AffiliationPark: Miglior Piattaforma Affiliate Marketing? Opinioni? Quanto paga?

Cos’è AffiliationPark? Come funziona AffiliationPark? Quanto si guadagna con AffiliationPark?

Il web offre tante forme di guadagno. Tra questi, le affiliazioni. Ossia, la possibilità di poter ottenere un numero crescente di contatti al proprio sito, o al proprio siti, di e-commerce. In gergo definiti lead, che si spera, diventeranno dei clienti veri e propri. Facendo in modo cioè che avvenga la cosiddetta conversione.

L’affiliazione prevede tre figure: il publisher, ovvero, il proprietario del sito; l’advertiser – in italiano inserzionista – ovvero colui che vuole fare pubblicità alla propria attività; il network di affiliazione, ovvero l’intermediario tra i primi due.

AffiliationPark fa proprio parte di questa ultima figura. E lo scopo di questo articolo è di fornire una guida completa su questa piattaforma.

affiliationpark

AffiliationPark cos’è

Cos’è Affiliation Park? Il logo di questa piattaforma dice tutto: una giostra con al centro degli istogrammi che simboleggiano un rialzo. Presumibilmente, nella testa dell’ideatore, quello dei guadagni.

Sicuramente, è ciò che sperano quanti si registrano a questa piattaforma, la quale mira a rivoluzionare il concetto di affiliazione. Facendo in modo che essa non vada a mettersi di mezzo fra publisher e advertiser mediante dei fee. Bensì, il flusso di denaro “scorre” direttamente tra publisher ed advertiser.

affiliationpark logo

Ciò fa in modo che ci guadagnino tutti più velocemente: l’Advertiser potrà contare su una pubblicità fluida ed efficace e il Publisher riceverà molto più velocemente il suo guadagno. In un tempo medio di 7-15 giorni. Poi ovviamente dipende da tanti fattori.

La piattaforma mira dunque ad azzerare quei doppi passaggi che comportano da un lato meno guadagni e dall’altro maggiori tempi di attesa.

Per fare ciò, AffiliationPark propone un vero e proprio contest tra i publisher. E i premi sono di vario genere e valore economico. L’utente ha la possibilità di utilizzare vari strumenti posizionati in un pannello user-friendly.

Sarà anche possibile ampliare la propria offerta pubblicitaria tramite widget. Che altro non sono che una sorta di applicazioni ridotte tipo plugin, utili per interagire agevolmente con un sito.

I numeri su cui può contare AffiliationPark al momento della scrittura sono già importanti: oltre 5mila partners, oltre 880mila leads, oltre 130 offerte attive e un giro di affari di oltre 12 milioni di euro. Ma i numeri sono in costante incremento.

Insomma, Affiliation Park non è una comune piattaforma di intermediazione. Infatti, a differenza di quanto accade con altre piattaforme di affiliation marketing, publisher e advertiser comunicano direttamente. Il che va a vantaggio di entrambi.

E’ come se tutti fossero sulla stessa barca e dovranno remare nella stessa direzione per arrivare allo scopo comune. Facendo sentire tutti parte del progetto, alla stessa maniera.

Anche perché, gli affiliati non sono costretti ad attendere che le commissioni vengano elaborate per poter entrare in possesso del proprio revenue. Come generalmente accade per le piattaforme di affiliazione. Con i tempi di pagamento che si dilatano anche per mesi.

Gli affiliati guadagnano tramite le commissioni effettivamente calcolate sulla base del quantitativo di transazioni generate dal proprio ID. O generalmente, mediante il sito da cui promuovono i propri prodotti o servizi.

E poi c’è il sistema della gamification. unico nel suo genere. Una sorta di raccolta punti in base alle prestazioni effettive degli utenti. Parleremo della gamification anche nel prossimo paragrafo.

I punti vengono poi convertiti in premi. Raggiunti i punti necessari, proprio come una raccolta punti al supermercato o dei distributori di benzina, si potrà selezionare il premio desiderato nella propria aria privata. Una ottima idea, questa, per sollecitare gli affiliati ad impegnarsi di più. Non solo per conseguire delle revenue maggiori. E, come vedremo, è una funzione quasi unica nel suo genere. Non trovabile altrove.

AffiliationPark come funziona

Come funziona AffiliationPark? Il termine alla base di questo programma di affiliazione è Gamification. Cosa vuol dire?

L’etimologia dovrebbe già far rendere l’idea alquanto facilmente. Si tratta di un sistema per far guadagnare punti ai publisher, in base al loro volume di affari. Un vero e proprio gioco a premi, testato per bene prima del lancio definitivo per quasi un anno (sul sito si parla di un testing durato otto mesi).

La piattaforma considera i publisher dei veri e propri partner con cui collaborare. E non dei semplici clienti ai quali cercare di proporre i propri servizi. Quindi le due parti vengono considerati sullo stesso livello, collaborativi. L’uno diventa indispensabile per l’altro affinché il progetto cresca.

Altro aspetto importante riguarda il fatto che la competizione è senza limiti temporali. Quindi, pure i benefit eventualmente scaturiti sono tali. Vengono continuamente messi premi in palio.

Quali sono i Canali di AffiliationPark

Quali sono i canali di AffiliationPark? Menzione a parte per comprendere come funziona AffiliationPark sono i Canali.

Infatti, è possibile trovare diversi canali specifici, divisi per tipologia di argomento. Come si noterà dall’elenco sottostante, molto spazio viene lasciato alla sfera riguardante Salute, benessere ed estetica. Non manca un canale dedicato esclusivamente “agli adulti“, uno agli animali, ecc.

Troveremo prodotti contro la disfunzione erettile, integratori, creme per il viso, prodotti destinati alla cura dei nostri “amici a quattro zampe“, ecc.

Presumibilmente, sono stati studiati accuratamente dalla piattaforma, al fine di scovare quelli che vanno per la maggiore.

  1. Bellezza
  2. Dimagranti, diete ecc
  3. Benessere
  4. Adult
  5. Animali
  6. Estetica
  7. CBD
  8. Utilità
  9. Nutra
  10. White
  11. Game
  12. Depilazione
  13. Salute

Come affiliarsi a AffiliationPark

Iscriversi ad AffiliationPark è facile. In alto a destra della Home page c’è un bottone blu con la dicitura “Inizia adesso”.

Basterà compilare un Form con i propri dati personali, optando però prima tra publisher o advertiser. In base al fatto se siamo proprietari di un sito (dal piccolo blog al grande sito e-commerce) oppure vendiamo dei prodotti e/o dei servizi.

Fatta la vostra scelta, vi si aprirà una pagina come la seguente, dove inserire i vostri dati: nome, email, Username, codice fiscale, password (di minimo 4 caratteri, ma è sempre preferibile renderla più lunga e complessa possibile).

Questa la schermata se siete potenziali Affiliati:

Se invece siete degli merchants, allora al posto di nome e codice fiscale, vi sarà richiesta Ragione sociale e Partita Iva.

In caso foste merchants, dopo una ulteriore pagina informativa, pigiando su “Partecipa ora” vi apparirà questa schermata:

 

Completata l’iscrizione, si riceverà una email con un link per confermare. Proprio come avviene per ogni sito.

Sarà poi il sito a contattarci una volta cliccato sul link di conferma per fornire altri dati. Utili al completamento della procedura.

Una volta completata, occorrerà comunque attendere alcuni giorni per vedere il proprio profilo approvato completamente. La piattaforma, infatti, vuole verificare la bontà delle intenzioni dell’utente.

Le aziende saranno contattate al fine di mettere in atto la strategia advertising migliore per vendere i loro prodotti e/o servizi.

Mentre il publisher, se è stato approvato, dovrà selezionare quali brand e prodotti decidere di promuovere pubblicizzare sul proprio sito web.

Una scelta molto importante, quest’ultima. Giacché, come detto, occorre essere coerenti con il proprio sito. Per fare in modo che i visitatori possano essere realmente interessati. E’ un po’ come, nell’economia reale, aprire un negozio ma poi vendere al suo interno tutt’altro tipo di prodotti.

AffiliationPark strumenti

Sulla schermata principale, possiamo vedere più voci che riguardano gli strumenti a disposizione dell’affiliato.

Questa è la schermata intera che visualizzeremo:

Scomponiamolo, per vedere le varie voci una ad una.

Sul lato sinistro avremo il seguente elenco:

Come si può facilmente intuire, avremo:

  • Dashboard: la classica Bacheca del nostro account
  • Account settings: dove potremo modificare le impostazioni del nostro account
  • Offers: dove visualizzeremo le offerte attive in quel momento
  • Add offers: per aggiungerne di nuove
  • CSV Orders: gli ordini già attivi
  • Reports: i numeri statistici della nostra attività
  • Widgests: i widgets attivi creati per promuovere le nostre offerte
  • A/B Urls: le urls create per promuovere le nostre offerte
  • Payments: tutti i pagamenti ottenuti e gli importi in essere
  • Invoice generetor: dove poter generare le fatture
  • Gamification: dove vedere i nostri punti e i premi disponibili
  • Rewards: la sezione dedicata alle ricompense
  • Tutorials: dove visionare i tutorials destinati agli utenti
  • Logout: per uscire dall’account corrente

In alto, invece, vedremo le più importanti statistiche relative al nostro account:

  • Quick stats: per scegliere le statistiche di quale periodo intendiamo visionare
  • Clicks: i click totali conseguiti in quel lasso di tempo specifico
  • Total sales/leads: le vendite totali ottenute o i leads correnti
  • CR: la percentuale di CR
  • EPC: il guadagno conseguito
  • Total Commission: il totale delle commissioni conseguite

Infine, nella terza ed ultima parte centrale, vedremo la rappresentazione grafica delle nostre statistiche:

  • Nel più grande riquadro, vedremo l’andamento dei ricavi recenti
  • Nel più piccolo in alto alla sua destra, visualizzeremo quanti punti mancano al prossimo premio
  • Infine, nell’ultimo riquadro sotto, vedremo rappresentati graficamente le porzioni di leads e clicks

Come vendere un prodotto su Affiliation Park

Per poterlo fare, ci basterà entrare nel menù a sinistra. Pigiare su “Offers” e successivamente sul prodotto che siamo intenzionati a pubblicizzare.

affiliationpark

Dopodiché, cliccheremo su “Copy URL” al fine di copiare il referral link della landing page. E poi pigiare su “View offer” al fine di visualizzare la rispettiva landing page. La quale comparirà così:

landing page affiliationpark

Come abbinare AffiliationPark e Pixel Facebook

AffiliationPark non può far sfuggire ai propri users la possibilità di collegare la landing page di un prodotto con il Pixel di Facebook.

Quest’ultimo è uno strumento molto utile al fine di raccogliere dati statistici in grado di farci avere la contezza di quanto sia efficace la nostra pubblicità. Attraverso la comprensione di quali azioni compiano i visitatori sul nostro sito web.

Ciò consente di massimizzare il più possibile la nostra strategia pubblicitaria. Assicurandoci che le inserzioni siano mostrate a utenti davvero interessati. Quindi, coloro che hanno visitato una determinata pagina o eseguito un particolare tipo di azione sul nostro sito.

pixel facebook affiliationpark

In questo modo, incrementeremo anche le vendite, configurando l’offerta automatica allo scopo di raggiungere gli utenti che davvero possono eseguire l’azione desiderata. Su tutte, ovviamente, l’acquisto.

Potremo così capirne molto di più sull’impatto delle nostre inserzioni.

Quando avremo concluso la procedura, il pixel di Facebook sarà attivato appena un utente esegue un’azione sul nostro sito. Tra queste, troviamo:

  • prodotto aggiunto nel carrello
  • un acquisto vero e proprio
  • un click su un prodotto senza alcuna azione successiva.

Sono tre tipologie di azioni, molto diverse e particolarmente indicative. Nel primo caso, abbiamo un prodotto che potrebbe essere acquistato, ma di fatto non lo è ancora concretamente (potrebbe essere acquistato, come però anche rimosso). Nel secondo, un acquisto effettivamente realizzato. Nel terzo, probabilmente un ripensamento guardandolo meglio o comunque un rimando.

Facebook dà la possibilità di visionare come stanno andando le cose nella sezione Gestione eventi. Inoltre, sarà possibile  raggiungere di nuovo questi clienti mediante future inserzioni del Social Network.

Al fine di incorporare il Pixel di Facebook sulla landing page di uno specifico prodotto che intendiamo pubblicizzare, ci basterà recarci nel menù posizionato a sinistra e pigiare su Offers.

Successivamente, pigiare sul prodotto in questione e dopo su Pixel.

pixel facebook affiliationpark

Troveremo 2 parti:

  • Landing page pixel”: dovremo inserire il pixel di default di Facebook al fine di tracciare le visite alla landing (Pageviews)
  • Thank you page pixel”: inseriremo l’evento Purchaseper poter tenere traccia delle vendite

Come abbinare AffiliationPark e Google Ads

Google Ads, come noto, è la vetrina più utilizzata dagli advertiser sul web. E anche dai publisher per poter monetizzare dal proprio sito.

Qualora anche noi pubblicizziamo i nostri prodotti o servizi tramite Google Ads e intendiamo incorporare il Tag di Google sulla landing di un prodotto presente su AffiliationPark, dobbiamo effettuare la stessa procedura già vista precedentemente con il pixel di Facebook.

Pertanto, andremo sempre nel menù di sinistra e cliccheremo su Offers. Successivamente sul prodotto in questione e cliccheremo su Pixel.

tag google affiliationpark

Anche in questo caso, ci troveremo dinanzi a 2 parti:

  • Landing page pixel”: inseriremo il tag generico di Google al fine di tenere traccia delle visite alla landing page
  • Thank you page pixel”: inseriremo l’evento di conversione al fine di tenere traccia delle vendite

Pagamenti su AffiliationPark come funzionano

Come funzionano i pagamenti su AffiliationPark? Essi vengono accreditati ogni 15 del mese e alla fine del mese.

Se però la fatturazione è tale per cui si raggiungono anche certe cifre importanti ogni giorno, è possibile chiedere i pagamenti anche a cadenza settimanale.

affiliation park pagamenti

Per poter richiedere il pagamento, occorre redigere una ritenuta d’acconto o fattura (a seconda del nostro profilo e casistica) facilmente sulla piattaforma stessa. Dopodiché si riceverà nel giro di pochi giorni anche il bonifico della somma spettante.

Per poter richiedere i pagamenti, occorrerà attendere comunque qualche giorno dopo il 15 e dopo il 31 del mese (o 30 o 28, in casi di febbraio), poiché il saldo dovrà essere approvato.

Si verrà avvisati dal fatto che in alto a destra apparirà una scritta in verde.

pagamenti affiliationpark

Nel Menù a sinistra occorrerà cliccare su Invoice Generator al fine di caricare la propria fattura. O, in alternativa, sarà possibile generarla in maniera automatica su Affiliation Park.

I pagamenti, quindi, si basano sui singoli accordi tra publisher ed advertiser di riferimento.

AffiliationPark guadagni

Quanto si guadagna con AffiliationPark? Anche nel mondo dell’affiliate marketing, tutto è relativo. Quindi, anche i guadagni.

Oltre a tutto il discorso riguardante la propria capacità di curare qualità e quantità delle visualizzazioni, occorre anche aggiungere che questa piattaforma consente di conseguire guadagni in vario modo. Anche senza un sito web.

Come noto, oggi come oggi, gli strumenti più usati e forse migliori per avviare campagne pubblicitarie sono Google ads e FbAsd di Facebook. Occorre avere un Budget minimo al fine di cominciare una campagna e proseguirla in caso di conseguimento di ROI.

Naturalmente, sebbene stiamo parlando di giganti del web, è anche vero che bisogna avere una infarinatura su come funzionano. Ed avere una strategia ben prefigurata. Altrimenti butterete tempo e denaro.

Un altro metodo è quello della indicizzazione sui motori di ricerca, raggiungibile mediante la SEO (acronimo di Search Engine Optimization). Anche qui, occorre avere una infarinatura iniziale su come indicizzare i contenuti (anche se alcune piattaforme offrono un aiuto in tal senso). Nonché avere un sito web dove inserire i contenuti.

Importante diventa anche fare del sano Spam su Facebook della propria affiliazione. Inserendosi in discorsi su pagine e gruppi, cercando di essere coerenti con il thread della conversazione e non arrivare Off Topic. Altrimenti, si viene subito bollati come coloro che vogliono solo fare pubblicità.

AffiliationPark mette a disposizione un pannello (chiamato account del publisher) contenente il text link delle offerte che promuoviamo. Oltre alle relative informazioni sui prodotti.

Le info possiamo invece reperirle sia sul pannello accedendo alle pages landing o sul gruppo ufficiale di Facebook.

Molto utile è poi il widget da inserire sui nostri siti, che prende la forma di un banner.

Diversi affiliati ad Affiliation Park parlano di cifre importanti, ma dipende anche dalla loro proattività, sfruttando al meglio gli strumenti succitati.

I guadagni di questa piattaforma sono sollecitati anche dal fatto che non si affidano ad una promozione momentanea. Invece, si basano su premi costantemente attivi, senza scadenze temporali.

Ancora, abbiamo avuto modo di dire che gli affliati ad AffiliationPark sono dei veri e propri partner. Così come il rapporto tra publisher e merchant si basa su un vero e proprio interscambio.

I prodotti sono venduti direttamente dalle aziende che li propongono. E ciò rende il tutto più veloce e profittevole. La piattaforma cerca di aiutare le aziende stesse a vendere nel migliore dei modi possibili servizi e prodotti. Senza peraltro limiti quantitativi.

Importante è che poi, anche dal lato degli affiliati, la selezione sia mirata. E non accetta chiunque pur di fare numero. In questo modo, anche i merchant sono tutelati sul fatto che la loro immagine non venga “sporcata” finendo su siti che niente hanno a che fare con i loro prodotti e servizi.

AffiliationPark prevede di fatto rigorose policy aziendali, il che aiuta di stesso a migliorare le revenue da entrambe le parti.

AffiliationPark assistenza clienti

Come funziona l’assistenza clienti di AffiliationPark? Sulla Home page è possibile visualizzare la voce “Contattaci“.

affiliationpark assistenza clienti

Una volta pigiato sulla voce, si aprirà un form come questo in basso:

I tempi di attesa per ricevere una risposta sono in media di 2 ore. Quindi sono abbastanza veloci.

Prima di contattare l’assistenza clienti, è anche possibile visionare la tradizionale FAQ, che si trova proprio prima della voce Contattaci.

Aprendola, troverete tanti argomenti e per ciascuno dei quali, le domande più frequenti:

  • Basics
  • Mobile
  • Account
  • Payments
  • Privacy
  • Delivery

L’unico scomodo è che domande e risposte sono in lingua inglese. Magari potreste farvi aiutare da un traduttore online.

AffiliationPark vantaggi

Quali sono i vantaggi di utilizzare AffiliationPark? A nostro avviso, i seguenti:

  • I publisher ricevono i propri pagamenti direttamente dagli advertiser. Quindi senza intermediazioni che rubano tempo e, appunto, denaro
  • Il sistema di Gamification, la quale consente, attraverso una vera e propria raccolta punti, di avere dei premi ma anche di essere sollecitati a migliorarsi nella propria attività
  • La piattaforma evita molto bene lo SPAM aggressivo
  • Pagamenti veloci e puntuali, e personalizzati in base agli accordi stipulati tra utente e Merchants
  • Severa selezione sia dei publisher che dei merchant, così da rendere il tutto più performante
  • Tra le poche piattaforme ad essere italiana e quindi completamente in italiano. In genere, molte piattaforme sono solo in inglese

AffiliationPark conviene?

Utilizzare AffiliationPark conviene? Ogni esperienza fa caso a sé. Almeno che non ci si trovi dinanzi a truffe acclarate, in genere il proprio revenue dipende dal numero di visitatori sul proprio sito. Ma, soprattutto, di visitatori che possono essere realmente interessati a ciò che vendiamo.

Quindi, non bisogna guardare al dato dal punto di vista intrinseco. Centinaia o migliaia di visite non c’entrano nulla se poi la percentuale dei potenziali lead è di fatto esigua. E le conversioni in acquisti sono minime.

Oltre alla quantità, occorre curare molto la qualità della propria pubblicità.

AffiliationPark offre una notevole trasparenza per quanto concerne i pagamenti da ricevere. Con tutti i dati sempre alla portata. Inoltre, non bisogna attendere molto per i pagamenti. Essi arrivano ogni 15 giorni (più o meno) ai quali occorre naturalmente aggiungere qualche giorno per la verifica da parte del sito e l’accredito del bonifico.

I pagamenti possono anche essere, come detto, settimanali, per chi registra revenue consistenti. Offre poi tanti strumenti molto utili per implementare le proprie vendite. Anche integrandosi a giganti del web come Facebook e Google Ads.

Quanto meno, non ci sembra che si paventi l’ipotesi di una truffa. E sul web non abbiamo trovato particolari notizie a riguardo. Quindi, può valere la pena provare, per poi eventualmente fare le proprie considerazioni finali.

Sono tanti i fattori che incidono sulla buona riuscita o meno di una attività commerciale sul web. Gli strumenti sono lì per aiutarci a migliorarla, ma dobbiamo anche capire noi dove stiamo sbagliando e non attendersi che facciano tutto loro per noi manco fossero piloti automatici (un po’ il discorso che vale per i trading bot automatici).

Chi c’è dietro AffiliationPark?

A proposito di trasparenza, sulla Home è anche possibile vedere chi sono i Co-Founders della piattaforma. Basta scorrere e quasi verso la fine ci appariranno i volti e i nomi dei tre giorni ragazzi dietro questa idea.

affiliationpark chi c'è dietro

 

Sebbene i loro profili non siano cliccabili, quindi non rimandino ad un profilo Social né ad un pedigree, abbiamo provato a digitare i loro nomi su Facebook ed effettivamente ci sono.

Quindi non stiamo parlando di persone “fantasma” (come accade sovente per altre piattaforme che promettono lauti guadagni), ma di un team di sviluppatori che ci ha messo la faccia.

AffiliationPark app

Com’è la app di AffiliationPark? Ogni piattaforma che si rispetti, nell’era dei device e dell’utilizzo smodato degli smartphone, non può prescindere da una app ben fatta. Che consenta ai propri users di poterla utilizzare ovunque si trovino, comodamente.

Il download è gratuito e utilizzarlo è molto semplice. Una volta scaricata la app sul vostro smartphone o tablet, dovrete registrarvi.

affiliationpark app

Dopodiché, vi apparirà la seguente schermata, dove dovrete inserire i vostri dati personali.

La app consente subito di entrare nel vivo dei guadagni. Consentendo di aderire subito a nuove offerte.

Venire a conoscenza dei propri guadagni è molto semplice e chiaro. Anche controllare le campagne maggiormente redditizie.

guadagni affiliationpark

Anche modificare le impostazioni è cosa molto semplice.

Per iOS e Android

AffiliationPark offre una app sia per iOS che per Android. I due sistemi operativi più utilizzati, essendo il primo notoriamente destinato ai device Apple. E il secondo sulla più parte degli smartphone diffusi nel Mondo. Grazie al successo di marchi come le coreane Samsung e LG o le cinesi Huawei e Xiaomi.

La app è praticamente uguale per entrambi i sistemi operativi. Consente di attivare Notifiche push per le vendite.

Design gradevole e user-friendly

Il Design è particolarmente interessante, dato che è stato curato nei particolari. Semplice, intuitivo, gradevole. Rende la navigazione facile e piacevole. Estremamente User-friendly ma anche esteticamente gradevole.

Gamification anche in versione app

Anche nella versione app, come in quella web-based, troviamo la Gamification. Il sistema a punti che consente di ottenere dei premi. Come servizio di incentivo agli utenti nello spronarli a fare meglio.

Estremamente sicura

La app conta fino a 7 misure diverse di sicurezza. Quindi, anche nel malaugurato caso che lo smartphone venisse smarrito o rubato, sarà praticamente impossibile penetrare se non si è l’user. Quindi, non c’è differenza neppure sul tema sicurezza tra le due versioni.

Tracking avanzato

La app di AffiliationPark offre anche un sistema di Tracking particolarmente avanzato. In questo modo, l’utente potrà seguire agevolmente l’andamento delle campagne pubblicitarie. Ma anche in modo più coinvolgente.

Assistenza clienti facilmente raggiungibile

Anche nella versione mobile, sarà possibile contattare facilmente l’assistenza clienti in caso di problemi. Il supporto è sempre raggiungibile.

Non necessario collegarsi sempre da desk

Facilità di gestire il proprio business senza doversi collegare al Pc, o starci per ore.

Estremamente adattabile

La app si adatta a qualsiasi smartphone che monti Android e iOS. E qualsiasi loro versione (salvo quelle particolarmente remote). Quindi, si presenta facilmente adattabile.

Aggiornamenti costanti

La app viene continuamente aggiornata, per rispondere alle nuove esigenze legate alla sicurezza. Ma anche alla necessità di introdurre nuove versioni. Quindi dimensione tecnica e dimensione sicurezza vanno di pari passo.

AffiliationPark opinioni e recensioni

Come sono le opinioni e le recensioni su AffiliationPark? Sul sito sono riportate tre testimonianze di affiliati. Tutte e tre molto positive:

affiliationpark opinioni e recensioni

Facendo un giro sul web, perché magari si diffida da quanto si legge sul sito stesso, si legge comunque come gli affiliati di questa piattaforma sottolineano a maggioranza la vicinanza della piattaforma ai publisher, ma anche nei confronti degli stessi advertiser.

Sono anche spese ottime parole riguardo il supporto di livello professionale offerto, nonché i pagamenti puntuali e gli importi chiari.

Anche le recensioni degli addetti ai lavori sono diffusamente positive, per le caratteristiche peculiari della piattaforma (per esempio, il sistema della gamification), la succitata trasparenza e la facilità di utilizzo della piattaforma.

Per quanto concerne la app, per esempio, su Google Play Store di Android, le recensioni sono ottime. Dato che viaggiano su una media di 4.8. Sebbene siano ancora relativamente poche (31 al momento della scrittura).

recensioni affiliationpark

Va ancora meglio su Appstore di Apple, dove le recensioni sfiorano una valutazione di 5 stelle (4.9) e sono molte di più: 137 al momento della scrittura.

Un fatto strano, peraltro, quest’ultimo. Dato che, dalle nostre varie recensioni, abbiamo sempre notato che solitamente quelle rilasciate su Android siano molto più numerose e generose di quelle rilasciate su iOS. Dunque, la app AffiliationPark sovverte questa regola.

Abbiamo cercato anche su Trustpilot, piattaforma dove le piattaforme vengono poste al severo giudizio degli utenti. Ma non c’è ancora.

AffiliationPark Tutorial

Dove trovare un video tutorial su AffiliationPark? Cercando sulla piattaforma, non ne abbiamo trovato uno. Solitamente, sono inseriti su Youtube e poi caricati sul sito ufficiale. Oppure, creato con piattaforme parallele, come la più utilizzata Dailymotion.

Su Youtube ce ne sono diversi, sulla stessa pagina ufficiale del sito. Di seguito ne riportiamo tre, tra i più interessanti.

AffiliationPark alternative migliori

Quali sono le migliori alternative ad AffiliationPark? Se questa piattaforma non vi ha convinti del tutto, niente paura! Di seguito vediamo diverse valide alternative ad essa, per guadagnare tramite affiliazioni.

Affiliazione Clickbank come funziona

Clickbank pure può risultare molto interessante per chi cerca affiliazioni. Partito come sito straniero, di recente è stata lanciata anche una versione italiana.

Rispetto ad Amazon ed eBay, Clickbank si focalizza soprattutto sulla vendita di e-book, materiale informativo in generale e video corsi. Quindi, si occupa soprattutto di formazione virtuale.

Anche in questo caso, l’affiliazione si basa sui CPS. Sebbene la soglia di percentuale del revenue sia molto elevata: fino al 75% del prezzo complessivo del prodotto acquistato mediante il nostro link o banner.

I numeri ad oggi sono molto elevati: opera in oltre 200 Paesi, da oltre 20 anni e con un volume di affari che ha superato i 4,2 miliardi di guadagni.

clickbank

Ogni offerta disponibile sul sito è stata integrata attraverso un processo rigoroso in modo da poter essere certi che siano pronti per la promozione e concretamente redditizi.

In alcuni casi, le commissioni possono arrivare perfino al 90%. Gli affiliati vengono pagati abbastanza celermente. Inoltre, ClickBank ha messo in piedi un sofisticato sistema di tracciamento HOPLINK ™.

L’utente può scegliere di promuovere prodotti legati a uno degli upsell previsti, nell’ambito del processo di acquisto. Ancora, dato che ClickBank offre prodotti con opzioni di abbonamento, significa che continuerai a guadagnare anche molto tempo dopo la vendita del prodotto o servizio. Proprio perché attiva un abbonamento successivo.

Inoltre, ClickBank consente di interagire con i principali rivenditori di affiliazione. I quali possono aiutarti a migliorare le tue competenze per far crescere il tuo business online.

Tante le categorie dei prodotti che si possono promuovere. Ben 10 al momento della scrittura. Le seguenti:

  1. Arts & Entertainment
  2. E-Business & E-Marketing
  3. Games
  4. Parenting & Families
  5. As Seen On TV
  6. Health & Fitness
  7. Home & Garden
  8. Languages
  9. Self-Help
  10. Spirituality, New Age & Alternative Beliefs

Affiliazione Worldfilia come funziona

Ci troviamo di fronte alla piattaforma che, a detta di vari esperti, è in diretta concorrenza con AffiliationPark.

Worldfilia è invece dedicato soprattutto alle cosiddette offerte “Nutra. Per queste ultime si intende quelle offerte che prevedono soprattutto prodotti per la salute, a base di integratori alimentari. Quindi per la digestione per esempio, ma anche per l’assorbimento di valori nutrizionali importanti per l’organismo o per perdere peso.

Molto puntuale nei pagamenti, ha una offerta di prodotti in vendita molto vasta. Stesso discorso vale per le landing page disponibili.

Come ogni programma di affiliazione che si rispetti, Worldfilia si basa sul meccanismo dei CPS. Le percentuali di revenue si aggirano intorno al 30%.

Anche in questo caso, i numeri sono imponenti: circa 32,2 milioni di euro fino ad ora distribuiti ed oltre 2800 publishers.

Prima di registrarsi, Wordfilia sottopone delle domande all’utente. Con 4 opzioni di risposta. Così per valutare se sa cosa sia la piattaforma, di cosa si occupa, ecc.

wordfilia

Con questa selezione darwiniana di partenza, il sito punta così ad avere una platea di utenti ben selezionati e di qualità. Badando quindi non solo alla quantità ma anche alla qualità.

Registrarsi sarà molto semplice, basterà compilare i seguenti campi:

wordfilia

Affiliazione ProntoCampaign come funziona

ProntoCampaign ha questa filosofia: fornire agli affiliati il materiale necessario al fine di lanciare una campagna in realtà già pronta. Ecco perché si chiama così.

La piattaforma è molto completa. Tra Landing pages, video molto accattivanti ed immagini ben definite. Molto interessante poi la funzione Offer Builder, mediante la quale sarà possibile realizzare il proprio link affiliato in breve tempo.

Inutile dire che, come i precedenti, anche ProntoCampaign si basa sul meccanismo dei CPS.

ProntoCampaign mette a disposizione anche solo le offerte “White”. Intendendo per esse quelle offerte che rispettano le policy delle principali piattaforme di Ads. Si pensi a Facebook e Google Ads.

I prodotti che vanno per la maggiore sono quelli destinati alla cura degli animali domestici (prodotti Pet); i prodotti per la cura personale (Beauty); gadget vari.

Affiliazione Awin come funziona

Awin è un portale decano dell’affiliate marketers. Infatti, è presente sul web dal 2000. Proprio in concomitanza col nuovo Millennio ma anche con la diffusione del web su larga scala.

Se Awin è durato tutti questi anni, il motivo va senza dubbio ricercato nel fatto che promuova brand di qualità. Attualmente, per esempio, circolano colossi come Vodafone, Hotels.com, Expedia, Terranova, eDreams, ecc.

Se da un lato Awin dà una grossa mano agli affiliati dato che promuove brand già molto popolari ed utilizzati, è anche vero però che è molto severo per quanto riguarda le regole pubblicitarie. Un altro fattore, quest’ultimo, per la sua durata nel tempo.

Awin è molto selettivo all’ingresso, però una volta entrati nel circuito, potreste ottenere ottimi risultati.

La piattaforma mette a disposizione anche continui Webinar. Intendendo per essi seminari che si svolgono sul web, quindi comodamente da remoto.

Anche qui i numeri sono di tutto rispetto:

  • Quasi 15mila clienti
  • Oltre 200mila publisher attivi
  • Quasi 150 milioni di vendite generate nel solo 2019

Affiliazione MaxBounty come funziona

MaxBounty è molto più recente del precedente, essendo stato lanciato nel 2004. Molto interessante il ROI offerto agli affiliati, sebbene rispetto ad Awin offra brand meno affermati. Seppur le commissioni siano appunto molto più elevate.

Del resto, il rapporto tipi di brand-commissioni è un po’ come, metaforicamente parlando, una coperta corta. Se avrai brand molto affermati, non si avranno commissioni particolarmente alte. E viceversa. Il motivo è presto detto: più facile è la vendita, meno sarà alto il revenue.

Anche MaxBounty è molto specializzato nel settore nutra, ma non mancano offerte alternative come quelle legate al settore sweepstake, cryptocurrency e mobile content.

Sarà possibile trovare offerte destinate soprattutto agli Stati Uniti e al Canada. Tuttavia, non disdegna il mercato italiano.

Il sito stesso suggerisce di farsi pubblicità sui Social più importanti, sui siti Web ricchi di visitatori, tramite elenchi di e-mail espansivi ed esperienza di acquisto di contenuti multimediali.

MaxBounty mette a disposizione degli users una interfaccia per monitorare i progressi dei propri guadagni ed ottimizzare il rendimento delle proprie campagne.

La piattaforma monitora attentamente il traffico e i click generati. Quindi, è sconsigliato mettere in pratica comportamenti scorretti, in quanto si rischia il ban dal circuito.

Affiliazione AdCombo come funziona

Questa piattaforma è molto simile a MaxBounty, sebbene abbia un target diverso. Se quest’ultimo si rivolge soprattutto ad un mercato oltreoceano, AdCombo predilige il mercato europeo ed asiatico.

Può essere quindi interessante interfacciarsi con mercati in espansione, dove i costi per gli affiliati sono ridotti. Si pensi ai paesi dell’Est Europa o alla Thailandia. 

Su AdCombo ci sono anche gli affiliate managers, che offrono un grande supporto agli utenti neofiti.

La piattaforma è graficamente alquanto accattivante, forse un po’ pesante per come è stata costruita.

In comune con AffiliationPark ci troviamo un sistema di punti. La barra dei punti Porsche si trova nel tuo account AdCombo. Qui puoi vedere la tua attuale quantità di punti Porsche e i tuoi progressi nella classifica: Top 10, Top 20, Top 30, Top 40, Top 50 e oltre Top 50.

Altro punto in comune con AffiliationPark è il fatto che gli affiliati sono sullo stesso piano dei publisher. Sono quindi dei veri e propri partner.

Ricevi 1 punto Porsche per ogni 10.000 USD guadagnati e disponibili per il prelievo sul tuo conto affiliato. Esistono tariffe speciali per la conversione di fondi in Punti Porsche per alcuni tipi di offerte. Secondo questa formula:

(fondi guadagnati) x (tasso di offerta)

Esempio: un affiliato ha gestito il traffico nel periodo dal 1 febbraio 2020 al 1 settembre 2020, guadagnando 350.000 USD disponibili per il prelievo. Quindi, ha ottenuto 35 punti Porsche.

Occorre però sapere che un affiliato non può ottenere punti Porsche per lead non approvati o rifiutati, nonché per i fondi detenuti. Pertanto, sono attribuiti quando c’è una effettiva conversione in vendita.

Alla fine ci sarà anche una estrazione. Con in palio pure due auto Porsche.

Il vincitore viene scelto da un sorteggio. Ogni partecipante al sorteggio riceve gettoni con il suo nickname registrato nella rete AdCombo. Una quantità di gettoni di un partecipante è uguale al numero di punti Porsche guadagnati.

I gettoni di tutti i partecipanti all’estrazione vengono messi in un tamburo della lotteria. L’estrazione per i premi aggiuntivi viene condotto per primo.

Affiliazione ClickDealer come funziona

Questa piattaforma di affiliazione con sede in Olanda è molto consigliata per chi vuole tuffarsi nel settore dating o sweepstake. Ma anche per avere a che fare con brand come catene tipo Lidl e Coop.

Nata nel 2012, è oggi uno dei siti più affermati. Inoltre, è tra i pochi che organizza continuamente dei meetup per gli affiliati.

E’ possibile trovarci oltre 5mila offerte attive, in 180 paesi diversi. ClickDealer offre ottime Landing page con gift card delle catene di negozi al dettaglio e gli ultimi gadget in promozione.

Anche qui ci troviamo varie promozioni per sollecitare gli utenti a fare di più.  E’ possibile fare offerte esclusive con un vasto assortimento di temi creativi e modelli di pagamento flessibili.

Affiliazione GiddyUp come funziona

Piattaforma più recente e meno nota di quelle fino ad ora menzionate, ha comunque ottimi margini di crescita.

GiddyUp, infatti, offre una affiliazione con tanti tra i più popolari prodotti in voga.

E così, è possibile trovare per esempio un condizionatore portatile nel periodo estivo. Oppure prodotti in ascesa come droni o bici elettriche.

Il tutto, accompagnato da discrete commissioni. Che toccano anche i 30-40 euro per vendita conclusa.

GiddyUp si mostra dunque molto utile per quanti cercano affiliazioni che non riguardino il settore Nutra. Certo, molto in voga, ma che porta con sé sempre tanto scetticismo. Visto che si ha a che fare con un tema delicato come la salute. Non a caso, spesso e volentieri è colpito da ban da parte di Facebook.

Affiliazione TopOffers come funziona

TopOffers è invece specializzato nel settore del dating online.

Le offerte attive sono circa 1.500 e coprono buona parte del Globo.

E’ quindi molto settoriale, ma si tratta comunque di un settore che non ha subito flessioni negli anni. Anche perché si punta sempre più al virtuale per fare nuove conoscenze.

Affiliazione Amazon come funziona

Anche le Big Data possono essere ottime fonti di affiliazione.

Non possiamo non iniziare questa carrellata di alternative ad AffiliationPark nel mondo dei colossi del web, se non dal Re dei siti e-commerce: Amazon. Al punto da rendere il suo fondatore e attuale Ceo, l’uomo più ricco del Mondo. Superando in curva da poco perfino Bill Gates (con il Lockdown da Covid-19 che allargherà anche la distanza tra i due, visto che molti sono ricorsi proprio ad Amazon costretti a casa. O hanno imparato ad usarlo per esigenza).

Amazon ha da tempo ideato un suo programma di affiliazione. Mediante il quale pubblicizzare i prodotti che si ritiene facciano guadagnare di più. Oppure, volendo, diversificando la propria offerta su più prodotti.

amazon affiliazione

Il programma di affiliazione Amazon prevede una percentuale di revenue diversa a seconda della categoria di prodotto. Condizioni contrattuali che Amazon si riserva di poter aggiornare continuamente, avvisando comunque sempre i propri affiliati. I quali, se sono d’accordo con le modifiche, non devono fare nulla (il sempre valido, anche a livello virtuale, silenzio-assenso).

Una volta registrati, Amazon valuterà il nostro account, in base alle informazioni personali e al sito web che sarà destinatario dei suoi link e banner.

Infatti, le strade per pubblicizzare i prodotti Amazon sono due:

  • link all’interno di articoli, che riportano ai prodotti in vendita sulla piattaforma (magari è consigliabile scrivere post credibili, dove si recensisce oggettivamente il prodotto, fornendo anche diverse alternative. Quindi, meglio evitare articoli che diano l’idea che siano scritti solo per quello scopo, anche se magari fosse la verità)
  • Banner all’interno del sito web, ai lati o all’interno dei post

Se usi WordPress, il plugin WP MoneyClick è caldamente consigliato. In quanto consente di creare banner pubblicitari sempre visibili dall’utente. Pure nel caso in cui abbiamo installato un ADBlock.

Le percentuali di revenue vanno dall’uno al dieci percento. Infine, il programma di affiliazione di Amazon si riserva anche il diritto di bannarti, qualora i tuoi guadagni siano esigui, quasi nulli.

Infine, l’assistenza clienti è davvero ottima. Risponde nel giro di poco tempo, con grande cortesia e risolutezza. Proprio come quella destinata per la piattaforma madre.

Attenzione però: evitate furbate, del tipo fare acquisti da sé tramite link o banner di affiliazione. Per guadagnare i revenue. Non saranno presi in considerazione dalla piattaforma, in quanto dotata di un discreto sistema di algoritmi. Anzi, rischiate pure di essere bannati per questo motivo.

Affiliazione eBay come funziona

Se Amazon è il Re dell’e-commerce, eBay è sicuramente un principe del settore.

Partito pure qualche anno prima e in modo ancora più rustico del colosso di Bezos (il suo ideatore vendeva oggetti personali di scarso valore, ma pubblicizzandoli in modo strepitoso, come se fossero oggetti unici), è diventato una importante realtà mondiale. Pure molto imitata.

eBay non può essere da meno anche in questo rispetto ad Amazon, e ha lanciato un suo programma di affiliazione: eBay Partner Network.

Anche il programma di affiliazione eBay si basa sui cps, e va dai marchi globali agli stand locali. Mettendo in relazione milioni di acquirenti e venditori in tutto il mondo.

La piattaforma ti dà la possibilità di guadagnare per il traffico che dirigi verso un articolo specifico, ma anche per qualsiasi traffico che porti a una vendita.

Il portale offre strumenti intuitivi e report completi che forniscono i dati dettagliati e dettagliati necessari per comprendere, gestire e migliorare i risultati.

eBay offre le soluzioni necessarie per creare annunci e campagne ideali. Indirizzare il traffico per aumentare le entrate, monitorare le prestazioni e ottimizzare i risultati.

Sarai tu a decidere il miglior modello di affiliazione in base alla tua attività specifica. Il sito consente di integrare al meglio le tue piattaforme mobili, web e social.

Affiliazione Facebook come funziona

Il più popolare Social network al Mondo (anche se Instagram è pronto al sorpasso, ma alla fine è anche esso di Mark Zuckerberg) pure offre la possibilità di generare profitti mediante affiliazioni.

Facebook ha irrigidito abbastanza le sue regole ma resta ancora una fonte di traffico molto importante per gli affiliate marketer a livello internazionale. Parliamo di Facebook Ads.

Una caratteristica peculiare di Facebook Ads, è che va ad intercettare un tipo di domanda “latente“. Ovvero, di quegli utenti che non stanno cercando in modo proattivo un prodotto. Ma si trovano lì per altro e devono essere convinti in modo efficace guardando una inserzione.

Pertanto, i Facebook Ads devono essere maggiormente studiati, cercando di appurare gli interessi che vanno per la maggiore tra gli iscritti. E fare molti test.

Facebook comunque viene in aiuto con vari strumenti per migliorare le proprie ads.

Dopo vari test, sarà possibile generare una landing ad hoc ottimizzata al fine di incrementare le conversioni.

Una strategia che molti utenti stanno trovando vincente, è quella di inviare traffico iniziale su una prelanding tramite advertorial. Dopodiché impostare il remarketing destinato agli utenti rimasti sulla pagina per almeno 30 secondi. Dimostrando un minimo interesse.

Ma questo è solo uno dei tanti metodi da improntare con l’affiliazione Facebook.

Affiliazione Google come funziona

Le affiliazioni di Google si differenziano da quelle Facebook in quanto si va ad intercettare una domanda di tipo consapevole. Cioè si va a incrociare quanti stanno cercando un determinato prodotto o servizio appositamente.

Per fare colpo con le affiliazioni Google, una strategia interessante e che spesso risulta vincente, è il Brand bidding.

In pratica, si fa un’offerta per keyword brand. In sostanza, se io cerco un determinato prodotto su Facebook o altri siti, Google genererà degli annunci che lo riporteranno costantemente. Proprio per attirare l’attenzione dell’utente.

In questo modo, magari si riesce a presentare un prodotto in un secondo momento, quando l’utente sarà pronto ad acquistarlo. Ci avrà pensato per esempio meglio su. Per fare un acquisto più ponderato.

Un’altra strategia è quella delle Keyword transazionali. L’utente potrebbe non aver mai sentito parlare del prodotto che offriamo. Così, possiamo agganciarlo a determinate parole chiave. In questo modo, cercando quelle, finirà per visualizzare anche il nostro prodotto.

Naturalmente non è tutto così scontato e automatico. Occorrono varie fasi di testing per affinare la propria strategia.

Affiliazione Bing come funziona

Come Google, anche Bing potrebbe essere un buon strumento per le affiliazioni.

Bing, infatti, viene impostato di default sui Pc con sistema operativo Windows. Pertanto, se è vero che molti alla fine finiranno per toglierlo ed impostare Google come motore di ricerca, non mancano quanti sono ancora poco avvezzi col web.

Quindi, magari, pur controvoglia, potrebbero lasciare quello. Comunque discreto motore di ricerca.

Per quanto concerne le Bing Ads, vale grosso modo lo stesso discorso fatto per Google. Ne abbiamo parlato più approfonditamente qui.

Alternativa AffiliationPark: creare articoli ben indicizzati

Una alternativa non solo a AffiliationPark ma a tutte le piattaforme di affiliazione, può essere la gestione di un sito web dove pubblicare articoli con scopo promozionale.

Se si è poco o per nulla esperti del campo, un buon consiglio è quello di utilizzare un sito di hosting basato su WordPress. Poiché questa piattaforma è molto semplice ed intuitiva da usare. Quindi, vi eviterà anche l’incombenza (e il costo) di dovervi rivolgere ad un webmaster.

WordPress di fatto offre migliaia tra template, plugin e guide. Non mancano poi gruppi su Facebook con persone competenti ed esperte pronte ad aiutare gli altri.

Osservare cosa fanno gli altri è sempre poi una buona strategia. Cercare di capire le ragioni del loro successo, rubare (nel senso buono del termine) un po’ del loro mestiere e successo.

Se siamo anche abbastanza scarsi con la scrittura (non c’è niente di cui vergognarsi, del resto, ci sono giornalisti che scrivono per importanti quotidiani nazionali e scrivono come cani!), è possibile rivolgersi a piattaforme molto utili come Melascrivi.

Quest’ultima si pone come ponte tra chi necessita di farsi scrivere articolie chi sa redigerli. Il costo medio è di 7-15 euro ad articolo.

Un altro utile suggerimento è anche quello di non limitarsi a parlare di un prodotto. Ma anche di soffermarsi specificamente su un ingrediente che contiene. Così da agganciarsi poi al prodotto. In questo modo, si imposterà un tipo di sito web più professionale e completo. E si renderà anche più accattivante il prodotto stesso, partendo proprio da cosa contiene.

Sebbene WordPress aiuti molto in ottica SEO (con tanto di 3 pallini come quelli del semaforo, in base alla situazione, con tanto di indicazioni su cosa non va), è sempre bene capirne di più dedicandosi a qualche lettura specifica sull’argomento.

Giunti alla conclusione di questa guida completa su AffiliationPark, non ci resta come sempre di farvi un grosso in Bocca al lupo!

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About LucaScialo

Leggi Anche

come creare un blog

Come Creare un Blog: Piattaforme, Strategie e Strumenti – Guida Definitiva

In questa guida parleremo di come creare un blog, partendo dal motivo per cui aprirlo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *