Oberlo: Come Funziona, funzionalità e prezzi. Quali sono le opinioni?

Hai un negozio realizzato con Shopify o sei intenzionato ad aprirne uno?

Abbiamo dedicato un articolo a questa comoda e nota piattaforma di vendita online dove spieghiamo i suoi pregi. Ora vediamo come sfruttare le potenzialità offerte dal dropshipping approfittando di una piattaforma in grado di interagire al meglio con Shopify, sviluppata dalla stessa software house.

Prima di procedere oltre chiariamo subito per chi ha dubbi cosa si intende per dropshipping: si tratta di un modello di vendita che prevede che il venditore venda un prodotto ad un cliente finale, senza la necessità di possedere la merce materialmente nel magazzino di proprietà (che di fatto non esiste, in quanto ad occuparsi della gestione logistica sarà un fornitore partner).

Il team che ha sviluppato Shopify, cosciente delle potenzialità di questo modello di vendita, ha sviluppato la piattaforma che stiamo per mostrare, nota col nome di Oberlo, in grado di agevolare questa struttura commerciale offrendo la possibilità di vendere fin da subito prodotti gestiti da terzi e ospitati nel vostro e-commerce.

oberlo

Che cos’è Oberlo?

Oberlo è una piattaforma online che permette sostanzialmente di:

  • avere accesso a un catalogo di milioni di prodotti da vendere online spaziando da abbigliamento, arredamento, sport, oggetti per la casa, cura persona e molto altro;
  • conoscere quali sono i prodotti che possono riscuotere maggior successo grazie ai dati di trend per categoria e singolo prodotto;
  • automatizzare l’integrazione del catalogo (l’aggancio viene fatto con Aliexpress con una pratica estensione per Chrome.

Prima di vedere nel concreto il suo funzionamento elenchiamo quali sono le caratteristiche che si fanno apprezzare in Oberlo:

  • possibilità di personalizzare i prodotti (possibilità di personalizzare foto, titoli e descrizioni);
  • assegnazione automatica dei prezzi secondo analisi di mercato (ovviamente è possibile modificare i prezzi anche manualmente);
  • assistenza clienti sempre attiva (24h/24 e 7g/7)
  • la piattaforma è in italiano.

Quanto costa Oberlo?

La piattaforma Oberlo offre:

  • Ordini illimitati;
  • modifica facile dei fornitori partner
  • notifiche di variazioni prezzo o non disponibilità dei prodotti;
  • comodo pannello di controllo e report dettagliati;
  • possibilità di gestire le varianti di prodotto (taglie e colori, anche provenienti da diversi fornitori);
  • tracciamento degli ordini con informazioni dettagliate sull’andamento dell’ordine per il cliente;
  • raggruppamento di ordini singoli in blocco così da migliorare la gestione e l’evasione degli ordini stessi.

Tutto ciò è offerto a titolo gratuito se ci si accontenta della versione base detta “starter” che permette di gestire un catalogo fino a 500 prodotti.

Spendendo 29,90 dollari al mese, si ha acceso invece alla versione “basic” che estende il catalogo fino a 10.000 pezzi, o ancora a 79,90 dollari al mese si ottiene la versione “pro” che amplia ancora di più i prodotti ospitati portandoli a 30.000.

In tutti i casi si hanno a disposizione come in parte già visto:

  • ordini mensili illimitati
  • estensione per Chrome
  • possibilità di mettere i prezzi automaticamente in base all’andamento di mercato
  • statistiche dei prodotti
  • report sulle vendite

Solo le versioni a pagamento offrono anche:

  • la possibilità di mappare le variante di prodotto
  • possibilità di evadere più ordini in blocco
  • tracking degli ordini in tempo reale
  • monitoraggio degli ordini
  • partecipazione ad un programma di affiliazione
  • Captcha per rendere più sicure le transazioni
  • infine account multipli solo nel caso della versione “pro”.

Come installare e usare Oberlo

Oberlo è una web app (esiste anche la versione app per Android e iOS) molto semplice nell’utilizzo. Fin dal set up si intuisce che per il suo utilizzo non è necessario avere conoscenze di informatica, insomma Oberlo è alla portata di tutti. L’installazione si articola in 4 step.

1- Primo passo è associare il proprio negozio precedentemente creato su Shopify.

2- Secondo passo importare i prodotti,

3- terzo andare online,

4- concludere le prime vendite.

oberlo
I 4 step di Oberlo

Come detto effettuare il match con il proprio negozio Shopify è in assoluto la prima cosa da fare. L’installazione dura pochi secondi.

oberlo shopify
Il match tra Oberlo e Shopfify è molto semplice

Il sistema chiederà fin da subito di indicare una serie di informazioni che saranno utili all’utente finale, cioè al vostro possibile cliente. Ovviamente il tutto potrà essere modificato anche in seguito, dal menu “impostazioni”. Tra le informazioni gestibili si trovano:

  • pubblicazione automatica dei prodotti una volta importati;
  • possibilità di impostare l’unità di misura del prodotto in vendita (Kg ecc.) e specificare se il prodotto è assoggettato a qualche imposta;
  • si può fare in modo che una volta evaso l’ordine venga spedita una mail al cliente con la possibilità di specificare anche il tracking della spedizione;

Per una gestione più efficace del catalogo si può anche decidere di essere informati tramite notifica, procedere alla rimozione del prodotto o ancora semplicemente apportare la modifica in maniera tacita al verificarsi di queste condizioni:

  • il prodotto non dovesse più essere disponibile;
  • ci dovesse essere una modifica di costo del prodotto;
  • l’inventario dovesse cambiare;
  • la variante non dovesse più essere disponibile.
cambio prezzo Oberlo
Nelle impostazioni d’esempio abbiamo deciso di ricevere una notifica qualora cambiasse il costo del prodotto adeguando anche il prezzo di vendita.

Interagire con i fornitori attraverso Oberlo

Oberlo si interfaccia con la piattaforma online cinese AliExpress. Per una sua corretta funzione è utile installare l’estensione per Chrome che facilita la ricerca dei prodotti da includere nel proprio catalogo. E’ possibile comunque procedere alla ricerca dei prodotti anche dal menu “prodotti” di Oberlo.

Estensione Oberlo AliExpress
Estensione Oberlo AliExpress è necessaria per importare i prodotti

Una volta identificato il prodotto da importare è sufficiente cliccare su “importa prodotto” per trovarlo nella lista dei beni venduti nel vostro e-commerce.

Oberlo ricerca prodotti
Scegliamo di importare l’amaca convinti che possa essere un buon prodotto da vendere nel nostro negozio online

AliExpress, da cui andrete ad attingere, è un marketplace che raggruppa migliaia di fornitori diversi che mettono online i loro cataloghi di prodotti per grossisti o venditori in dropshipping. Si tratta di un ottimo canale per intercettare produttori o rivenditori all’ingrosso prevalentemente con base in Cina, cui con cui instaurare un rapporto commerciale. Una volta identificato il prodotto a cui si è interessati, fatte le dovute considerazioni in merito alla qualità, rifornibilità, affidabilità ecc. non rimane altro che “importarlo” nel proprio sito di e-commerce.

Il prodotto importato apparirà nell’elenco delle importazioni da cui sarà possibile apportare tutte le modifiche del caso. Ricordiamoci che nel dropshipping è molto importante il marketing. La vendita sarà più probabile se presenteremo bene i prodotti che vendiamo, quindi è fondamentale adattare le descrizioni e i testi al nostro pubblico di riferimento.

Scheda prodotto Oberlo
Ecco come appare la scheda prodotto su Oberlo

Sempre dal menu di gestione dei prodotti di Oberlo, si potrà inserire una nota da inoltrare via mail per il fornitore una volta che l’ordine verrà confermato dall’utente (chiedendo ad esempio di avere particolare cura nell’impacchettamento, confermando l’interesse ad una collaborazione duratura e via dicendo). E’ possibile anche scegliere di essere informati con cadenza periodica (giornalmente, settimanalmente o mensilmente) circa l’andamento delle vendite con quel determinato fornitore.

Come scegliere prodotti e fornitori

Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. Per questo prima di aprire ai propri clienti la possibilità di acquistare prodotti che non si possiedono fisicamente, è una buona prassi farsi inviare dal fornitore alcuni campioni per poterne valutare la qualità. Alcuni grossisti inviano i loro campioni a prezzi molto ridotti con l’auspicio di avviare una transazione economica proficua e duratura. In altri casi potrebbe essere richiesto il pagamento di una quota comunque inferiore rispetto al prezzo standard del prodotto ordinato.

Se il business dovesse funzionare bene c’è anche la possibilità di chiedere singolarmente al fornitore una personalizzazione del prodotto. Questo aspetto non è per nulla da sottovalutare e appare molto utile per far conoscere il proprio sito e perché no, creare un proprio marchio riconoscibile. Si tratta di accorgimenti che potrebbero dare linfa al vostro e-commerce e un’arma di marketing in più da sfruttare per generare più vendite.

La gestione degli ordini su Oberlo

Gestire gli ordini su Oberlo è facile ed immediata. E’ previsto che alcune operazioni possano essere gestite manualmente oppure in maniera automatizzata come ad esempio l’autorizzazione all’invio dell’ordine al fornitore con cui si collabora in dropshipping e la conseguente vendita al cliente finale.

Gestione ordini su Oberlo
Menu di gestione degli ordini su Oberlo

Come si vede dall’immagine, il menu di gestione degli ordini riporta alcune informazioni importanti, anzi fondamentali per il corretto acquisto e invio del prodotto al cliente come:

  • il nome del cliente e il suo indirizzo e informazioni anagrafiche;
  • informazioni sul prodotto acquistato;
  • chi è il fornitore da cui proviene il prodotto e che si occuperà della spedizione dello stesso;
  • autorizzazione a procedere all’evasione dell’ordine (si può scegliere di procedere manualmente o in maniera automatica);
  • il prezzo pagato dal cliente.

La lista degli ordini è esportabile in XLS o CSV, utile per eventuali report gestiti autonomamente sia di tipo contabile che per analisi sull’andamento.

E’ importante personalizzare la nota al fornitore associato al prodotto in vendita agendo sul menu: Impostazioni > Fornitori > Nota personalizzata. In questo campo bisognerà specificare che si tratta di dropshipping per far presente al fornitore che non dovrà inserire nel pacco riferimenti pubblicitari del suo catalogo prodotti o documenti di acquisto che mostrino il prezzo reale della merce.

Questo prodotto funziona? Il fornitore è affidabile?

Sono queste alcune delle domande più comuni e scontate per chi interagisce con Oberlo e per chi in genere vende online in dropshipping.

Oberlo sostiene il venditore mostrando alcune informazioni molto importanti che possono essere determinanti nella scelta o esclusione di un fornitore e relativi prodotti.

Statistiche
Le informazioni che riporta Oberlo per prodotto e fornitore sono determinanti

Come si vede nell’immagine qui sopra per ogni prodotto Oberlo ci informa su:

  • come viene gestita la spedizione (quale modalità di invio e quale costo oltre che la stima dei giorni necessari);
  • informazioni circa il fornitore (nome e feedback oltre che la sua storicità sulla piattaforma).

Passando al prodotto le informazioni raccolte sono:

  • quanti negozi hanno importato il prodotto (quindi quanta concorrenza diretta esiste per quel prodotto);
  • quante volte il prodotto è stato visto su tutti i negozi Shopify (e quindi quale potrebbe essere l’interesse del pubblico verso quel prodotto);
  • quanti ordini sono stati generati nell’ultimo mese e negli ultimi 6 mesi (intuendo ancora una volta il grado di interesse del pubblico per quel prodotto).

Come detto si tratta di dati che confermano o smentiscono le potenzialità del prodotto che abbiamo scelto di mettere in vendita. In particolare le informazioni sul fornitore e i suoi feedback possono rappresentare la cartina tornasole circa il grado di successo dell’e-commerce.

Un fornitore poco affidabile e con feedback scarsi potrebbe rappresentare una minaccia nonostante offra prodotti di buona qualità. Si tratta di rischi palesi che potrebbero ripercuotersi negativamente sulla gestione dell’ordine del cliente e tramutarsi in cattiva pubblicità attraverso i feedback negativi.

L’esperienza di acquisto per il cliente finale: questione di immagine, accordi con il fornitore e spedizione

In linea di massima la transazione avviene tra la vostra struttura di vendita e il visitatore del vostro sito. Chi è il fornitore, l’esistenza di un modello di dropshipping e i vostri accordi commerciali, sono informazioni che rimangono celate anche per ovvi vantaggi commerciali.

E’ importante prendere accordi con il fornitore (l’azienda ospitata da AliExpress quindi) affinché non venga inserita pubblicità del fornitore all’interno dei pacchi che spedisce così come fatture d’acquisto.

Alcuni fornitori, per migliorare l’esperienza d’acquisto, offrono anche la possibilità di personalizzare il pacco con il vostro logo, immagini, comunicazioni ecc. Il servizio di invio di pacchi personalizzati premium su AliExpress (e conseguentemente su Oberlo) è chiamato ePacket.

Ovviamente ha un costo superiore rispetto ad un servizio di consegna standard, ma se è sostenibile offre grandi vantaggi non solo in termini di immagine ma anche per quanto concerne i tempi di spedizione che possono ridursi a 7-14 giorni.

Attenzione, non si tratta di ingannare il cliente che saprà che il suo pacco proviene dall’estero dalle etichette di spedizione in cinese e e dai tempi di attesa per la ricezione della merce che comunque sono più lunghi, ma la sua percezione sarà comunque migliore.

Ai fini legali è bene informare esplicitamente l’acquirente tanto sui tempi di attesa (che per l’appunto potranno essere più lunghi vista la provenienza della merce) tanto sul fatto che la merce arriverà direttamente dall’estero.

Non ultimo è fondamentale informare correttamente il cliente finale che trattandosi di prodotti provenienti perlopiù dalla Cina potrebbero essere applicati in casi remoti delle spese doganali. Purtroppo questi costi ricadranno sul cliente finale a patto che il venditore non decida di accollarseli per accontentare l’acquirente.

Spetterà al marketing e in particolare al web marketing convincerlo e assicurarlo che l’acquisto fatto sul nostro e-commerce è un buon affare.

Come convincere un utente a comprare in dropshipping?

I prodotti che vendete voi si trovano anche altrove, magari ad un prezzo simile se non più basso. Per convincere a comprare nel vostro e-commerce bisogna giocare di strategia e offrire qualcosa in più. A livello strategico è fondamentale che:

  • il vostro sito appaia ai primi posti nelle ricerche, quindi va da sé l’importanza del posizionamento e della pubblicità. I social network offrono un terreno molto fertile su cui far presa per certi tipi di audience e non sono rari gli e-commerce che vendono quasi esclusivamente attraverso le visite generate attraverso Instagram o Facebook. Non mancano anche gli esempi di e-commerce monoprodotto che ottimizzano tutte le strategie pubblicitarie concentrandosi su un pubblico definito. Alcune di questi esempi e consigli vengono affrontanti sul blog di Oberlo;
  • che vengano fornite garanzie sulla vendita (rimborsi in caso di merce rotta, ritardi ecc.) ed esercizio del diritto di ripensamento (previsto dal Codice del Consumo entro 14 giorni dal ricevimento della merce ma che potrebbe anche essere più lungo a discrezione del venditore);
  • che venga stimolata la vendita attraverso programmi di fidelizzazione, codici sconto e azioni di marketing.

Una precisazione per quanto riguarda i resi: la merce arrivando dalla Cina avrebbe costi importanti per un’eventuale restituzione. Quasi sempre nel dropshipping conviene limitarsi ad un rimborso diretto al cliente finale dietro dimostrazione del danno (l’invio di una foto o la compilazione di un modulo dove venga segnalato il tipo di danno).

Legal
Shopify aiuta a definire le giuste politiche di reso e rimborso su una sezione riservata agli aspetti legali.

Oberlo (nelle versioni a pagamento) può agganciarsi ad un account di Admitad, network di loyalty digitale, che permette di accumulare sconti attraverso l’acquisto da fornitori selezionati e accreditati.

Parte di questi sconti potrebbero essere riversati sull’acquirente finale nel caso di acquisti multipli, superamento di un certo limite di spesa, acquisti frequenti e quant’altro. Anche queste sono buone strategie per conquistare clienti.

La gestione dei pagamenti su Oberlo

Le vendite generate su un e-commerce basato sulla piattaforma Shopify (integrata con Oberlo o meno) passano attraverso sistemi di pagamento di terzi. Sono accettati pagamenti che gravitano attraverso decine di gestori che di fatto garantiscono di incassare soldi pagati con:

  • Carte di credito di tutti i circuiti;
  • Paypal,
  • Amazon Pay,
  • Apple Pay,
  • Google Pay

solo per citare i principali, ma si possono perfino accettare criptovalute. I bottoni personalizzati per singolo fornitore di sistemi di pagamento elettronico (ad esempio il noto bottone azzurro dei pagamenti di Paypal) sono già integrati in Shopify.

Ogni sistema di pagamento prevede delle commissioni che dipendono dai singoli listini dei fornitori terzi (come Paypal ad esempio o Amazon Pay) o dai listini di Shopify nel caso di utilizzo di Shopify Payments per l’accettazione di pagamenti elettronici.

In quest’ultimo caso le commissioni variano in base al pacchetto Shopify sottoscritto e oscillano dall’1,9% e 0,25 fissi per le carte di credito europee per il pacchetto base fino a scendere all’1,6% (sempre con costo fisso di 25 centesimi) per Shopify Advaced. Per carte di credito extra europee i costi variabili indicativamente raddoppiano.

Gestione della tassazione su Oberlo

Va detto che per esercitare la vendita sfruttando Shopify ed eventualmente anche Oberlo bisogna accertarsi di avere le carte in regola per farlo. Parliamo di Partita Iva, dichiarazione alla Camera di Commercio, gestione dei registri e quant’altro.

E’ bene farsi seguire da un commercialista per non commettere errori e per esercitare legalmente l’attività.

Shopify attraverso un menu dedicato permette di configurare le aliquote d’imposta proprie di tutti i Paesi in cui verranno venduti e spediti i prodotti. Permette anche di definire eventuali eccezioni e scegliere se mostrare i prezzi incluse le tasse o meno.

Menu relativo alla tassazione
Menu relativo alla tassazione

Ci sono due report in particolare che possono tornare utili nella gestione finanziaria:

  • Il Report finanziario sulle imposte che raccoglie il riepilogo delle imposte di vendita che sono state applicate sulle vendite generate nell’e-commerce;
  • Il Report finanziario sulle vendite molto utile per quanto concerne il trattamento fiscale dell’attività e quindi per la dichiarazione dei redditi (comprende gli importi degli ordini, le imposte, i pagamenti avvenuti online, informazioni sulla fatturazione e anche le destinazioni delle spedizioni della merce).

Le nostre opinioni su Oberlo

Avendo avuto modo di provare Oberlo possiamo dire che rispettando la filosofia di Shopify, è un sistema semplice da usare. Ogni sua funzione è intuitiva e supportata di un’ottima sezione di assistenza che copre ogni dubbio. Le caratteristiche che più ci sono piaciute sono:

  • facilità di installazione e utilizzo;
  • supporto e assistenza adeguati;
  • catalogo ricco di prodotti;
  • molte informazioni sul fornitore e relativi feedback disponibili.

Quello che invece ci ha convinto meno è la limitatezza al mercato asiatico. Oberlo come visto si appoggia ad AliExpress, che aggrega perlopiù fornitori cinesi.

Questo aspetto sicuramente permette di contenere i costi acquistando direttamente dal produttore che con buona probabilità avrà base proprio in Cina, ma limita di fatto le opportunità di business e alimenta alcune difficoltà legate alla scelta stessa del fornitore e complica in alcuni casi gli accordi commerciali. Allargando quindi si potrebbe dire che le caratteristiche meno appetibili di Oberlo sono:

  • quasi esclusività di fornitori cinesi;
  • possibili difficoltà nella gestione di resi e possibilità (rara ma non da scartare) che vengano applicate spese doganali spettanti al cliente;
  • perplessità sull’affidabilità dei fornitori (ci si deve fidare del sistema di feedback online).

La possibilità di provare Oberlo con un account gratuito è sicuramente un incentivo a testare il sistema e cogliere eventuali opportunità del dropshipping.

Una volta presa la mano e sondato il terreno si potrà valutare di migrare ad altre piattaforme, così come gestire i rapporti con i singoli fornitori senza l’ausilio di piattaforme di terzi.

In quest’ultimo caso sarò tanto più facile quanto meno esteso è il vostro catalogo per il cliente, ovviamente.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About mirko

Leggi Anche

shopify

Shopify: Migliore Piattaforma e-Commerce? Come Funziona? Prezzi?

Shopify è una delle piattaforme per e-commerce più apprezzata a livello mondiale. Nata in Canada, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *