Home / Guadagnare Online / Affiliate Marketing: Come Funziona e Quanto si Guadagna?

Affiliate Marketing: Come Funziona e Quanto si Guadagna?

Affiliate Marketing

Vi siete mai chiesti cosa sia l’affiliate marketing, il futuro nelle vendite? L’affiliato, che tradotto vuol dire, figlio adottivo, in genere è colui che è iscritto o fa riferimento ad una struttura subordinata: impresa, associazione, società, federazione. Nel marketing e più specificatamente nel business, è quasi l’opposto: è colui (publisher) che senza alcun rischio imprenditoriale o quantomeno quelli maggiori.

Può organizzare la sua attività ai fini dello scambio di beni e di servizi, online e gratuitamente.

Questa diciamo è la sua definizione generica, ma può svolgere anche altre funzioni. Sicuramente l’affiliato non deve confrontarsi con difficoltà inerenti alla produzione o alla logistica o allo stoccaggio ed egli deve scegliere la sua impresa, l’advertiser, e attraverso un accordo commerciale vendere i suoi prodotti o appunto servizi. Ovviamente in cambio di una commissione

Ricordate la figura del Commesso che fino agli anni 90 girava per le nostre case vendendo in genere una tipologia di prodotto prendendo le commissioni? Ecco oggi tutto questo avviene in rete.

Come iniziare il viaggio

Il soggetto che decide di affiliarsi può svolgere la sua funzione, la sua attività, il suo operato o attraverso il web e quindi utilizzare tutti i canali che oggi si hanno a disposizione, anche in modo gratuito, come ad esempio: un blog una community, una pagina Facebook o Instagram, un canale YouTube, un’app.

Oppure ispirarsi a dei veri e propri esperti del settore: possiamo citare ad esempio Giannicola Montesano oppure Tindaro Battaglia.

Permettetemi di aprire una parentesi su questi due Guru del settore.

Affiliate Pro®start

Giannicola Montesano è un affiliato dal 2007, diventando con il tempo un professionista ed un punto di riferimento e nel 2016 ha scritto un libro che sta diventando cultura letteraria per la materia: Affiliate Marketing.

Tutta la verità sull’advertising che funziona. Da una sua intuizione è nato AffiliatePRO: Sitema di Affiliazione Professionale, percorso esclusivo in Italia per formare Affiliati Professionisti. Il corso denominato Affiliate Pro®start ti consentirà di diventare un affiliato professionista attraverso il supporto di esperti quali Montesano o il Traffic manager Giuseppe Guerra, e per collaborare con i migliori network di affiliazione del nostro paese uno Starter kit e best practices.

Inoltre potrete visualizzare tutta una serie di dossier che include casi di studio concreti di nicchie redditizie (ad esempio food), utensili e servizi (realizzazione di leading page), ma soprattutto un gruppo di persone con le quali discutere e scambiare informazioni ed addirittura una figura che potremmo definire tutor o coaching a completa nostra disposizione.

Dopo questo primo steep, definito livello START, i membri partecipanti al percorso potranno aderire ai Bootcamp che sono praticamente delle giornate istruttive in classe  per imparare ad utilizzare Facebook Ads, Google ADS, Lead generation ed acquisire pratica nell’invio SEO, DEM. Il passaggio successivo è la Masterclass che è un livello di formazione avanzato che ti consentirà di diventare un vero e proprio professionista del settore.

ROIBOOK/M

Tindaro Battaglia è considerato un punto di riferimento nell’universo dell’affiliate marketing, anche lui autore di diversi testi, ma soprattutto del corso ROIBOOK/M Si tratta di un corso di 40 ore di lezione dove avremo una spiegazione tecnica, passo dopo passo, con oltre cento lezioni a disposizione.

Grazie a questa serie di lezioni, sapientemente strutturate, si potrà capire innanzitutto come funziona il sistema delle affiliazioni e le sue connessioni, tutte le dritte ed i suggerimenti di come trasformare, ad esempio, la vostra pagina Facebook in qualcosa che porti reali guadagni, come sensibilizzare le persone attraverso fattori scatenanti che stanno alla base di una annuncio vincente, come strutturare una leanding page e come impostare degli annunci pubblicitari il più simile possibile al sito che li ospita (il native advertising, attraverso una creazione di una campagna su Outbrain).

Quelle di Tindaro sono considerate lezioni di grande qualità: un ottimo formatore ormai chiamato anche nelle Università, per svolgere lectio magistralis sul marketing di affiliazione.

 

Dove e con chi affiliarsi

Cerchiamo ora di capire come effettuare i primi passi. Seppur materia giovane è già abbastanza vasta e si rischia di perdersi o rimanere impigliati nella “rete”. È chiaro che con questa specifica attività si ha la possibilità di lavorare in qualsiasi zona del pianeta, alla semplice condizione di avere un computer e una connessione internet. Questo tradotto vuol dire che si può vendere per chiunque, a chiunque e da qualsiasi posto. Perchè l’affiliate marketing il futuro nelle vendite

Il Web

Se si decide di intraprendere la strada del web, intesa come creazione di un sito o un blog, bisogna tener presente tutta una serie di accorgimenti fondamentali per la riuscita della propria attività.

Dalle parole chiavi, ai regolari aggiornamenti che bisogna fare alle pagine, dalle cose che si scrivono, alla grafica e tutto questo è fondamentale.

Basti pensare che è statisticamente provato che le persone possono fermarsi a leggere anche solo per sedici righe un articolo, oppure soffermarsi solo per i primi otto secondi per un video ed ancor più importante non vanno oltre la seconda pagina, se effettuano una ricerca da un qualsiasi motore.

Qui si potrebbe parlare del nostro servizio SeoVitamina® (ma poi ci penso io a questa parte)

Altro passo importante per capire come e con chi affiliarsi, è cercare di comprendere, almeno in linea di massima, con quale target di persone si ha a che fare. In questo caso le strade possono essere diverse. Innanzitutto si può procedere all’analisi del traffico e dal comportamento degli utenti sul proprio sito e a tal proposito, ti sarà molto di aiuto Google Analytics  per avere un resoconto del tuo sito, conoscere i canali di acquisizione  e tradurre i dati sul modo di agire dei visitatori. Imparare a decifrare questi dati è importante perché chi decide di fare affiliate marketing promuove dei prodotti sul proprio sito e deve capire il proprio pubblico cosa richiede. Ecco perché potrebbe esserti utile lo strumento analitico che ti mette a disposizione Google

Le statistiche fai da te

Altra strada potrebbe essere quella di crearti o quantomeno stabilire delle statistiche da solo. Ad esempio se hai un blog, un sito, un profilo o un canale dove molte persone ti seguono, potresti proporre un questionario per capire quali sono i loro gusti, le loro idee e soprattutto le loro speranze sull’eventuale vostro prodotto-servizio che intendete trattare.

Cosa molto importante se non addirittura fondamentale è che qualsiasi canale scegliate, o qualsiasi strumento decidiate di utilizzare, focalizzatevi su di esso e sulla fonte di traffico, per poi ingrandire le vostre aspirazioni.

 

I programmi dell’affiliate marketing

Abbiamo già detto precedentemente che, in generale, nell’affiliate marketing esiste un rapporto biunivoco, che si concretizza in un accordo commerciale tra il publisher e l’advertiser.

Il più delle volte, però subentra un terzo soggetto che si chiama network di affiliazione, meglio conosciuto come piattaforma di affiliazione (soggetto terzo gestisce la transazione tra i due soggetti) che non va confuso con il programma di affiliazione (accordo tra due siti per la vendita in cambio di una percentuale).

Le provvigioni

Per capire bene questa differenza dobbiamo fare una specifica, in riferimento alle provvigioni corrisposte (le cosiddette commissioni sulla vendita PPS) che possono essere di due tipologie: pay fisso o percentuale sul venduto. Le PPL (pay per lead) possono essere soggette a modifiche di pagamento rispetto a categorie stabilite oppure avere una somma prestabilita se l’azione è SOI (l’utente deve solo inserire i dati e cliccare il tasto) o DOI (l’utente deve confermare attraverso l’email). Ci sono campagne che pagano anche in entrambi i modi sia in PPS che in PPL ed in questo caso l’affiliato avrà commissioni sia per l’iscrizione, sia per la vendita.

Detto questo passiamo ora a menzionare quali sono i maggiori programmi di affiliazione che troviamo sul web.

Amazon

È chiaro che non possiamo non cominciare da quello sicuramente più famoso e forse anche attualmente il più importante: (Jeff Bezos è diventato l’uomo più ricco del mondo) stiamo parlando di Amazon.

Per pubblicizzare i prodotti su tale programma di affiliazione bisogna essere proprietari di un sito web e sottoscrivere l’accordo operativo del programma di affiliazione Ue (programma-affiliazione.amazon.it) modificato, tra l’altro, proprio nel mese di settembre di quest’anno e dove si può arrivare a guadagnare anche il 12% di commissione.

Attenzione l’accordo è europeo, ma i corrispettivi delle commissioni variano da paese a paese. L’eventuale annullamento della transazione equivale all’annullamento della commissione.

E-Bay

Altro programma di affiliazione molto importante e conosciuto è eBay sul quale possono farsi importanti guadagni. Anche in questo caso bisogna registrarsi su eBay partner Network (partenernetwork.ebay.it) e qui le commissioni possono variare tra il 50 e il 70% dei ricavi e vi sono dei guadagni aggiuntivi per chi riesce a spronare acquirenti che non effettuano un acquisto su eBay da almeno 12 mesi. Per vedere concretamente i guadagni sul tuo conto corrente e quindi essere considerato un vero eBay Partner Network dovrai almeno raggiunto un valore che non sia inferiore a 10 euro ed aspettare il 22 di ogni mese.

Groupon, Evanto

Parlando di giganti dell’e-commerce non possiamo non menzionare Groupon che il più grande sito di affari e tagliandi del mondo e dove le commissioni arrivano fino al 10%. Come sappiamo Groupon attua un sistema di sconti straordinari che possono arrivare fino al 70%.

Tutto questo logicamente invoglia le persone ad acquistare e questo si traduce in commissioni per chi le pubblicizza.

Abbiamo poi Envato che è un programma di affiliazione particolare poiché permette di focalizzare tutte le offerte allo stesso tempo diversificate per generi. Anche in questo caso bisogna registrarsi (studio.envato.com) e sul primo acquisto per ogni link di affiliazione, la commissione è del 30%. Nel caso di questo programma vi è una particolarità e cioè i guadagni generati dalle promozioni saranno presenti su un conto virtuale e si può decidere se utilizzarli per acquistare dei prodotti presenti sulla piattaforma stessa, oppure richiedere il pagamento attraverso PayPal.

Booking

Anche la più grande azienda di e-commerce più grande nel settore dei viaggi ha una sezione dedicata all’affiliate marketing: stiamo parlando di Booking.com.

Dopo essersi registrati (booking.com/affiliate-program/v2/index.htlm) i guadagni potranno essere fino al 40% della commissione (pagamento tra i trenta ed i sessanta giorni) per la prenotazione effettuata sul sito e vi è anche una novità: un guadagno extra di 50 euro per ogni struttura che viene presentata a Booking.com.

Non è più il solito sesso

Anche nel mondo del porno esiste un programma di affiliazione: si tratta di Chatturbate, sito con delle web-cam in diretta dove si assistono a vari “spettacoli sessuali”.

Ed in questo caso esistono diverse fonti di introito. Da quelle per clic a quelle per iscrizione (che è gratuita) al loro sito, passando dal vostro, oppure dalla percentuale che il cliente spende sul loro sito. L’affiliate marketing è il futuro delle vendite

Per tutti i Programmi bisogna fare attenzione a quali sono le loro regole e quelle che potrebbero risultare delle restrizioni, quindi il consiglio più importante è di leggere attentamente l’accordo commerciale al momento dell’iscrizione. Inoltre quasi mai riuscirete a contattare direttamente il vostro network o eventuali responsabili, però potete verificare sui vari social se esistono servizi di communication o di marketing ai quali poter scrivere.

 

Le piattaforme sul web

Avendo già distinto il programma dalla piattaforma, vediamo quali sono le più importanti piattaforme (definite network di affiliazione) dell’affiliate marketing, il futuro nelle vendite, che si possono utilizzare.

Clickbank

Il più rilevante e più grande Network è sicuramente ClickBank (trattasi di un network di affiliazione internazionale) che è appunto uno dei migliori network di affiliazioni presente sul web, le cui commissioni possono addirittura arrivare fino al 75% e l’affidabilità del supporto, raggiunge i massimi livelli. Iscriversi è semplicissimo e nel giro di pochi secondi potrai visualizzare tutti i prodotti disponibili nel mercato e cominciare a promuovere.

La particolarità di questo network rispetto ad altri e che su questa piattaforma vengono venduti infoprodotti (divisi in venti categorie), cioè i cosiddetti prodotti digitali (information business) che hanno l’obiettivo di risolvere un problema o soddisfare le necessità di un cliente. E qui rientrano in ballo i famosi corsi che abbiamo precedentemente accennato. Devono essere strutturati e studiati accuratamente.

Un esempio

Io ad esempio sono anche un esperto in politiche attive e passive del lavoro e non creerei mai una formazione per disoccupati con centinaia di pagine scritte o addirittura un manuale (ebook, epub, pdf). Il disoccupato vive una situazione di forte disagio ed ha bisogno di risposte immediate e semplici: strutturerei dei video dove parlerei in modo diretto, facendo supportare da una grafica molto semplice, anzi chiaramente infantile.

 

Worldfilia

Altra piattaforma per l’affiliate marketing e sicuramente importante, è Worldfilia (trattasi di un network di affiliazione italiana). Con questa piattaforma facciamo un esempio pratico di come ci si affilia. Questa è la pagina iniziale per il login. Cliccate sulla prima schermata e in quella successiva mettete le vostre credenziali ed aspettate che siano approvate.

Home-page worldfilia

Diventa publisher worldfilia

Una volta effettuata questa operazione nel giro di 24 ore dovreste avere la possibilità di accedere al vostro pannello di controllo dove potrete verificare la scrivania, le campagne (per tutti e le vostre) i pagamenti.

esempio scrivania worldfilia
Pannello personale

A questo punto potete cominciare a lavorare. O scegliete le campagne dalla vostra scrivania in alto a destra (come cerchiato in rosso), oppure scorrendo la pagina troverete quelle definite campagne migliori (come da esempio)

Le campagne worldfilia

Campagne Worldfilia
Campagne Worldfilia

Scegliete la vostra campagna e cominciate a lavorare su questo pannello. Mi raccomando fate buoni guadagni.

Campagne Wordifilia
Pannello campagna Worldfilia

Le campagne più performanti del programma, pagano dai 10 ai 22 euro per ogni vendita generata. Gran parte delle campagne fruibili per il widget riguardano prodotti per l’universo femminile, quindi che trattano temi inerente al benessere, alla salute ed all’estetica delle donne. Sono comunque anche presenti alcune campagne dedicate ad entrambe i sessi e quindi anche al genere maschile. In ogni caso una volta effettuata la vendita, potrete controllare le commissioni sviluppate direttamente dal vostro pannello di controllo.

Un Network vincente

Attualmente è il network pubblicitario numero uno sui social e il tempo del pagamento dipende dalle campagne, ma negli ultimi giorni sono state inserite delle importantissime novità. Il pagamento aperto. Per non danneggiare gli affiliati che lavorano alacremente e che producono, la piattaforma ha deciso di lasciare sul conto il pagamento aperto. Di volta in volta che il saldo viene approvato, (dopo invio report), si può richiedere il pagamento.

Awin e gli altri

Un’altra piattaforma abbastanza innovativa è semplice da usare e sicuramente Awin, (anch’essa network di affiliazione internazionale) che oltre a dare la possibilità, logicamente, di affiliarsi, mette a disposizione i vari strumenti di reporting per visualizzare l’andamento delle vendite e delle commissioni generate in qualsiasi periodo, ma soprattutto ti dà la possibilità di iscriverti a una newsletter settimanale contenente le ultime novità, promozioni dei clienti e che vi tiene sempre aggiornati sui trend e sui consigli del momento.

In questa piattaforma i guadagni sono in proporzione al traffico generato sul tuo sito, quindi per avere commissioni elevate ci vuole molta motivazione ed è decisivo l’aspetto tecnico. Ad esempio la capacità di creare siti web professionali rigorosamente con WordPress e l’utilizzo delle landing page. (pagina strutturata che l’utente visiterà dopo aver cliccato un link o un banner pubblicitario).

Da alcuni anni Awin pubblica un Report uffiale in edizione anche in italiano dove potete leggere le esperienze di altri, i successi, i trend, ma soprattutto si da spazio ai professionisti del settore.

Insomma le piattaforme dove poter operare sono tantissime basti pensare che tra nazionali ed internazionali potremmo citarne ancora una decina come ad esempio Across, Affilation Park, TradeDoubler, TradeTracker.

Quello che vogliamo

Ma forse il nodo più importante e che potrebbe mettere in crisi la scelta del soggetto che intende affiliarsi è la nascita della seguente domanda.

Come si sceglie un network che faccia più al caso proprio? Una risposta matematica o scientifica non esiste. Possiamo dire che si sceglie, innanzitutto basandosi sullo storico e quindi sulle esperienze che un affiliato ha. Successivamente si basa su un rapporto che c’è coi network di affiliazione, in caso ci sia di mezzo il network di affiliazione, ma soprattutto sulla valutazione della landing page ed il giusto saldo per quella campagna. L’affiliate marketing è il futuro nelle vendite.

Comunque appare pleonastico chiarire che non esiste un network o un programma migliore di un altro, ma quello che risponde meglio alle tue esigenze.

 

Alcuni dati (in continua crescita)

L’Italia è la quarta potenza Europea in termini di investimento di advertising. Una parte di questo viene investita nella performance marketing. Nel nostro paese l’85% degli affiliati guadagna fino a €1.000 in un anno (causa per la quale molti abbandonano). Il 15% ha sostanzialmente un guadagno che oscilla tra i 1.000 e i €25.000; il 3% guadagna oltre i €50.000 e il 2% oltre i €100.000.*1

E sono proprio queste ultimi due percentuali, espressione di due categorie che hanno capito che l’affiliate marketing ha bisogno comunque di molto impegno. Le vendite on line stanno crescendo sempre più verso l’alto.

La spesa è destinata a crescere e di conseguenza anche i confini e le prospettive dell’affiliate marketing sono in continua espansione. Basti pensare che entro il 2020 negli Stati Uniti si prevede una crescita del 62% (quasi tutti gli americani almeno una volta all’anno acquistano on-line). I prodotti più venduti in rete sono i telefoni cellulari (rapporto europeo e.commerce 2017).

La Cina è il più grande mercato e-commerce del mondo. Da sola produce circa l’83% delle vendite dirette e-commerce dell’area Asia-Pacifico, per un valore stimato a circa 1.119 miliardi di dollari nel 2017.

L’affiliate marketing il futuro nelle vendite

In Italia la diffusione dell’online ha raggiunto l’89,9% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni. 43 milioni di italiani dichiarano di poter accedere a Internet da location fisse o da mobile.

Il fatturato dell’E-commerce si aggira intorno ai 41miliardi di euro ed è cresciuto del 17% rispetto all’anno precedente. Il settore trascinante è sicuramente quello del tempo libero (vendita dei giochi online) che con oltre il 40% si aggiudica una buona fetta degli acquirenti.

Subito dopo abbiamo il settore turismo e quello farmaceutico (sotto la spinta della nascita delle farmacie online). E comunque le prospettive di crescita per tutti i settori sono tutte a doppia cifra.*2

Insomma i potenziali acquirenti sia per il merchant che le possibilità di intercettare queste vendite da parte del publisher aumentano in modo esponenziale.Insomma, l’affiliate marketing sarà il futuro nelle venite.

Affiliate marketing: come mettersi in regola?

Anche se effettuata su web l’affiliate marketing (il futuro nelle vendite) produce dei redditi. I guadagni ottenuti attraverso questo tipo di attività devono essere assoggettati ad imposte dirette.

Si può decidere di regolare il proprio rapporto di affiliazione o attraverso Partita Iva o con prestazioni di lavoro autonomo ed occasionale. Logicamente vi è l’obbligo di operare con una partita IVA quando i guadagni cominciano ad essere di entità rilevante.

E’ il caso in cui l’attività è già iniziata da qualche tempo ad esempio al secondo anno. Gli eventuali redditi prodotti devono essere dichiarati all’erario e questo avviene tramite una fattura. Essa può diventare estera nel caso in cui l’azienda, con la quale si è affiliati, ha sede all’estero.

Ricordiamo che è possibile aprire anche una partita iva agevolata, cosiddetto forfettario. Nel caso di rapporti occasionali i redditi ottenuti vanno riportati in un apposito riquadro del modello dei Redditi.

Codice Ateco

Per pratiche inerenti all’apertura della partita IVA e iscrizione al Registro delle Imprese oppure all’iscrizione all’INPS ricordiamo che per l’affiliate marketing esiste anche un codice Ateco da utilizzare appunto in caso di produzione di queste pratiche: 73.11.02. Insomma seppure queste ultime notizie possono sembrare un po’ complicate quello dell’affiliate marketing è un circolo, un processo abbastanza semplice, perché un acquirente on-line decide di acquistare un oggetto, approda in un qualsiasi sito dell’affiliazione o un canale dell’affiliato viene reindirizzato al sito del dell’advertiser e l’acquirente alla fine fa l’acquisto e l’ advertiser premia l’affiliato per i suoi sforzi.

I Vantaggi di tale attività

È importante sottolineare che esistono dei vantaggi reciproci sia per l’affiliato che per il merchant. Vale a dire il fatto di basare tutto l’operato sulle performance, e quindi si instaura un rapporto di Win to Win sui risultati. Altro vantaggio reciproco e quello sicuramente di non dover rispettare degli orari di lavoro, come ad esempio succede in ufficio.

Decidi tu quando iniziare e quando terminare la tua giornata lavorativa. Chiaramente alcuni orari vengono dettati dal fuso orario dei paesi esteri dove si lavora maggiormente. (Ad esempio attualmente in Italia si sfrutta molto il mercato nord americano e quello asiatico).

Zero stress

Il tuo lavoro è sempre a portata di mano senza nessun stress e soprattutto nessun costo.   Né per biglietti o abbonamento per mezzi di trasporto, né per la benzina del tuo veicolo.

Non devi chiedere premi, permessi e ferie a nessuno e puoi goderti quando vuoi la tua famiglia.

Abbiamo spesso ribadito che l’affiliate marketing è il futuro nelle vendite.Unico consiglio: non portare mai il tuo lavoro nel tuo letto. Quello condividilo con chi ami.

 

 

*1 Affiliate marketing. Tutta la verità sull’advertising che funziona (pag.11). Giannicola Montesano

 *1Rapporto E.commerce in Italia- fonte Casaleggio associati

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 4 Media: 5]

About Cristian Liberti

Un Commento

  1. Articolo molto chiaro….sono riuscita a capire tanti aspetti che fino ad oggi ignoravo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *