigliamo di provare a pubblicizzare il vostro business con un po’ di influencer marketing su Maps. I prezzi che vi proporranno questi nuovi influencer saranno ancora bassi per un po’ e le possibilità di crescita sono davvero tante.

Infine, ma non per importanza, vi consigliamo di creare un profilo della vostra attività e di riempirlo di contenuti. Un utente che clicca su una paninoteca su Maps ha molte più possibilità di diventare cliente se vede le foto di qualche panino succulento!

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 0 Media: 0]

About Vincenzo Napolitano

Atletico, salutista, non procrastinatore, sensibile. Vincenzo Napolitano non è nulla di tutto ciò. Scrive cose di marketing (soprattutto digitale) per Notizie.Business.

Leggi Anche

Covid-19

COVID-19: gli Effetti Sugli Investimenti in Pubblicità

Il COVID-19, purtroppo, ha colpito anche il mondo della pubblicità. Un report di UNA (l’associazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *