Google Adsense: cos’è, come funziona e quanto si guadagna

Dopo aver letto molti articoli al riguardo, hai deciso di aprire un blog e ora vorresti iniziare a guadagnare grazie a Google Adsense.

Hai avuto un’ottima idea, ma devo avvisarti che non sarà così semplice. Grazie a questa piattaforma, con un po’ di pazienza e una buona strategia, riuscirai a ricavare i primi guadagni e in questa guida ti mostrerò tutto quello che devi sapere su Google Adsense.

google adsense cos'è come funziona e guadagni

Che cos’è e come funziona Google Adsense

Google Adsense è un programma che permette di guadagnare attraverso degli annunci pubblicitari pubblicati sul tuo sito.

Il guadagno proviene dalla quantità di click ricevuti su un singolo annuncio pubblicitario.

Ogni volta che un lettore del tuo blog clicca sopra il banner, tu guadagni una parte dell’introito deciso da AdWords (programma che offre all’advertiser la possibilità di pubblicizzare i suoi annunci).

Tramite Google Adsense, potrai inserire i messaggi pubblicitari più in linea con il tuo sito web, ad esempio se hai un sito dedicato al mondo dei viaggi, inserirai dei banner correlati all’argomento, come le agenzie di viaggio o compagnie aeree low cost.

Perché scegliere Google Adsense

Seppur con il tempo gli introiti per ogni click sono diminuiti, resta comunque un buon modo per provare a guadagnare con il tuo sito web, considerando anche il vantaggio che questa funzione è gratuita.

Ogni annuncio pubblicitario è inoltre verificato, per assicurare sempre la massima qualità degli stessi.

Un altro vantaggio è quello di avere pieno controllo su di essi, sei tu a scegliere quali annunci pubblicitari pubblicare, in base al target del tuo sito e alla tua nicchia di riferimento.

Come creare un account su Google 

Se sapere cos’è e come funziona Google Adsense ti ha convito a volerlo usare, allora il prossimo passaggio da compiere è quello di creare un account per poterlo utilizzare.

Ma per fare questo, se non lo avessi già fatto, devi prima creare un account su Google e ora ti spiegherò tutto nei dettagli.

Creare un account su Google dal tuo pc è una cosa semplicissima, basta aprire la pagina iniziale del motore di ricerca Google e pigiare su “Accedi”, situato in alto a destra.

Dopodiché ti si aprirà un’altra schermata, dove dopo aver cliccato sulla dicitura “Crea account”, dovrai compilare due pagine con tutti i tuoi dati e infine accettare i termini di servizio di Google.




Svolto questi passaggi, potrai finalmente creare il tuo account Google.

Come creare un account su google Adsense

Adesso che hai creato un account Google, puoi iniziare la procedura che ti permetterà di creare un account su Google Adsense, seguendo questi semplici passaggi:

• Collegati al tuo account Google, apri la pagina principale e pigia sul pulsante “Registrati ora”.

Google Adsense

 

• Compila la scheda inserendo i dati richiesti, poi salva e continua.
• Compila i campi richiesti nella pagina successiva e poi crea il tuo account.

A questo punto dovrai pigiare sul tasto “Tipo di account” e selezionare la dicitura esatta per il tuo sito web, tra “Privato o azienda”, quest’ultima è per i siti web che riguardano le aziende o organizzazioni.

Inserisci tutti i tuoi dati nei campi richiesti, pigia su invia e verifica il tuo numero di telefono tramite l’invio di un codice per messaggio o chiamata vocale, scegliendo l’opzione che preferisci.
Dopodiché inserisci il codice che ti è stato inviato nel campo “Codice di verifica” e infine clicca su invia.

A questo punto hai quasi terminato la tua registrazione su Google Adsense, devi soltanto copiare il codice che ti è apparso sul video, pigiando sulla voce “Copia il codice” e andarlo ad inserire sul tuo sito, nel codice HTML.

Infine puoi inserire la spunta accanto alla dicitura “Ho incollato il codice sul mio sito” e pigiare su “Fine”.

Adesso che sei riuscito a creare un account su Google Adsense non ti resta che aspettare la verifica e attivazione del tuo account e poi potrai iniziare a muovere i primi passi su Google Adsense.

Come creare un’unità pubblicitaria

Appena il tuo account sarà attivo, potrai metterti all’opera per iniziare a guadagnare qualcosa con il tuo sito web, ma per fare questo devi innanzitutto creare un banner pubblicitario.

Dopo aver effettuato l’accesso nel tuo account Google Adsense, pigia sulla dicitura “I miei annunci” e seleziona la voce “Unità pubblicitarie”.

Ti apparirà una nuova pagina dove potrai cliccare prima su “Nuova unità pubblicitaria” e poi su “Seleziona”; a questo punto potrai decidere il tipo di banner pubblicitario che intendi creare.

Google Adsense

 

Ad esempio gli Annunci inFeed sono tutti quei banner pubblicitari che si possono collocare nel feed del proprio sito web, gli Annunci di Testo e display, sono quelle unità pubblicitarie che uniscono le immagini a contenuti testuali.

I contenuti corrispondenti sono gli annunci pubblicitari situati alla fine dell’articolo, che permettono di sponsorizzare gli articoli correlati del proprio sito web.

Annunci inArticle danno la possibilità di inserire un banner pubblicitario tra un paragrafo e l’altro del proprio articolo.

Una volta scelto il tipo di unità che preferisci, inserisci tutti i dati per completare la creazione: Nome (da dare al banner pubblicitario), dimensione..

poi pigia sulla voce “Salva e ottieni il codice”, copia il codice che ti verrà fornito e a questo punto puoi incollarlo sul tuo sito web e passati circa 20 minuti, potrai visualizzare la tua unità pubblicitaria.

Adesso finalmente potrai iniziare a guadagnare con google Adsense.

Come inserire un metodo di pagamento su Google Adsense

La prima cosa che devi effettuare se vuoi essere pagato, è inserire un metodo di pagamento.

Per farlo ti basterà collegarti al tuo account Google Adsense e pigiare sulla voce “Pagamenti”; una volta che si sarà aperta la pagina, seleziona la dicitura “Gestisci metodi di pagamento” e clicca sulla voce “Aggiungi metodo di pagamento”, che come ti ricordo può essere soltanto il bonifico bancario.

Dopo aver inserito tutti i tuoi dati richiesti, pigia su salva per completare l’azione.

Come si viene pagati da Google Adsense?

La prima domanda che ti sarai posto dopo aver inserito un banner pubblicitario nel tuo sito è: come si viene pagati da Google Adsense?

Direi che è una domanda legittima, visto che hai fatto tutti questi procedimenti perché speri di riuscire a guadagnare qualcosa con il tuo sito web.

Risponderò volentieri alla tua domanda, potrai prelevare il tuo guadagno solo al raggiungimento della quota di 70 euro, esclusivamente tramite bonifico bancario (in Italia è l’unico modo per prelevare i soldi guadagnati con Google Adsense).

Inoltre questa piattaforma conteggia i guadagni mensili ogni primo del mese e al raggiungimento della soglia minima, ti accrediterà i soldi tramite bonifico bancario ogni 21 del mese.

Come visualizzare l’andamento dei tuoi guadagni su Google Adsense.

Se vuoi visualizzare l’andamento dei tuoi guadagni su Google Adsense, sulla schermata principale del tuo account, ti apparirà uno schema dove potrai prendere nota dell’andamento dei tuoi guadagni.

Se il tuo obiettivo è quello di visualizzare l’andamento dei guadagni di un singolo banner pubblicitario, pigia sulla voce “Rapporti sul rendimento” e poi di nuovo su “Ultimi 7 giorni” e seleziona la voce che preferisci; dopo aver pigiato su “Aggiungi” , seleziona l’unità pubblicitaria che intendi visualizzare attraverso la voce “Unità pubblicitarie”.

Come aumentare i tuoi guadagni con Google Adsense

Nei paragrafi precedenti hai potuto scoprire che il modo per guadagnare con Google Adsense sono i click dei tuoi lettori sui banner pubblicitari del sito web.

Però sinceramente parlando, per riuscire a guadagnare in modo concreto con questa funzione, devi mettere in atto una strategia vincente, altrimenti forse con il guadagno di Google Adsense, potrai andarci a mangiare soltanto una pizza!

Quanto si guadagna con Google Adsense

Se hai appena aperto un blog e vorresti iniziare a monetizzarlo tramite le unità pubblicitarie che hai inserito nel tuo sito, la domanda che ti porrai più spesso sarà: quanto si guadagna con Google Adsense?

Purtroppo però non c’è una risposta precisa, perché tutto dipende da molti fattori: quante persone cliccano sui tuoi banner, il costo per click (CPC) che è la quota definita dagli inserzionisti per sponsorizzare i loro annunci, la quota di partecipazione che Google offre ai proprietari dei siti web che sponsorizzano i loro annunci.

Questa quota ha due percentuali di guadagno differenti: per la sponsorizzazione degli annunci Adsense, si avrà una percentuale di guadagno pari al 68 % dell’importo pagato dagli inserzionisti.

Invece per quanto riguarda i partner di Adsense per la ricerca, ricevono il 51% degli introiti ottenuti grazie alle unità pubblicitarie correlate ai risultati di ricerca.

Lo so, vuoi avere dati certi su quanto si guadagna con Adsense. In genere il CPC, ossia il costo per ogni click, varia da pochi centesimi a un euro, quindi per riuscire a guadagnare grandi somme, devi avere dei numeri importanti di lettori e soprattutto di persone che cliccano sui tuoi annunci pubblicitari.

Non esiste un’entrata fissa mensile. Ad esempio, se il CPC è di 20 cent e tu volessi guadagnare sui 30 euro giornalieri, dovresti avere 150 click sui tuoi banner e se ora ti sembra una cosa semplice, sappi che non è.

Il CPC varia molto da nicchia a nicchia, non c’è un prezzo fisso per ognuno. Tutto dipende.

Guadagni Google Adsense: Un Esempio Pratico (con numeri reali)

Di seguito mettiamo in esclusiva un report (con tutti i guadagni e le cifre) di un nostro vecchio account Google Adsense di un blog di informazione (soprattutto Gossip).

In questo report si può vedere come in un mese si sono ottenuto guadagni per circa 3.350€ con circa 37.900 clicks unici e oltre 1.500.000 di impressioni delle pagine.

guadagni google adsense
Guadagni Google Adsense per Mese – Blog di Informazione

Come si può vedere in una giornata specifica c’è stato un picco importante che è utile analizzare:

 

guadagni google adsense al giorno

 

Da questo report è facile intuire quanto sia potenzialmente interessate dal punto di vista economico guadagnare con Google Adsense.

In un solo giorno, un blog di informazione lanciato dopo alcuni mesi, è riuscito ad arrivare ad picco di oltre 600€ con oltre 7.000 clicks su 312.000 impressioni.

Questo può rendere l’idea di quanto può guadagnare, invece, un giornale online che fa numeri spaventosamente più alti ogni singolo giorno.

Migliore CSM per guadagnare con Adsense

Per sperare di riuscire a guadagnare con Adsense, devi innanzitutto effettuare un lavoro antecedente alla creazione dei banner pubblicitari.




Devi costruire il sito web sulla piattaforma giusta. Già, perché non puoi sperare di guadagnare con un blog, con un CSM gratuito, ma devi investire un minimo del tuo capitale e comprare un dominio e un hosting, solo così puoi riuscire a guadagnare qualcosa con Adsense.

Il migliore CSM, che è anche quello più usato, è WordPress self hosted, non confonderti con WordPress.com che è una piattaforma totalmente gratuita e quindi limitata.

Come scegliere la giusta pubblicità

Per guadagnare con Google Adsense, devi invogliare i tuoi lettori a cliccare sulle tue unità pubblicitarie. Ma in che modo?

Una buona strategia è quella di inserire sia unità pubblicitarie testuali, che visual, perché anche se l’immagine obiettivamente attrae di più di un semplice testo scritto, quest’ultimo potrebbe rivelarsi un’ottima alternativa per tutti quei lettori che lo preferiscono e poi un contenuto testuale, se di qualità, può risultare molto accattivante e incuriosire le persone.

Un altro dettaglio molto importante per selezionare i giusti annunci pubblicitari da inserire nel tuo sito web, è quello di scegliere le giuste dimensioni del banner.

Migliori dimensioni delle unità pubblicitarie

Cerca sempre di scegliere unità pubblicitarie di grandi dimensioni, perché andranno subito a colpire l’occhio del lettore e quindi avrai maggiori possibilità di ricevere il click.

Qui di seguito una lista delle migliori dimensioni da usare, tenendo sempre presente che è un mio consiglio e non l’assoluta verità.

• Rettangolo medio 300×250: supporta annunci testuali e visual. Da inserire nella barra laterale del sito web.

Leaderboard 728×90: supporta immagini e annunci di testo, da posizionare nella parte alta del layout.

The Billboard 970×250: formato molto popolare tra i blogger. Da collocare all’inizio o alla fine della pagina.

• Large Skyscraper 300×600: formato orizzontale, ha il vantaggio di essere di grandi dimensioni e quindi facilmente visibile dai lettori. Puoi posizionarlo nella barra laterale.

Portrait 300×1050: questo banner ha un formato verticale di grandi dimensioni e ciò attira molto gli inserzionisti; anche questo banner può essere posizionato nella barra laterale.

Wide Skyscraper 160×600: è un banner verticale, che supporta messaggi pubblicitari testuali e visual. Da inserire nella barra laterale.

Vantaggi dei banner Adsense

I banner Adsense oltre che a offrire l’opportunità di guadagnare grazie al CPC costo per click, offrono anche ulteriori vantaggi al blogger:

Targhettizzazione: avrai solo annunci inerenti all’argomento del tuo sito web, in modo da avere più possibilità di ricevere click dai tuoi lettori.

• Sei assolutamente libero di scegliere quali annunci pubblicare e quali bloccare.

• Il prezzo pagato dalle aziende è sempre molto alto e questo permette al blogger di guadagnare una discreta somma.

Cos’è lo Smart Pricing e come evitarlo

Lo Smart Pricing è un sistema di penalizzazione che si verifica quando un sito web ha dei click inutili sugli annunci pubblicitari, che non consentono nessun vantaggio agli inserzionisti di AdWords.
Ma da cosa si capisce se un click è utile o meno?

Molto più spesso di quanto immagini, accade che un visitatore del tuo sito web, clicchi su un annuncio pubblicitario senza nessun tipo di interesse per esso.

Gli inserzionisti non avendone ricevuto nessun tipo di vantaggio, vengono rimborsati da Google a svantaggio del publisher che otterrà un compenso nettamente minore per ogni click.

Questa è una delle tante cause percui un blog spesso non monetizza.

Come si può combattere lo Smart Pricing?

Innanzitutto inserendo sul tuo sito contenuti di qualità, che possano invogliare i lettori ad incuriosirsi e poi a cliccare sui banner soltanto quando sono realmente interessanti.

Un altro modo per combattere lo Smart Pricing è quello di eliminare gli annunci poco utili per i tuoi lettori.

Inserisci le unità pubblicitarie nella search box

La search box è semplicemente la barra dove si possono compiere le ricerche interne al tuo sito web.

Tramite Google Adsense, puoi prendere il codice ed inserire le unità pubblicitarie anche tra i risultati di ricerca; in questo modo avrai maggiori possibilità di aumentare i tuoi guadagni con Google Adsense.

Lavora sull’immagine delle unità pubblicitarie

Un ulteriore modo per invogliare il lettore a cliccare, è quello di creare un’unità pubblicitaria accattivante.

Potrebbe essere una buona idea scegliere dei colori che si intonano al proprio sito web, delicati e non troppo forti. Ricordati che la prima impressione, è quella più importante!

Punta sulla qualità, piuttosto che sulla quantità

Come regolamento Google, si possono inserire fino a 3 unità pubblicitarie nel proprio sito web.

Ma non devi per forza inserirne 3. Il mio consiglio è di puntare sulla qualità, piuttosto che sulla quantità, percui anche 2 unità pubblicitarie, ma con un contenuto interessante e che rispecchino l target del tuo sito, andranno benissimo.

Lavora sul primo gruppo di annunci pubblicitari

Un’altra cosa su cui devi porre l’attenzione se vuoi guadagnare di più con Google Adsense è il primo gruppo di annunci che hai inserito nel tuo sito web, perché sono proprio queste le unità pubblicitarie con il miglior CTR e quelle con il CPC maggiore.

Perché molti inserzionisti pagano di più per essere visualizzati per primi.
Una volta che avrai capito quali sono gli annunci più visualizzati, dovrai posizionarli in modo strategico per ottimizzare le possibilità di guadagno.

Mettiti nei panni del lettore

A nessuno piace leggere un articolo completamente interrotto dagli annunci pubblicitari.

Un po’ come quando vedi un film e sul più bello sei interrotto dalla pubblicità.

Cerca di metterti nei panni del lettore, se vuoi che questi ti continuino a seguire, inserisci le unità pubblicitarie in posizioni che non disturbino la lettura scorrevole di un articolo.

Lavora sul tuo blog: scegli una nicchia profittevole

Il modo migliore per provare a guadagnare con il tuo blog, è quello di individuare una nicchia profittevole e non ancora satura.

Però bisogna tener presente che è importante scegliere un argomento che ti appassioni davvero, perchè dovrai scriverci quotidianamente e se l’argomento che tratti non ti interessa, sarà difficile protrarlo a lungo.

Come è chiaro da questo paragrafo, devi prima svolgere un lavoro antecedente alla creazione del blog, solo così avrai qualche possibilità di riuscire a monetizzarlo.

Crea contenuti di qualità

I lettori sono attratti dai contenuti di qualità, più un articolo sarà ben elaborato e più avrai la possibilità di aumentare le tue visualizzazioni e quindi anche i click sulle unità pubblicitarie di Google Adsense.

Per creare un buon articolo, occorre innanzitutto avere un’ottima padronanza della scrittura, in parole povere: bisogna saper scrivere, bisogna conoscere le regole della grammatica e della punteggiatura.

Un altro aspetto fondamentale per creare contenuti di qualità, è saper usare la SEO, per ottimizzare l’articolo sui motori di ricerca e quindi aumentare le visualizzazioni.

Come evitare di essere bannato su Google Adsense

Purtroppo molti blogger emergenti, non leggono le condizioni d’utilizzo di Google Adsense e molto spesso sono vittime di ban. Vediamo le cause più comuni in modo da evitarlo.

Non cliccare sui tuoi annunci e non chiedere agli altri di farlo.

Sapendo che il modo per guadagnare con Google Adsense è quello di ricevere i click sui propri annunci pubblicitari, molti furbetti pensano di guadagnare di più cliccando ininterrottamente sui propri annunci.

Devi sapere invece che questo è un ottimo motivo per essere bannato, perché Google Adsense sa riconoscere i click inutili che andranno a penalizzare l’inserzionista.

Non chiedere neanche agli altri di farlo e se puoi avvisa i tuoi amici e parenti di non cliccare sui tuoi annunci pubblicitari, perché magari loro pensando di aiutarti, possono compiere questa azione.

Evita i contenuti vietati

Non tutti i contenuti possono essere inseriti nel tuo sito web. Infatti sono severamente vietati tutti quei contenuti che violano le norme di Google, come ad esempio: materiale pornografico, contenuti violenti o che incitano all’odio razziale.

Non pubblicare materiale protetto da Copyright

Un’altra causa che può essere motivo di ban, è quella di pubblicare materiale protetto da copyright. A meno che tu non abbia i diritti legali per la pubblicazione di tali contenuti.

Guadagnare con YouTube grazie a Google Adsense

Si può guadagnare con Google Adsense anche senza un sito web, inserendo gli annunci pubblicitari su YouTube.
Si deve creare un proprio canale e collegarlo ad Adsense.

Come collegare il proprio canale YouTube ad Adsense

Per svolgere questa operazione devi accedere dalle impostazioni di YouTube alla pagina Monetizzazione, pigiare sulla voce “Come verrò pagato?” E successivamente cliccare su “Associazione con Adsense” .

Dopo aver premuto “Avanti”, verrai indirizzato alla pagina di registrazione su Adsense. Qui dovrai selezionare il tuo account mail e compilare tutti i campi richiesti, inviare il modulo e poi aspettare l’accettazione della domanda, che va da un minimo di qualche ora a un massimo di 3 giorni.

Quando sarai abilitato, potrai iniziare a guadagnare con You Toube, inserendo le unità pubblicitarie prima di un video. Ovviamente anche in questo caso vale la regola che dovrai avere numeri importanti per sperare di guadagnare qualcosa.

Google Adsense: Funziona davvero

La domanda che tutti si pongono è sempre la stessa: si può davvero guadagnare con Google Adsense?

Purtroppo non esiste una risposta definitiva e come avrai potuto leggere su questo articolo dipende da moltissimi fattori.

Sinceramente molte persone non riescono a guadagnare abbastanza con questa funzione, ma ce ne sono altre invece, che riescono a monetizzare molto bene il loro blog usando solo Google Adsense.

Storie di successo

Qui di seguito voglio riportarti alcune storie di persone che sono riuscite a guadagnare così tanto con Adsense, da riuscire a creare un vero e proprio business di successo.

BuildEazy

BuildEazy è il nome del famoso blog creato da Les Kenny. Questo uomo all’inizio voleva soltanto condividere la sua passione di costruire oggetti dal legno, senza aspettarsi tutto quello che è venuto dopo.

Il blog infatti grazie a Google Adsense, è riuscito a guadagnare così tanto, da permettere a Lenny di andare in pensione per dedicarsi a tempo pieno alla sua attività.

Educación Inicial

Questo è un progetto curioso e al contempo molto bello. Si tratta di un blog, creato da una maestra di scuola materna, per raccogliere i progetti dei suoi piccoli alunni.

È diventata una piattaforma d’ispirazione per circa 5 milioni di persone e ancora oggi, continua a vivere grazie a Google Adsense.

Japan Times

È un giornale in lingua inglese del Giappone, che continua a vivere da più di 100 anni grazie a Google Adsense.

Papilles et Pupilles

Una food blogger francese con la passione per la cucina, ha creato un blog dove poteva esprimere le sue conoscenze culinarie.

Dapprima per pura passione, grazie a Google Adsense questo blog è riuscito a diventare un vero e proprio lavoro per la food blogger, che oggi gira il mondo per conoscere altri bongustai.

whikiHow

whikiHow è la famosa piattaforma che si occupa di diffondere guide sui vari argomenti.

Fin dal primo giorno è stata supportata da Google Adsense e grazie ad esso è riuscita anche ad aumentare il numero dei suoi dipendenti.

Consigli utili

Come hai potuto vedere ci sono delle storie di successo grazie a Google Adsense, non è assolutamente impossibile riuscire a creare un business con questa piattaforma.

Un buon modo per riuscire in quello che fai, è quello di avere costanza e metterci tanto impegno. Crea contenuti di qualità, adotta tutte le migliori strategie, non ti arrendere.

Ricordati che ci vorrà molto tempo prima di riuscire a monetizzare con Google Adsense. Ma sicuramente se seguirai tutti i consigli di questa guida, ce la farai.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 5 Media: 4.2]

About giada90

Leggi Anche

printful

Printful: cos’è, come funziona, come guadagnare, recensioni e opinioni

Il mondo del dropshipping consente a chiunque l’avvio di un’attività di vendita di t-shirt, o …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *