Mueller spiega come indicizzare i contenuti su Google

John Mueller di Google ha spiegato come indicizzare i contenuti su Google:  i nuovi contenuti a volte compaiono nei risultati di ricerca con un posizionamento elevato e poi scompaiono. Scopriamolo insieme!

Effetto luna di miele di Google

Fonte Depositphotos

E’ una teoria molto semplice, secondo la quale  Google classificherà i nuovi contenuti in cima ai risultati di ricerca per testarli e vedere se agli utenti piace. Se la percentuale di clic e le percentuali di rimbalzo indicano che agli utenti non piace il nuovo contenuto, Google ridurrà automaticamente il traffico.

Mueller in un intervista spiega che nel mondo della SEO questo a volte si pensa che Google tiene le pagine indietro per impedirne la visualizzazione agli utenti oppure promuove solo quelli che gli piacciono realmente.Non è così, vanno fatte supposizioni su pareri reali degli utenti perché i presupposti per l’indicizzazione cambiano costantemente. A volte le cose si sistemano un po’ più in basso, a volte un po’ più in alto.

Ecco perché è importante utilizzare dei contenuti originali al 100% e non copiati da altri siti. L’importante è dare una risposta completa ed esaustiva per soddisfare il search intent dell’utente e rispondere alle query di ricerca. Su questo si basa sicuramente l’algoritmo di Google per indicizzare i contenuti.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About Barbara

Leggi Anche

Google lancia un assistente vocale per aiutare le pmi

Finalmente arriva anche in Italia, un nuovo assistente vocale di supporto alle piccole medie imprese, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *