Morningstar: Cos’è? Come Funziona? Pareri? Guida

Morningstar è una piattaforma che offre ai suoi utenti la possibilità di reperire informazioni circa il mondo dei mercati finanziari.

Al giorno d’oggi, basta avere un computer per poter investire da casa. Farlo, però, può essere rischioso, soprattutto se si prendono decisioni basate su informazioni sbagliate.

Morningstar offre analisi indipendenti dei dati che hanno a che fare con i mercati finanziari. Avere dati indipendenti è fondamentale per poter effettuare investimenti sui mercati finanziari.

Ehi tu!!!

Conosci il Mirror Trading? E' l'unico modo per guadagnare con il trading SENZA SAPERNE e SENZA FARE NULLA! Saranno PROFESSIONISTI del trading che lavoreranno per te aprendo le posizioni migliori... il tuo compito sarà quello di COPIARLI in maniera automatica con QUESTO SISTEMA che sta SPOPOLANDO in Italia...

mirror trading

Prenditi qualche minuto e mettiti comodo. Alla fine di questa guida potresti aver trovato lo strumento perfetto per reperire informazioni sui mercati finanziari.

morningstar

Morningstar: cos’è

Morningstar è una società americana che si occupa di servizi finanziari.

Il fondatore della società, Joe Mansueto, ebbe l’idea di fondarla quando, nel 1982, mentre revisionava i report annuali di alcuni fondi di investimento, si rese conto che erano molti i gestori di fondi che gli chiedevano informazioni.

La fondazione vera e propria si ebbe due anni dopo, nel 1984. Con un capitale iniziale di $ 80.000, la prima sede della società fu la camera da letto di Mansueto.

Il nome deriva da una citazione del libro “Walden” di Henry David Thoreau:

“The sun is but a monrning star”

Il sole non è altro che una stella del mattino

Nel 1999, SoftBank acquistò il 20% della società per ben 91 milioni di dollari. L’acquisto è avvenuto dopo che le due società collaborarono in una joint venture in Giappone l’anno prima.

Lo sbarco di Morningstar in borsa si ebbe nel 2005. La sua IPO vide 7.612.500 azioni ognuna al presso di $ 18,5. Da notare che la società, proprio come fece anche Google prima di lei, optò per una IPO aperta, permettendo anche ad investitori privati di acquistare azioni.

Nel 2015, Mansueto deteneva il 55% delle azioni della società, tenendone quindi ancora saldamente il controllo.

La crescita di Morningstar continua ad essere sana e costante negli anni, a testimonianza della qualità del servizio che offre. Nel 2016, ad esempio, la società ha registrato utili per 161 milioni di dollari. Nel 2018, il fatturato toccò il miliardo di dollari.

La crescita della società è testimoniata anche da alcune recenti acquisizioni. Nel 2020, infatti, la società ha inglobato Sustainalytics.

Oltre a fornire pareri sui mercati finanziari, la società gestisce anche gli investimenti di molti clienti. Nel 2019, essa gestiva ben 200 miliardi di dollari.

Servizi offerti

Morningstar offre una serie di servizi davvero notevole per quanto riguarda il mondo della finanza.

Di seguito una loro rapida descrizione.

Gestione fondi

Questo servizio permette a chi ne usufruisce di investire senza doversi preoccupare di studiare gli investimenti che vuole fare.

Il servizio, che attualmente gestisce un fondo di circa 200 miliardi di dollari, infatti, prevede la gestione del denaro degli utenti da parte di esperti dei mercati finanziari.

Questa soluzione è ottima per coloro che hanno dei soldi da parte e che vorrebbero investirli, ma non sono per niente esperti circa l’acquisto e la vendita di titoli, ETF, strumenti finanziari e così via. Far gestire il capitale che si vuole investire a chi è competente in materia permette alle persone di investire senza il bisogno di essere esperti di mercati finanziari.

Nonostante i guadagni, come in tutti gli investimenti, non siano garantiti e il capitale investito sia sempre a rischio, Morningstar ha sempre ottenuto ottimi risultati per i suoi clienti.

Morningstar Direct

Direct è, probabilmente, il servizio della società più apprezzato da chi vuole investire sui mercati autonomamente.

Si tratta, infatti, di una piattaforma che fornisce dati e relative analisi riguardanti i mercati finanziari.

L’importanza dei dati forniti da questo servizio sta nel fatto che essi sono indipendenti e, quindi, non c’è il rischio di ritrovarsi tra le mani informazioni errate. Capita, infatti, che alcune aziende forniscano propri dati falsati al pubblico in maniera tale da attirare investitori.

Direct, invece, permette di usufruire di dati raccolti ed analizzati in maniera completamente indipendente. Morningstar, infatti, è la prima ad essere interessata ad avere delle informazioni veritiere in maniera tale da poter effettuare investimenti vincenti.

Questo servizio è a pagamento e si distingue da quelli gratuiti perché offre analisi decisamente più approfondite.

Altri servizi

I due servizi mostrati precedentemente rappresentano solo due delle numerose funzioni offerte da Morningstar.

Riferendoci in particolare a Direct, che richiede un piano di abbonamento, ci sono degli strumenti meno potenti, ma al tempo stesso efficaci, che offre gratuitamente la stessa Morningstar.

Essi sono:

  • ESG Screener, che ci permette di trovare investimenti sostenibili.
  • Seleziona Fondi, che ci permette di trovare fondi adatti alle nostre esigenze.
  • Seleziona Azioni, che ci permette di trovare azioni in tutto il mondo.
  • Trova ETF, che ci permette di trovare ETF adatti alle nostre esigenze.
  • Seleziona Indici, che ci permette di consultare gli indici Morningstar di tutto il mondo.
  • Seleziona Fondi Pensione, che ci permette di trovare i fondi pensione più adatti alle nostre esigenze.
  • Compara gli investimenti, che ci permette di comparare tra loro investimenti diversi.
  • Barometro dei mercati globali, che mostra degli indici creati ex novo ed utili per valutare gli investimenti.
  • Heat Map, strumento molto utile per analizzare il mercato italiano.
  • Raggi X, che analizza nel dettaglio gli investimenti che abbiamo nel nostro portafoglio.
  • Portfolio, che ci permette di creare ed analizzare dei portafogli di investimento.

Prezzi abbonamento premium

Come accennato, Morningstar offre anche un abbonamento premium. Le principali differenze rispetto al piano gratuito (utilizzabile con la semplice iscrizione al sito web) sono riassunte nella seguente immagine:

Morningstar abbonamenti
Il piano gratuito di Morningstar è ottimo, ma passare ad un piano premium vi permetterà di utilizzare strumenti molto potenti ed esclusivi.

Il prezzo dei vari piani di abbonamento è il seguente:

  • Mensile – € 20
  • Annuale – € 180
  • Biennale – € 300
  • Triennale – € 400

Il vantaggio principale dei piani premium sta nel fatto che le analisi forniteci saranno più dettagliate e fatte in prima persona da esperti del settore.

Come usare Morningstar

Di seguito spieghiamo nel dettaglio come utilizzare i principali servizi offerti da Morningstar.

Sottolineiamo che ci riferiremo alla versione italiana di Morningstar. Esiste, infatti, anche un’altra versione internazionale che è strutturata in maniera leggermente diversa, ma di cui non terremo conto in questa guida.

Iscrizione

Per iniziare ad usare in maniera efficiente Morningstar, la prima cosa che dovremo fare sarà iscriverci al sito web della piattaforma.

Per farlo dovremo recarci nella home del sito e cliccare su “registrati” in alto a destra.

Registrazione Morning
Il pulsante “registrati” si trova nell’angolo in alto a destra della schermata.

Ci verranno richiesti:

  • Nome
  • Cognome
  • Email
  • Password
  • Accettazione di termini e condizioni

Fatto ciò, il nostro profilo Morningstar sarà attivo.

Una volta iscritti, potremo anche attivare la prova gratuita di 14 giorni per i servizi premium. L’attivazione della prova richiede l’inserimento dei dati della carta di credito. Per non far procedere con il pagamento e l’attivazione dell’abbonamento, dovremo disattivare il servizio premium prima della scadenza dei 14 giorni.

Rating di Morningstar

Prima di mostrarvi nel dettaglio le varie funzioni offerte da Morningstar, dobbiamo parlare dei suoi rating.

I mercati finanziari tengono molto conto dei rating che Morningstar assegna ai vari strumenti ed attori del mercato finanziario. Ciò è una prova della loro autorevolezza ed efficacia.

Gli analisti della piattaforma, quando effettuano le loro analisi, tengono in considerazione davvero tanti fattori. Il risultato delle loro analisi viene espresso tramite i seguenti rating:

  • Star Rating. È un giudizio espresso in un numero di stelle che può andare da 1 a 5. Esso ci indica quella che è al momento attuale la qualità di un certo strumento sul quale possiamo investire.
  • Analyst Rating. Questo tipo di rating indica qual è la potenzialità di uno strumento nel lungo periodo. Esso è espresso con i termini “gold”, “silver” e “bronze”. Gli strumenti gold, chiaramente, sono quelli con maggiori potenzialità.
  • Sustainability Rating. La sostenibilità degli investimenti è un tema sempre più attuale. Con questo rating, che assegna un punteggio che va da 0 a 100, viene indicato quanto un investimento è sostenibile. Per assegnare questo punteggio viene tenuto conto dell’impatto ambientale di un investimento, dell’impatto sociale e di molti altri fattori.

Ora che sappiamo come orientarci utilizzando i rating, possiamo descrivere meglio gli strumenti che ci offre Morningstar. Per accedere ad essi dobbiamo cliccare sulla scritta “strumenti” presente in tutte le pagine del sito web.

ESG Screener

L’ESG Screener è lo strumento perfetto per chi vuole ricercare investimenti sostenibili dal punto di vista dell’impatto sociale, ambientale e della governance.

La schermata principale dello strumento si presenta così:

ESG Screener Morningstar
I filtri di ricerca sono numerosi e ci permettono di personalizzare ogni dettaglio della nostra ricerca.

Potremo ricercare gli investimenti in base alla società di gestione, al settore IMA, al settore, alla categoria che ha l’investimento su Morningstar e così via. Il numero di filtri utilizzabili è davvero sterminato.

Oltre a quelli che potete vedere nell’immagine, infatti, ce ne sono molti altri che potete utilizzare cliccando su “espandi“.

L’ESG Screener, oltre a mostrarci una scheda generale che fa da panoramica sui vari investimenti effettuabili, offre anche le seguenti schede:

  • Rendimenti a breve termine. Ci mostra il rendimento medio dell’investimento nel breve periodo.
  • Rendimenti a lungo termine. Come la scheda precedente, ma allarga gli orizzonti a un periodo più grande.
  • Commissioni & Spese. Ci mostra i costi in commissioni dei singoli investimenti. Tra i dati interessanti c’è anche l’investimento minimo richiesto.
  • Portafoglio. Ci mostra informazioni quali la grandezza in denaro del fondo.
  • Rischio. Come intuibile dal nome, ci mostra tutti i rating di rischio assegnati ai singoli investimenti.

Da notare come l’investimento è ricercabile anche tramite ISIN o con il suo nome.

Seleziona fondi

Questo strumento è particolarmente utile per chi vuole trovare un fondo sul quale investire senza badare troppo alla sostenibilità.

Come nel caso precedente, il numero di filtri utilizzabili è davvero sterminato. In questo caso, però essi si concentrano più sui rating assegnati al fondo.

Selezione fondi
I filtri in questo caso si concentrano molto di più sui rating.

Notiamo, infatti, che tra i filtri in primo piano ci sono:

  • Rating Morningstar
  • Quantitative Rating
  • Analyst Rating
  • Sustainability rating

Anche il selezionatore di fondi mostra varie schede. Esse sono:

  • Scheda generale
  • Rendimenti a breve termine
  • Rendimenti a lungo termine
  • Commissioni & Spese
  • Portafoglio
  • Rischio
  • Target Market (non presente nel caso precedente)

Oltre che in base al nome e all’ISIN, qui possiamo cercare il fondo sul quale vogliamo reperire delle informazioni anche in base al ticker.

Da notare che possiamo aggiungere i fondi che selezioniamo ad una lista di elementi che teniamo sotto osservazione. Per fare ciò non dovremo far altro che cliccare su “attività” e poi su “aggiungi a lista“.

Allo stesso modo possiamo richiedere grafici relativi ai vari fondi presenti su Morningstar.

Seleziona azioni

Questo strumento torna particolarmente utile a coloro che hanno deciso di investire in azioni.

Esso, infatti, ci permette di trovare le azioni di nostro interesse tramite ad una serie di filtri sterminata.

Azioni Morningstar
Le azioni possono essere ricercate anche tramite ISIN o nome.

Tra i filtri che possiamo utilizzare ci sono:

  • Mercato. Ci permette di selezionare la borsa nella quale si trovano le azioni che vogliamo analizzare.
  • Settori. Ci permette di indicare i settori ai quali afferiscono le azioni.
  • Rating Morningstar.
  • Capitalizzazione di mercato.
  • ROA
  • ROE

I filtri sono, ovviamente, molti di più e diventano visibili cliccando sul pulsante “espandi“.

La scheda principale che ci viene mostrata quando accediamo allo strumento di selezione delle azioni è la seguente:

Azioni
Nelle colonne sono indicati in maniera sintetica tutti i dati essenziali riguardanti ogni titolo presente in bora.

In questa scheda panoramica ci vengono mostrati elementi quali il mercato nel quale si trova una certa azione, il suo prezzo, la capitalizzazione di mercato e così via.

Tra le schede disponibili abbiamo:

  • Scheda generale
  • Rendimenti a breve termine
  • Rendimenti a lungo termine
  • Profittabilità
  • Ratings Morningstar
  • Crescita
  • Valutazioni

Se dovete acquistare un’azione, quindi, questo è lo strumento adatto a reperire tutte le informazioni che vi servono.

Seleziona ETF

Gli ETF sono tra gli strumenti finanziari più apprezzati negli ultimi anni.

Selezionarli e raccogliere in maniera rapida informazioni su di essi, però, non è per niente. Grazie al selezionatore di ETF di Morningstar, però, questo problema si risolve.

Come per i casi precedenti, potremo ricercare gli ETF per nome o per ISIN. Inoltre, avremo a disposizione anche in questo caso una serie sterminata di filtri di ricerca:

ETF filtri morningstar
Anche in questo caso il pulsante “espandi” ci permetterà di utilizzare altre decine di filtri.

Tra i filtri principali troviamo i classici sulla società di gestione, sul rating Morningstar, sulle spese di gestione e sul rendimento dell’ETF in questione.

Come al solito, ci saranno una serie di sezioni grazie alle quali potremo analizzare nel dettaglio ogni aspetto dell’ETF che vogliamo acquistare.

Le sezioni a nostra disposizione sono:

  • Scheda generale
  • Rendimenti a breve termine
  • Rendimenti a lungo termine
  • Commissioni & Spese
  • Portafoglio
  • Rischio
ETF
La “scheda generale” ci permette di avere una panoramica molto soddisfacente su ogni ETF.

Anche in questo caso potremo aggiungere gli ETF di nostro interesse alla nostra lista. In questo modo potremo tenerli d’occhio facilmente.

Selezione indici

La selezione indici di Morningstar, a differenza dei precedenti tipi di selezione, non offre molti filtri. Sarà possibile, infatti, ricercare gli indici solo per ISIN o per nome.

Gli indici azionari, fondamentalmente, sintetizzano il valore e l’andamento del paniere di titoli a cui fanno riferimento. Tra gli indici più famosi, ad esempio, abbiamo il FTSE MIB e lo S&P 500.

Su Morningstar potremo ricercare più di 18.000 indici, molti dei quali creati ad hoc da Morningstar.

La schermata che ci mostrerà gli indici avrà il seguente stile:

Indici Morningstar

Essenzialmente potremo visualizzare i dati in base all’orizzonte temporale del rendimento.

Per i rendimenti a breve termine avremo a disposizione le seguenti colonne che ci indicheranno il rendimento percentuale dopo un certo tempo:

  • 1 giorno
  • Una settimana
  • 1 mese
  • 3 mesi
  • 6 mesi

Per i rendimenti a lungo termine avremo a disposizione le seguenti colonne che ci indicheranno il rendimento percentuale attualizzato dopo un certo tempo:

  • 1 anno
  • 3 anni
  • 5 anni
  • 10 anni

Da notare, inoltre, che potremo ordinare i risultati in base al nome e al rendimento.

Vista la carenza di filtri, questo strumento è utile principalmente per informarsi circa un indice di cui si è già a conoscenza e del quale si vuole sapere di più.

Seleziona fondi pensione

Di questi tempi, costruirsi una pensione integrativa è considerato praticamente essenziale.

Con il selezionatore di fondi pensione di Morningstar, potremo trovare i fondi pensione più adatti a noi.

Come al solito, potremo utilizzare numerosi filtri. Essi ci permetteranno di trovare i fondi pensione con le caratteristiche che più si addicono a noi. Nonostante i filtri non siano sterminati come nei casi precedenti, essi sono comunque sufficienti.

Fondi pensione
I filtri a nostra disposizione saranno più che sufficienti per trovare i fondi di nostro interesse.

I fondi, inoltre, sono ricercabili anche per nome o per ISIN.

fondi pensione morningstar
Su Morningstar sono presenti i dati dettagliati di oltre 350 fondi pensione. Un database davvero molto fornito.

Anche in questo caso abbiamo varie schede. Esse sono:

  • Scheda generale
  • Rendimenti a breve termine
  • Rendimenti a lungo termine
  • Portafoglio

Nelle scheda generale ci verrà fatta una panoramica sul rendimento medio di un certo fondo pensione, sulla categoria Morningstar alla quale appartiene, sul rating assegnatogli, sulle spese di gestione e così via.

In poche righe avremo molti dati interessanti e di cui tener conto in caso decidessimo di investire in un certo fondo.

Compara gli investimenti

Nelle fasi che precedono l’acquisto di uno strumento finanziario, spesso sorgono dei dubbi riguardo alla sua convenienza rispetto ad altri strumenti.

Grazie al comparatore di investimenti di Morningstar, però, possiamo ridurre all’osso i dubbi che ci attanagliano.

La pagina principale del comparatore di investimenti si presenta così:

compara investimenti
Potremo selezionare tra una ampissima gamma di strumenti finanziari.

Per iniziare ad utilizzare il comparatore dovremo cliccare su “aggiungi titolo“. Potremo selezionare tra due o più titoli.

compara investimenti 2 morningstar
Nel nostro esempio abbiamo selezionato due titoli che hanno a che fare con BancoPosta.

Ci verranno restituiti una serie di dati riguardanti i titoli selezionati e messi gli uni di fianco agli altri.

Tra le sezioni più interessanti c’è sicuramente quella “informazioni chiave“. Essa ci mostra a confronto i dati chiave riguardanti ogni investimento che abbiamo selezionato.

compara investimenti 3

compara investimenti 4 morningstar

Particolare interesse va dato al punto “obiettivo di investimento“, che spiega in poche parole qual è l’obiettivo di investimento che tenta di perseguire lo strumento che abbiamo messo sotto analisi.

Oltre alla sezione “informazioni chiave”, ci sono anche le seguenti sezioni:

  • Grafico di crescita. Ci permette di vedere e confrontare su un grafico l’andamento dei titoli messi a confronto.
  • Rendimento. Essenziale per capire come i titoli selezionati si sono comportati dal punto di vista del rendimento. Oltre al rendimento medio, viene mostrato anche il rendimento per periodi di tempo brevi e lunghi.
  • Portafoglio. Mostra informazioni riguardanti il portafoglio di un certo investimento.
  • Commissioni e spese. Riassume in poche righe tutte le commissioni, le spese e l’investimento minimo da effettuare per investire in un certo strumento.
  • Rischio e rating. Ci mostra tutti i rating assegnati agli strumenti. In base ad essi possiamo capire in linea di massima la bontà di un certo investimento.

Questo strumento, quindi, è essenziale per chi ha il dubbio su quali strumenti selezionare nelle fasi che precedono l’investimento vero e proprio.

Barometro dei mercati internazionali

Tra gli strumenti più interessanti forniti da Morningstar c’è il barometro dei mercati internazionali.

Spiegare che cos’è non è semplice. Per questo motivo utilizzeremo le parole usate anche da Morningstar per descrivere questo strumento:

“Il Morningstar Global Market Barometer è una rappresentazione stilizzata dei mercati azionari mondiali e non intende rappresentare confini geografici o politici precisi. La famiglia degli indici azionari Morningstar alimenta la rappresentazione sulla mappa dell’andamento dei mercati. I valori di chiusura e apertura sono presi dalle Borse locali di ciascun paese. Il valore di chiusura rappresenta l’attuale livello dell’indice al netto delle variazioni dei tassi di cambio. La variazione giornaliera è calcolata come differenza tra ultimo valore e valore di chiusura. La performance storica è basata sui rendimenti lordi finali”.

Barometro mercati globali
La mappa fornita dal barometro dei mercati internazionali è estremamente intuitiva ed efficiente.

In pratica, il barometro ci mostra una mappa sulla quale è indicato l’andamento dei mercati in tutto il mondo. Il colore verde indica che i mercati sono in crescita, mentre il colore rosso indica che sono in perdita.

Andando a modificare gli orizzonti temporali, inoltre, possiamo vedere come si sono comportati i mercati su periodi diversi.

Heat Map

L’Heat Map (letteralmente “mappa di calore“) fornita da Morningstar sul sito italiano ci permette di vedere le performance giornaliere e storie del FTSE MIB e del FTSE Italia All Share.

Heat Map Morningstar
La mappa di calore è costituita da una sorta di griglia colorata composta dai titoli degli indici che prendiamo in considerazione.

Oltre a poter scegliere tra due indici, potremo selezionare anche l’orizzonte temporale in base al quale mostrare la performance dei titoli.

Passando col mouse sui riquadri, inoltre, si aprirà una finestrella che ci mostrerà i principali dati riguardanti il titolo sul quale stiamo tenendo il puntatore.

Possiamo anche decidere di ordinare la mappa in base a:

  • Ticker
  • Performance
  • Settore

Le heat map sono, in generale, molto utili per avere una visualizzazione grafica del comportamento dei panieri di titoli.

Sul web sono presenti anche le heat map di moltissimi altri panieri di titoli.

Raggi X

Se deciderete di creare almeno un portafoglio su Morningstar, potrete utilizzare questa funzione. La creazione di un portafoglio non prevede l’investimento effettivo in determinati strumenti tramite Morningstar, ma solo l’inserimento dei dati (capitale, tipo di strumenti e così via) relativi ai vostri investimenti.

In questo modo la piattaforma potrà analizzare il nostro portafoglio e fornirci dati estremamente interessanti circa esso.

Ad esempio, la piattaforma analizzerà come è composto il vostro portafoglio (azioni, obbligazioni, liquidità e via dicendo) e come sono geograficamente distribuiti i vostri investimenti.

Proseguendo l’analisi ci verrà indicato in quali settori azionari abbiamo investito (immobiliare, tecnologia, comunicazioni e così via) e la distribuzione in percentuale dei nostri investimenti nelle varie categorie.

Non mancheranno, ovviamente, i dati e i grafici sulle performance. Essi ci permetteranno di capire se il nostro portafoglio si sta comportando bene o se è necessario andare a compiere drastiche modifiche.

Oltre ai classici rendimenti, ci sarà anche una sezione dedicata ai rendimenti cumulati.

Infine, ma non per importanza, ci verranno mostrate in sintesi le spese sostenute in gestione e commissioni per il nostro portafoglio. Questo aspetto torna molto utile per capire se è il caso di cambiare o meno intermediario.

I Raggi X di Morningstar, quindi, sono uno strumento eccellente per tenere d’occhio in pochi click i nostri portafogli di investimento e, di conseguenza, per gestirli al meglio.

MyPortfolio

Come accennato nel paragrafo precedente, su Morningstar potremo creare dei portafogli da far tenere d’occhio alla piattaforma.

Con il piano premium potremo creare un numero illimitato di portafogli. Con il piano gratuito, invece, ne potremo creare un massimo di cinque. Tale numero è comunque sufficiente per i piccoli investitori.

Per creare un portafoglio dovremo, innanzitutto, assegnargli un nome e poi inserire al suo interno tutti gli strumenti finanziari che abbiamo acquistato e i dati richiesti da Morningstar.

Come già detto nel paragrafo precedente, questo strumento ci permetterà di tenere d’occhio in maniera più semplice i nostri investimenti e, quindi, avere maggior controllo su di essi.

Morningstar Direct

Il piano premium di Morningstar ci permette di usufruire di alcune funzioni extra che possono tornare comode agli investitori più esperti.

Tra di esse segnaliamo la possibilità di poter esportare in Excel le ricerche fatte su fondi, ETF e fondi pensione. Questa funzione torna molto utile in ambito lavorativo.

Altra cosa utile sono le analisi esclusive degli esperti Morningstar su alcuni strumenti finanziari. Esse sono estremamente dettagliate e accompagnate, oltre che dai semplici grafici e dati, anche da spiegazioni testuali molto approfondite.

La versione premium di Morningstar, quindi, la consigliamo principalmente a chi investe sui mercati finanziari come lavoro. Essa offre degli strumenti avanzati e non essenziali a chi vuole effettuare dei piccoli investimenti.

Utilizza la newsletter e il blog di Morningstar

Prima di concludere la nostra guida, vogliamo invitarvi ad utilizzare il blog di Morningstar e la loro newsletter.

Come detto, i mercati tengono molto conto del parere e dei rating di Morningstar. In passato è capitato più volte che determinati strumenti finanziari abbiano performato meglio o peggio dopo le dichiarazioni di Morningstar.

Il consiglio, quindi, è di leggere sempre il blog della piattaforma e di tenere fortemente in considerazione gli articoli pubblicati.

Un modo per restare sempre aggiornato su ciò che pubblicano è iscriversi alla loro newsletter.

Questo consiglio vale anche per tutte le altre piattaforme e siti autorevoli che trattano di mercati finanziari e che con la loro opinione riescono ad influenzarli.

Conclusioni

Morningstar è una piattaforma eccezionale per tenere sotto controllo i propri investimenti.

Essa ci permette di analizzare ogni dettaglio di moltissimi strumenti finanziari. L’affidabilità delle sue informazioni, inoltre, è una manna dal cielo per piccoli e grandi investitori.

La maggior parte dei suoi strumenti sono gratuiti, ma se volete diventare dei veri professionisti del settore, non possiamo che consigliarvi di attivare un piano premium. Il suo costo, alla fine dei conti, non è alto.

Se volete investire sui mercati finanziari, quindi, tenete fortemente in considerazione l’utilizzo di Morningstar.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 2 Media: 5]

About Vincenzo Napolitano

Atletico, salutista, non procrastinatore, sensibile. Vincenzo Napolitano non è nulla di tutto ciò. Scrive cose di marketing (soprattutto digitale) per Notizie.Business.

Leggi Anche

fineco trading

Fineco Trading: Come Funziona? Conviene? Opinioni e Pareri?

Oggi ritorniamo a parlare per i nostri amici investitori, ed in particolare per i traders, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *