eToro: Come funziona? Opinioni e recensioni sul broker

eToro è un broker online che permette di fare trading di CFD, azioni, criptovalute ed ETF.

Il trading online è diventato un vero e proprio lavoro per moltissime persone. Il raggiungimento di grandi risultati, come in tutte le cose della vita, richiede grandi sforzi e una dedizione completa a questo tipo di attività.

Altro elemento fondamentale per ottenere successo nel mondo del trading online riguarda la selezione di un broker che faccia al caso nostro.

In questo articolo analizzeremo nel dettaglio eToro, uno dei più famosi broker sul mercato del trading online. Ti spiegheremo come funziona, quali strumenti offre ai suoi clienti e cosa ne pensano i suoi utilizzatori.

Mettiti comodo e prenditi qualche minuto solo per te. Alla fine di questo articolo potresti aver scoperto un broker perfetto per te!

etoro

eToro: cos’è

eToro è uno dei broker presenti sul mercato del trading online da più tempo in assoluto.

Esso nasce in Israele nel 2007 e da allora la sua crescita è stata costante. Nel 2018 il suo valore si aggirava intorno agli 800 milioni di dollari!

Nel corso della sua storia, il broker ha sempre puntato sull’innovazione. Oltre allo sviluppo interno di nuovi prodotti innovativi, le acquisizioni di società fintech da parte del broker, infatti, sono innumerevoli.

Negli ultimi anni, il broker si è concentrato in particolare nello sviluppo di tutto ciò che riguarda il trading di criptovalute.

Logo eToro
Il logo del broker eToro.

 

Di seguito un rapido riassunto della storia del broker:

  • 2007: tre imprenditori fondano il broker. Il loro obiettivo è quello di permettere a chiunque di fare trading, riducendo l’influenza che esercitano le istituzioni finanziarie tradizionali sui mercati.
  • 2007: il broker lancia la sua prima piattaforma per fare trading online. Essa offre grafici e numerosi strumenti finanziari.
  • 2009: arriva una nuova piattaforma per fare trading online. Si tratta di WebTrader.
  • 2010: grazie alla piattaforma OpenBook, eToro è tra i primi broker al mondo a permettere l’utilizzo di strumenti di copytrading.
  • 2012: il broker rilascia la sua applicazione per dispositivi mobili. Essa permetteva (e permette anche ora) di fare trading direttamente dai nostri dispositivi iOS e Android.
  • 2013: le azioni sbarcano tra gli strumenti finanziari messi a disposizione dal broker.
  • 2015: eToro si dà una rinfrescata e modifica le interfacce di WebTrader e OpenBook.
  • 2016: i CopyPortfolios fanno la loro comparsa. Essi sono dei portafogli gestiti che seguono i migliori trader e operano su determinati asset seguendo in automatico le migliori strategie a disposizione in un certo momento. I CopyPortfolios sfruttano l’apprendimento automatico.
  • 2017: le criptovalute entrano a far parte degli strumenti finanziari offerti dal broker.

Ora analizziamo quelle che sono le licenze possedute dal broker e quali garanzie esse offrono agli utenti che lo utilizzano.

Licenze e garanzie

Per scegliere un broker, dobbiamo sapere quali sono le licenze di cui è in possesso e quali garanzie esse ci offrono.

Un modo per iniziare a capire quali sono le possibili licenze di cui gode un broker è quello di vedere dove si trovano le sue sedi fisiche.

eToro ha sedi sparse in tutto il mondo. I suoi uffici principali si trovano a:

  • Limassol, Cipro
  • Londra, Regno Unito
  • Tel Aviv, Israele

Esistono anche degli uffici regionali, i quali si trovano nelle seguenti località:

  • Sydney, Australia
  • Hoboken, U.S.A.
  • Hong Kong, Cina
  • Pechino, Cina

Gli utenti italiani che vogliono utilizzare eToro, ovviamente, potranno fare rivolgendosi al suo ramo europeo. In tal caso, quindi, la sede di riferimento del broker è quella con sede a Limassol, Cipro.

L’autorità che vigila sui broker che hanno sede a Cipro è la CySEC (Cyprus Securities & Exchange Commission). eToro possiede la licenza 109/10 rilasciata proprio dalla Cyprus Securities & Exchange Commission.

Inoltre, il broker gode anche della licenza rilasciata dalla CONSOB, autorità di vigilanza italiana. In particolare, si tratta dell’iscrizione numero 2830.

Infine, il broker segue la normativa di riferimento MIFID 2, che tutela i clienti dei broker sotto numerosi punti di vista.

Tali licenze, ovviamente, valgono sempre e solo per il ramo europeo di eToro. Se ci rivolgeremo ad altre sue sedi, le licenze e le garanzie potrebbero cambiare.

Lloyd's of London
Logo di Lloyd’s of London, importante compagnia assicurativa con la quale eToro ha sottoscritto una polizza da un milione di dollari per cliente.

Quali garanzie offrono queste licenze

Queste licenze che abbiamo appena elencato, fortunatamente, non sono semplice burocrazia o carta straccia. Esse garantiscono una serie di tutele a tutti i clienti europei del broker!

Di seguito una rapida sintesi delle garanzie che eToro offre ai suoi clienti:

  • Adesione al fondo ICS (Ivestor Compensation Scheme). Questo schema è una sorta di assicurazione che garantisce un indennizzo a quegli investitori che subiscono perdite nel caso in cui eToro non riesca ad adempiere ad eventuali debiti nei confronti dei suoi clienti. L’indennizzo massimo è pari ad € 20.000.
  • Assicurazione aggiuntiva. Oltre al sopracitato schema, il broker ha sottoscritto anche un’altra polizza con i Lloyd’s of London. Essa garantisce ai clienti del broker fino ad 1 milione di euro di indennizzo per cliente in caso di inadempienze da parte del broker.
  • Regole sulla segregazione dei fondi. Il patrimonio del broker è completamente distinto e separato da quello dei suoi clienti. Ciò significa che in caso un creditore di eToro si volesse rifare sui conti degli utenti, non potrebbe farlo.
  • Impossibile raggiungere un bilancio negativo. Nel rispetto delle più recenti normative, i clienti di eToro non possono raggiungere un bilancio negativo sui loro conti.

In caso dovessimo iniziare ad utilizzare il broker rivolgendoci ad una sede diversa da quella europea, chiaramente, le licenze e le relative garanzie potrebbero cambiare. Ti invitiamo, quindi, a prestare attenzione e ad iscriverti ad eToro solo tramite il sito italiano del broker.

Opinioni degli utenti su eToro

Le recensioni scritte dagli utenti e ottenute dalla quasi totalità dei broker che operano online, sfortunatamente, sono molto negative.

Quella di avere recensioni negative è una tendenza comune a moltissimi broker. Ciò è dovuto al fatto che la maggior parte delle persone si improvvisano trader e lasciano una recensione subito dopo aver subito grosse perdite.

Improvvisarsi trader non è una cosa intelligente. Versare dei soldi su una piattaforma ed iniziare a fare trading a caso, nella maggioranza dei casi, ci porterà solo a subire delle perdite.

eToro, purtroppo, ha una valutazione abbastanza negativa su TrustPilot. Il broker, infatti, ha ottenuto appena 2,1 stelle su un massimo di cinque.

C’è da dire che molte delle valutazioni negative arrivano da utenti che hanno investito in maniera completamente insensata il loro denaro e che, quindi, hanno pubblicato una recensione poco oggettiva.

Se andiamo ad analizzare quelle che sono le recensioni più oggettive, invece, possiamo notare che la maggior parte delle lamentele è legata a due elementi:

  • Servizio clienti
  • Lentezza operazioni di deposito e prelievo fondi

La maggior parte degli utenti, infatti, si lamenta del servizio clienti. Esso è lento e inefficace. Alcuni utenti hanno detto di aver aspettato settimane per ricevere una risposta ad un loro ticket.

Altra nota dolente sono i servizi bancari per effettuare depositi e prelievi. Anche essi, secondo molte recensioni, sono lenti e, a volte, vedono passare settimane prima dell’arrivo di una somma sul conto per fare trading o sul proprio conto bancario personale.

Ci teniamo a sottolineare che, anche a causa della pubblicità pressante fatta da eToro sul web, esso è utilizzato da tantissime persone che non hanno grande esperienza col mondo del trading. Ciò le porta a lasciare valutazioni negative non appena perdono una parte o la totalità del loro capitale.

Per quanto riguarda l’opinione di alcuni esperti del settore, essi ritengono eToro un broker valido.

Certo, esso soffre di alcune problematiche che sopra abbiamo citato, ma garantisce degli ottimi servizi, è semplice da usare ed è sicuro.

Pannello trading
Schermata principale della piattaforma di trading di eToro.

eToro è una truffa?

Per quanto detto sino ad ora, possiamo affermare che eToro non è una truffa. Anzi, il broker offre ai suoi clienti moltissime garanzie legate alle licenze che possiede e alle polizze assicurative che ha stipulato.

A tal proposito, richiamiamo la polizza che il broker ha stipulato con Lloyd’s of London, che rimborsa ogni cliente del broker con un massimo di un milione di euro in caso di inadempienze da parte del broker stesso.

In definitiva, eToro non è una truffa e potete utilizzare il broker senza la paura di vedere i vostri soldi e i vostri dati rubati.

Come funziona eToro

In origine, eToro permetteva solamente di fare trading di CFD e sul Forex.

Nel corso del tempo, però, l’offerta del broker si è ampliata ed adattata alle richieste della sua clientela. Il broker, infatti, ora permette di fare operazioni anche con azioni reali, criptovalute ed ETF.

Vediamo nel dettaglio quali strumenti di mercato si possono negoziare su eToro.

Mercati a disposizione su eToro

Come detto, eToro in origine era un broker incentrato sul Forex e sul trading di CFD.

Questi ultimi, probabilmente, sono lo strumento più diffuso tra chi fa trading online.

L’acronimo “CFD” indica gli ormai famosi contratti per differenza. Essi sono uno strumento finanziario che opera utilizzando altri strumenti finanziari come sottostanti.

Vediamo nella pratica cosa significa utilizzare i CFD.

Per riuscire ad ottenere un guadagno con i CFD, bisogna riuscire a prevedere se la variazione del prezzo dell’asset sottostante al CFD sarà positiva o negativa. Se la previsione che faremo sarà corretta, riusciremo ad ottenere un guadagno da essa.

I soggetti coinvolti nel trading di CFD sono principalmente due:

  • Acquirente
  • Venditore

Essi, quando aprono una posizione, si accordano per scambiare denaro a vicenda a seconda di come varierà il prezzo dell’asset sottostante al CFD. Se il prezzo subirà una variazione positiva, l’acquirente otterrà un guadagno dall’operazione. Nel caso contrario, quando il prezzo subisce una variazione negativa, sarà il venditore a guadagnare dall’operazione.

Sotto un certo punto di vista, i contratti per differenza sono molto simili a delle scommesse. A differenza di queste ultime, però, la conoscenza dei mercati sui quali si va ad operare può aumentare di molto le nostre probabilità di generare un guadagno.

Andiamo ad analizzare nel dettaglio quali asset posso scambiare su eToro e quali di essi possono essere scambiati anche senza CFD.

Azioni

Le azioni sono lo strumento finanziario più famoso al mondo, su questo non c’è alcun dubbio.

Tramite l’acquisto di azioni possiamo acquisire quote di proprietà dell’azienda alla quale fanno riferimento. Ogni singola azione, infatti, rappresenta una piccola particina di un’azienda. Più azioni possediamo e più grande sarà la quota di azienda in mano nostra.

Il prezzo delle azioni può essere influenzato da un numero sterminato di fattori. Il fattore più noto al grande pubblico è sicuramente l’andamento del mercato della domanda e dell’offerta. Se un’azione è acquistata da molte persone, il suo prezzo si alzerà. Al contrario, se essa è venduta da molte persone, il suo prezzo calerà.

Anche la strategia che adotta un’impresa può influire sul prezzo delle sue azioni. La strategia adottata, a volte, influisce più dei profitti che un’azienda genera.

Un esempio di ciò lo ritroviamo in Tesla e Nikola. Esse sono due società che sviluppano e vendono veicoli elettrici e che, nonostante abbiano profitti bassi, riescono a mantenere alto il prezzo delle loro azioni grazie alla loro strategia che le vede impegnate nel puntare tutto sull’innovazione tecnologica.

eToro permette di fare trading utilizzando le azioni come sottostante dei CFD o acquistandole direttamente.

Tra le azioni a disposizione sul broker segnaliamo quelle di:

  • Tesla
  • Pepsi
  • Amazon
  • IBM
  • Zynga
  • Deutsche Bank
  • Bayer
  • Merck

Il portafoglio di azioni offerto da eToro è davvero sterminato. Possiamo selezionare tra più di 1.500 azioni da 17 borse mondiali.

Commissioni CFD
Sulle azioni pagheremo delle commissioni solo se le acquisteremo come asset sottostante ad un CFD.

Indici

Gli indici sono anche essi uno strumento finanziario molto conosciuto anche tra chi mastica poco il mondo dei mercati finanziari.

Ogni indice è, in pratica, la rappresentazione di un insieme di titoli azionari. Questo insieme di titoli può essere creato in base a vari criteri. Lo S&P 500, ad esempio, rappresenta l’insieme dei titoli azionari delle 500 aziende statunitensi con maggiore capitalizzazione di mercato.

Anche il prezzo degli indici può essere influenzato da un numero elevato di fattori. Questi fattori, solitamente, sono legati alla natura delle azioni che vanno a formare quel determinato indice.

Se, ad esempio, dovessimo prendere in analisi un indice che raggruppa le principali società norvegesi di pesca, esso vedrà il suo prezzo influenzato soprattutto dall’andamento della stagione di pesca e dalle leggi riguardanti tale attività.

eToro permette di utilizzare gli indici come sottostante dei CFD per fare trading. In totale il broker offre 15 indici:

  • AUS200
  • China50
  • DJ30
  • ESP35
  • EUSTX50
  • FRA40
  • GER30
  • HKG50
  • ITA40
  • JPN225
  • NSDQ100
  • SPX500
  • SUI30
  • UK100
  • USDOLLAR

Il broker, come avrai notato, offre indici relativi ad azioni provenienti da ogni parte del mondo. Le possibilità di scelta, quindi, non saranno un problema.

ETF

Gli ETF sono tra gli strumenti finanziari che hanno visto crescere la loro fama più di tutti gli altri strumenti nel corso degli ultimi anni.

Gli ETF sono molto simili agli indici e sono quotati in borsa. Questo strumento finanziario, infatti, permette alle persone di investire su un certo insieme di beni che replicano in maniera fedele determinati indici di borsa.

Il principale vantaggio degli ETF riguarda la loro gestione passiva. Una volta che un investitore li acquista, quindi, non dovrà fare niente altro (se non decidere di tenerli o venderli). Essi, infatti, si adattano da soli agli indici che replicano.

Su eToro, attualmente, troviamo 253 ETF. Tra di essi ci sono quelli di Vanguard, PIMCO, iShares, SPDR e così via.

Come per le azioni, potremo usare gli ETF come strumento sottostante ai CFD oppure potremo acquistarli direttamente senza passare per i CFD.

Materie prime

Le materie prime rappresentano un mercato finanziario molto interessante.

Come avrai intuito già dal loro nome, il mercato delle materie prime tratta prodotti quali:

  • Cibo
  • Metalli
  • Combustibili

La variazione del prezzo di ogni materia prima dipende molto dalla sua natura. Ciò che può influenzare il prezzo delle arance, ad esempio, potrebbe non influenzare il prezzo del petrolio.

Solitamente, le materie prime che richiedono un processo di estrazione (combustibili fossili, metalli, pietre e via dicendo) vedono il loro prezzo influenzato molto dal mercato della domanda e dell’offerta. Il loro prezzo, inoltre, è influenzato anche dalla situazione geopolitica del Paese nel quale si trovano i siti di estrazione.

eToro permette di utilizzare le materie prime come asset sottostante ai CFD. In totale potremo scegliere tra 46 materie prime. Tra di esse ci sono:

  • Oro
  • Argento
  • Rame
  • Gas naturale
  • Zucchero
  • Petrolio
  • Cacao
  • Cotone
  • Grano

Comprare delle materie prime tramite CFD non significa che esse saranno fisicamente nostre. L’unica cosa che faremo tramite i CFD sarà tentare di prevedere la variazione di prezzo della materia prima che utilizzeremo come asset sottostante.

Forex

Il mercato Forex è stato tra i primi in assoluto ad essere utilizzato nel mondo del trading online.

Esso consiste nello scambio di valute. In base al tasso di cambio che varia, il trader deve tentare di capire come varierà il valore reciproco delle due valute appartenenti alla coppia che sta utilizzando come asset sottostante al CFD.

Su eToro, infatti, è possibile utilizzare il Forex come asset sottostante ai CFD.

eToro ha iniziato a lavorare online proprio tramite il Forex. Non a caso, la sua offerta è molto ampia già da molti anni.

Sul broker, infatti, potremo selezionare tra ben 52 coppie di valute.

Commissioni cripto
A seconda della criptovaluta sulla quale opereremo, pagheremo una commissione differente.

Criptovalute

Le criptovalute stanno riscuotendo sempre maggior rilevanza all’interno della nostra società. L’interesse che gira attorno ad esse è talmente alto che da alcuni anni molti broker le hanno inserite tra gli strumenti finanziari a disposizione dei loro clienti.

Il principale fattore che fa variare l’andamento del prezzo di una criptovaluta è il mercato della domanda e dell’offerta. Un altro fattore è legato alla tecnologia sulla quale si basa la criptovaluta.

Su eToro è possibile acquistare e vendere ben 18 criptovalute differenti. Esse sono:

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • Bitcoin Cash
  • Ripple
  • Dash
  • Litecoin
  • Ethereum Classic
  • Cardano
  • IOTA
  • Stellar
  • EOS
  • NEO
  • TRON
  • ZCASH
  • Binance Coin
  • Tezos
  • USDX/USD
  • GRAM

Potremo usarle come asset sottostante ad un CFD oppure acquistarle direttamente.

Piattaforme ed app

eToro ha tra i suoi punti di forza la sua piattaforma di trading. Essa è stata completamente sviluppata dal broker.

Si tratta di una piattaforma web e, quindi, non necessita di alcuna installazione sul computer per essere utilizzata. Di conseguenza, anche i PC più vecchi saranno in grado di utilizzare la piattaforma senza alcun problema.

La piattaforma è estremamente intuitiva ed è divisa in comode sezioni a seconda di ciò che dobbiamo fare. Le principali sezioni sono:

  • Portafoglio
  • Bacheca
  • Mercati
  • CopyPortfolios

Nel portafoglio, come intuibile dal nome, troviamo una panoramica riguardante tutte le nostre operazioni.

Nella bacheca sono presenti le principali news riguardanti i mercati finanziari. Esse sono postate dagli altri utenti di eToro.

Ad ogni modo, dobbiamo ammettere che l’interfaccia della piattaforma di trading di eToro è tra le più pulite ed intuitive in assoluto.

Applicazione per iOS e Android

Oltre alla piattaforma di trading, eToro offre anche un’ottima applicazione per dispositivi mobili con sistema operativo iOS e Android.

L’applicazione replica in maniera fedele tutte le principali caratteristiche della piattaforma web, rendendo comoda l’attività di trading anche da dispositivi mobili.

L’app, purtroppo, subisce delle forti limitazioni per quanto riguarda i grafici. Essa, infatti, offre solo 5 tra strumenti geometrici ed indicatori (la versione web, invece, ne offre circa 80).

eToro app mobile
eToro offre ai suoi clienti anche una comoda applicazione per dispositivi iOS e Android.

Strumenti

eToro, oltre agli strumenti di analisi offerti dalla sua piattaforma di trading, offre due interessanti strumenti per chi vuole affidarsi a trader più esperti.

Si tratta dei seguenti strumenti:

  • Copia persone
  • CopyPortfolios

Copia persone

Come intuibile dal nome, questo strumento ci permette di copiare altri trader.

Presumibilmente, dovremo scegliere trader che sono più bravi di noi e che hanno dimostrato ottime performance nel tempo.

I trader copiabili sono tantissimi e per questo motivo è importante selezionarli con cura attraverso gli appositi strumenti di ricerca.

I trader che si fanno copiare non lo fanno per beneficenza, ma perché fanno parte del programma “popular investor“. Essi sono ricompensati in base a quante persone li seguono.

L’investimento minimo richiesto per copiare un trader è di $ 200.

Copia persone eToro
Tipica schermata tramite la quale potremo selezionare i trader che vogliamo copiare.

CopyPortfolios

Lo strumento CopyPortfolios ci permette di replicare o un gruppo di trader o un insieme di asset sottostanti.

A differenza del copia persone, quindi, attingeremo informazioni da un bacino di dati più ampio.

I CopyPortfolios nascono con l’obiettivo di fornire agli utenti di eToro uno strumento che gli permetta di creare degli investimenti passivi e profittevoli soprattutto nel lungo periodo.

Potremo scegliere tra numerosi CopyPortfolio. L’investimento minimo richiesto per seguire un CopyPortfolio è di $ 5.000.

CopyPortfolios eToro
Schermata di selezione dei portfolio che vogliamo copiare.

Formazione

eToro non offre una sezione molto ricca per quanto riguarda la formazione.

Il broker dedica tre sezioni alla formazione:

  • Notizie e analisi
  • Cos’è il social trading
  • Analisi di mercato giornaliera

Di queste tre, le sezioni più interessanti sono la prima e l’ultima. Esse, infatti, ci forniscono notizie sempre fresche sui mercati finanziari e ci permettono di investire in maniera più consapevole.

Per quanto riguarda la formazione sul mondo del trading in generale, eToro è estremamente carente a riguardo. C’è giusto qualche spiegazione riguardante alcuni termini nelle FAQ del sito web del broker.

Tipi di conto

eToro offre principalmente due tipi di conto:

  • conto reale
  • conto demo

In questo articolo non tratteremo del conto per professionisti.

Il conto demo, come intuibile dal nome, ci permette di provare la piattaforma e di capire se fa al caso nostro.

Il conto reale, invece, ci permette di fare trading a tutti gli effetti con il nostro capitale.

Per attivare il conto reale dovremo recarci sul sito di eToro, iscriverci, caricare i documenti richiesti e rispondere ai quiz che ci verranno proposti per rilevare le nostre conoscenze finanziarie.

In media, eToro impiega 15 giorni per registrare a tutti gli effetti l’account. La verifica ufficiale dell’account è necessaria per poter prelevare il denaro presente sul nostro conto.

Costi e commissioni

A seconda del prodotto con il quale opereremo, i costi e le commissioni che eToro applicherà al nostro conto varieranno.

Su azioni ed ETF reali (non usati come sottostanti per CFD), eToro non richiede alcuna commissione.

Se utilizzeremo i CFD, invece, eToro applicherà uno spread dello 0,09% sia in fase di acquisto che in fase di vendita.

Per quanto riguarda i costi non derivanti da operazioni di trading, eToro non richiede alcuna spesa per aprire e chiudere un conto.

Se saremo inattivi per più di 12 mesi (non faremo nemmeno un login in questo lasso di tempo), però, il broker ci applicherà un costo di $ 10 al mese.

Depositi e prelievi

In passato, il costo dei prelievi sul eToro era elevato: ben $ 25. Per fortuna è stato ridimensionato ed ora è pari a $ 5. Il prelievo minimo è pari a $ 30.

Depositare denaro, invece, non ha alcun costo.

L’unico costo relativo al deposito di denaro riguarda la conversione da euro a dollaro americano. eToro, infatti, utilizza come valuta il dollaro e, se depositeremo denaro in euro, oltre a pagare il tasso di cambio dovremo pagare anche una maggiorazione dello 0,5% in più sul tasso ad eToro.

Il consiglio, quindi, è quello di convertire prima gli euro in dollari e solo poi di depositarli sul broker.

Posso depositare denaro tramite:

  • Carta di credito
  • Carta di debito
  • Bonifico bancario
  • PayPal
  • Skrill
  • Neteller
  • UnionPay
  • Sofort

Per il primo versamento il deposito minimo è pari a $ 200. Per i successivi versamenti, invece, il deposito minimo è di $ 50.

Ad ogni modo, ti consigliamo di consultare l’apposita pagina del broker dedicata ai costi e alle commissioni.

Tassazione

In Italia, come è noto, le tasse non ci piacciono proprio. La causa di ciò è da trovare soprattutto nella pressione fiscale, che nel Belpaese è molto alta.

Tra i settori graziati dalla mannaia del fisco, però, troviamo il trading online.

A tutti i profitti derivanti da attività di trading online, infatti, in Italia si applica un’aliquota fissa del 26%. Tale aliquota, se andiamo a vedere la pressione fiscale esercitata su altri settori, è decisamente bassa.

eToro, per nostra sfortuna, non agisce da sostituto di imposta. Ciò vuol dire che non si occuperà lui della burocrazia relativa alle nostre tasse, ma che saremo noi a dovercene fare carico.

Ciò, però, non è un gran problema. Su internet, infatti, è possibile trovare moltissimi studi di commercialisti che tramite l’estratto conto di eToro si occupano di gestire tutte le tasse della nostra attività di trading.

Materie prime eToro
eToro ci permette di scegliere da un vasto portafoglio di materie prime.

Alcuni consigli

Ci avviamo alla conclusione del nostro articolo sul broker eToro. Prima di lasciarci, però, vogliamo darti alcuni consigli ed indicarti i principali pro e contro del mondo del trading online.

Pro

  • Se si prende il trading come un lavoro vero e proprio, si possono raggiungere guadagni davvero elevati. Chiaramente, sarà necessario dedicare a questa attività molto tempo per raggiungere certi risultati.
  • Con gli strumenti di social trading possiamo rendere il trading online una fonte passiva di entrate.
  • La tassazione sui profitti derivanti dal trading è davvero bassa in Italia. Si tratta, infatti, di un’aliquota fissa del 26%.
  • Potrai fare trading online stando comodamente seduto a casa tua o anche viaggiando in giro per il mondo.

Contro

  • Se vuoi diventare un professionista, dovrai dedicare tantissimo tempo al trading online.
  • La maggior parte dei trader (su alcuni broker anche il 90%) ha conti in perdita.
  • Se perderai il tuo capitale a causa di operazioni sbagliate, nessuno te lo restituirà.

A tal proposito, ti ricordiamo che nel trading devi investire solo quei soldi che puoi permetterti di perdere.

Se hai un piccolo gruzzoletto di denaro che ti serve per le emergenze, non rischiare di perderlo col trading!

Se, invece, hai del denaro extra e non ti causerebbe alcun problema poterlo perdere, allora prova pure ad entrare nel mondo del trading.

L’importante è non mettere mai a rischio denaro che non puoi permetterti di perdere!

Conclusioni su eToro

eToro è un buon broker, che gode di molti alti e di qualche basso (soprattutto riguardante l’assistenza clienti e i depositi in dollari non sempre comodissimi).

Complessivamente, ci sentiamo di consigliare eToro per la sua semplicità e per la completezza degli strumenti che mette a disposizione dei suoi clienti.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About Vincenzo Napolitano

Atletico, salutista, non procrastinatore, sensibile. Vincenzo Napolitano non è nulla di tutto ciò. Scrive cose di marketing (soprattutto digitale) per Notizie.Business.

Leggi Anche

pepperstone

Pepperstone: Come Funziona? Opinioni e Recensioni sul Broker

Pepperstone è un broker online che consente ai suoi utenti di fare trading di CFD …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *