Vendere e-Book ed Infomarketing: Un Business che Funziona?

Questo è il momento giusto in cui le tue conoscenze, la tua professione e il tuo sapere possono essere applicati concretamente, per farti guadagnare denaro. Avrai già sentito parlare dell’ Infomarketing e della vendita di e-Book.

Migliorare la vita degli altri

Probabilmente tu stesso hai già ricevuto mail promozionali, strutturate ad opera d’arte, che ti invitano ad iniziare un corso di formazione che sia di crescita personale, di social media marketing o di animatore d’infanzia, per dare qualche esempio. Si, perché il mercato dell’infomarketing è basato, come dice la parola stessa, sull’informazione e gli info prodotti sono proprio quelle informazioni che puoi vendere per migliorare la vita altrui, nell’ambito del lavoro, della cultura, della mente e del corpo.

Cos’è l’Infomarketing?

Come tutte le novità recenti e non, in ambito professionale, anche l’Infomarketing arriva dagli Stati Uniti, dove ormai è una fonte di guadagno ben consolidata per molti già da oltre 10 anni. Da noi in Italia, questo modello di business, sta prendendo piede in maniera più lenta: molte persone non sanno ancora di cosa si tratta e spesso viene anche sottovalutato.

Si potrebbe dire in poche parole, che l’Infomarketing è l’evoluzione del commercio dei beni e dei servizi, dove il prodotto materiale lascia una buona area della piazza, al prodotto virtuale.

vendere ebook infomarketing

La formazione adesso è ovunque

Quando non esisteva internet, era difficile formarsi fuori dalle istituzioni scolastiche ed universitarie e se qualcuno voleva imparare qualcosa, doveva recarsi personalmente in aula o in sede a fare presenza. Oggi basta avere uno smartphone e ottenere l’info prodotto sotto forma di video, e -book, audio oppure email o brochure da scaricare. Finalmente ci si può formare dappertutto. Con questa guida, analizziamo il mondo dell’Infomarketing per capire quanto si arriva a guadagnare vendendo e-Book, quali sono i settori produttivi, darti l’esempio di chi è arrivato in alto in questo mercato e molto altro.

Da dove iniziare per guadagnare con l’Infomarketing

Ogni progetto ha un inizio: c’è una frase famosa che dice”Bisogna pur iniziare da qualcosa” ed è lo stesso per il mercato dell’Infomarketing. Se sei interessato a questo tipo di business, se vuoi guadagnare in questo mercato, è necessario che tu sappia cosa ti serve per posare il primo mattoncino che simboleggia l’inizio della tua ascesa verso la tua realizzazione e indipendenza economica. Cosa devi avere? Ovviamente la conoscenza approfondita, completa e impareggiabile di un argomento. Non tutti te lo dicono esplicitamente, molti blogger ti fanno intendere che non serve neanche. Ma viviamo in un momento in cui il sapere può essere venduto più facilmente, non puoi sorvolare su questo, l’ abbiamo detto prima. Se non hai una conoscenza specifica, non va tanto bene: ti consiglierei di abbandonare e di puntare su altri orizzonti, ma non lo faccio. Sai perché?

Perché fondamentalmente, se ci pensi bene, noi tutti siamo più bravi di altri a fare qualcosa, perché tutti abbiamo un talento ed è proprio da qui che dovrai iniziare.

Gli step da seguire per diventare un ottimo infomarketer

Per diventare un ottimo Infomarketer non puoi improvvisare. Devi partire dalle tue conoscenze. Se sei un professionista è molto più semplice perché come si suol dire “hai il mestiere in mano”, sai di cosa parli, conosci l’argomento come le tue tasche. Per esempio se sei un nutrizionista, puoi creare il tuo info prodotto sul benessere dell’alimentazione oppure su come creare un menù personalizzato. Oppure se giochi a golf da 20 anni e conosci tutti i campi da golf dalla Lombardia al Lazio fino alla Sicilia potresti creare un corso di formazione virtuale, tramite e-book, sul gioco e le regole del golf ma anche sui più bei campi da golf italiani.

Se invece vuoi provare la strada dell’Iinfomarketing ma non ti senti sicuro sugli argomenti, o se sei una persona di cultura che “sa di tutto un pò” ma non hai mai approfondito, troverai un pò di difficoltà. E’ arrivato il momento di scegliere e studiare l’argomento che più ti piace, ti devi preparare, devi approfondire. Questo ritarderà un pò la tua discesa in campo, ma non vuol dire che quando ciò accadrà non sarai competitivo. Tieni presente però che le regole del web, cambiano in continuazione: devi essere essere sicuro di rischiare il tuo tempo e il tuo denaro. Quando sarai pronto, potrai tornare a leggere questa guida ripartendo da qui.

Come in tutte le cose non basta avere solo la materia prima, ci sono altre cose che ti serviranno per centrare l’obiettivo. Per vendere il tuo e-Book, la prima cosa che devi fare in assoluto, è individuare i tuoi possibili acquirenti e per produrre un info prodotto valido, devi partire dall’analisi dei bisogni delle persone, dalla domanda o dal problema che tu vuoi risolvere. Tutti strumenti del mestiere che trovi nell’ Universo del Web Marketing.

La preparazione all’ infomarketing: avere gli strumenti del mestiere

Un mestiere non lo si impara dall’oggi al domani. Tu sarai anche forte nel tuo campo, conosci bene il mondo della scrittura, dell’editing per esempio, hai lavorato per molti anni in una casa editrice, facendo sia il correttore di bozze che il ghostwriter ma sarai anche un buon venditore? Sei in grado di vendere il tuo sapere? Le tue informazioni? Hai gli strumenti giusti? Per vendere prodotti digitali che, ricordiamolo, hanno la virtù di non essere deperibili, occorre avere la conoscenza di molti aspetti, come per esempio la creazione del prodotto da vendere, come cercare i clienti, come diventare visibili in rete, tanto per cominciare. Senza aggiungere gli aspetti burocratici, i diritti, la creazione e gestione di siti web, le affiliazioni, insomma c’è tanta tanta roba.

Corsi sull’infomarketing (come creare un business con l’infomarketing)

A questo punto non ti resta che prendere in mano la tastiera e cercare nel web il corso giusto per la tua formazione sull’ infomarketing. Come si crea un business con l’infomarketing? E’ la domanda che oggi tutti si pongono e alla quale hanno risposto i guru del settore, quelli che grazie a questa tecnica di business hanno triplicato il loro guadagno.Con questa guida ti indichiamo due dei migliori corsi di formazione sull’infomarketing: quelli di Mik Cosentino e Alessandro Delvecchio:

Infomarketingx e Infomarketing lifestyle di Mik Cosentino:

Il corso è strutturato su quattro punti fondamentali:

  1. Come trovare il mercato giusto per te, in base alle tue unicità, per farti pagare in cambio delle tue soluzioni.
  2. Come creare la tua nicchia e diventare competitivo
  3. Come creare una mentalità imprenditoriale vincente in 37 minuti
  4. Imparare il sistema che in 5 passi ti fa acquisire clienti che sono disposti a pagare tanto per le tue soluzioni.

Impara come Guadagnare Vendendo Infoprodotti Online di Alessandro Delvecchio: 

E’ solo uno dei tanti e-BooK pubblicati dall’autore, un vero esempio pratico di cosa sia l’infoprodotto. Ecco i primi 4 capitoli del libro:

Capitolo 1- Nicchie

Capitolo 2 – Come creare Infoprodotti

Capitolo 3 – Strategie per Vendere il tuo Prodotto

Capitolo 4 – Lancio del Prodotto sul Mercato

Alessandro Delvecchio ha pubblicato decine di testi con argomenti che spaziano proprio dalla vendita dell’infoprodotto a come guadagnare con un sito internet, ma anche come creare un e-Book e tanto altro. Li trovate tutti su Amazon.

Quindi prima di tutto dovete farvi alcune domande come, sapete risolvere un problema specifico? avete una specifica competenza che può aiutare altre persone? avete modo di soddisfare un bisogno che persone specifiche richiedono in questo momento?

Se la risposta è positiva ciò che già sapete o che sapete fare può essere trasformato in un infoprodotto e venduto online a tutte quelle persone che lo cercano e che ne hanno bisogno.

Oggi si può fare con estrema facilità, con costi minimi e utilizzando sistemi online che vi faranno risparmiare un bel po di tempo. Mik Cosentino

Come creare un infoprodotto

Dopo aver capito  come creare business con l’infomarketing, la cosa che ci rimane da fare è capire come creare un infoprodotto. Prima di creare un infoprodotto è necessario comprendere che esistono due specifiche categorie di persone che lo potrebbero acquistare:

  1. I sognatori e quindi coloro che credono di diventare ricchi in pochissimo tempo
  2. Ricercatori di soluzioni, cioè quelli che credono realmente di risolvere i propri problemi acquistando le tue soluzioni e che quindi cercano una competenza specifica.

Ecco perché la prima regola fondamentale da seguire per creare un infoprodotto è quella di analizzare i bisogni delle persone. A questo punto creiamo una scaletta dei bisogni e in base a questo, creare la tipologia del nostro infoprodotto.

Poi il secondo passo è capire il canale attraverso il quale promuovere l’infoprodotto: il tuo blog o sito web molto frequentato per esempio. Anche se avere un sito web o un blog non è l’unica modo per guadagnare con gli infoprodotti. Ricorda che esistono i social come Facebook e Instagram. Oppure le piattaforme di Self Publishing. Ne parliamo nel prossimo capitolo..

 

L ’Infomarketer e il Self Publishing

Hai un ‘idea di quello che è il mondo del Web Marketing, hai tutto il materiale pronto per il tuo e-Book ma non sai come metterlo on-line per farlo diventare visibile ad un numero considerevole di persone. In tuo aiuto arriva la rivoluzione che in questi tempi sta sconvolgendo tutto il mondo dell’editoria: si chiama self publishing

Con il self publishing la pubblicazione del tuo libro non passa dall’editore ma la fai tu direttamente avvalendoti di una piattaforma digitale. Oggi infatti pubblicare con un editore, non è l’unica strada percorribile. La cosa curiosa è che nel mondo dell’Infomarketing viene a mancare quella piccola postilla che è la superbia. Tu vuoi vendere su internet il tuo info prodotto tramite e-Book e non deve essere necessariamente collegato al nome prestigioso di una famosa casa editrice.  Tu vuoi solo comunicare nel mondo del web le tue abilità e soprattutto vuoi guadagnare. Il self-publishing è in crescente apprezzamento, basta vedere i dati ufficiali: negli ultimi anni i libri pubblicati in self-publishing sono stati oltre 100.000, una cifra che fa pensare. 

Il self pushing con Amazon

Una cosa che sta prendendo sempre più piede è l’ autopubblicazione degli e-Book con Amazon. Vediamo di cosa si tratta: 

La formula si chiama Kindle Unlimited ed è un servizio che vuole riprendere il successo di Netflix per i programmi televisivi. In poche parole tu, autore partecipando al Kindle Direct Publishing Select, metti il titolo del tuo e-Book tra i titoli di Kindle Unlimited e aspetti per vedere cosa succede.

Più alto è il numero delle pagine lette dagli abbonati di Kindle Unlimited e dai membri di Prime, più tu guadagni.

Il compenso è di circa € 0,06 a pagina, un pò scoraggiante è vero, ma gli autori più seguiti riescono a guadagnare €22.000 al mese. Non c’è trucco, non c’è inganno: nel web la meritocrazia esiste e se vali, guadagni. Questo è quello che sta succedendo attualmente negli Stati Uniti.

Nel complesso, Amazon nell’anno passato ha pagato più di €220 milioni di dollari agli autori che arrivano ad incassare fino al 70% dei diritti d’autore per i libri messi in vendita ad un prezzo che va da €2,99 a €9,99 dollari e il 35% per i libri che hanno un prezzo inferiore o superiore a questa cifra. Pensa che un editore tradizionale, paga all’autore solo il 10% delle vendite dei libri e poi c’è un’ altra cosa da sottolineare: Kindle Unlimited a fronte di un abbonamento mensile,dà accesso ai libri gratis.

Questo ovviamente invoglia di molto i lettori sempre più propensi a conoscere nuovi autori. Inoltre per pubblicare con Amazon ci vogliono circa due settimane, decisamente molto meno dei 12 mesi dell’arrivo in libreria attraverso un editore tradizionale.

Cosa vuole Amazon in cambio?

Amazon richiede solo, si fa per dire, fedeltà assoluta. Ciò significa che gli autori che pubblicano con Kindle Unlimited non possono vendere in altre piattaforme virtuali e nemmeno dal proprio blog o sito personale. Questa cosa può piacere e non piacere. C’è chi vuole sentirsi libero di pubblicare su più fronti e dove meglio crede. Esistono infatti diversi servizi di autopubblicazione on line che approfondiremo nel prossimo paragrafo.

Come creare un e-Book

Sembra scontato ma come si crea un e-Book?

Hai scritto tutto su word. Hai eseguito le normali regole di stile per la tipografia e quindi con titoli, sottotitoli, paragrafi, allineamento immagini, citazioni, ecc.
Hai anche creato un file per ogni elemento dell’ebook: copertina, colophon, prefazione, capitoli, nota finale, biografia autore, pagine promozionali, ecc. E infine hai inserito le immagini (copertina ed eventuali illustrazioni.) E adesso cosa fai? Tutto quello che hai scritto va rimontato nel programma che haio scelto di usare.

Ci sono diversi programmi per impaginare gli ebook e molti di questi sono gratuiti. Per esempio Sigil ,che permette di creare ebook in formato epub, e Mobipocket,il programma per gli e-Book da pubblicare su Amazon, perché sono in formato mobi.

Ricorda che un ebook non è un documento in pdf ma è come un sito internet perché tutto di esso dalla copertina, alla prefazione e ai capitoli diventano pagine web. Crearlo con i programmi non è difficile e una volta finito non ti resta che scegliere la piattaforma self-publishing adatta a te.

Le migliori piattaforme su cui vendere gli e-book

La cosa fondamentale di un autore che vuole vendere il suo e-Book, che sia un romanziere o un infomarketer è quella di rimanere in possesso dei propri diritti d’autore. Dopo ti devi assicurare di avere tutte le informazioni necessarie sulla qualità del servizio e quindi:

  • Quali sono i formati disponibili (ebook, cartaceo, audio);
  • Qual è la rete di distribuzione (librerie fisiche, digitali / ampia o esclusiva);
  • Quali sono le percentuali trattenute sui guadagni (dal 20% al 40% in media);
  • Il costo dei servizi proposti a fronte dei guadagni (stampa, copertine, ISBN, pubblicità).

Una volta stabilito questo puoi scegliere il servizio di self – publishing più adatto a te. Noi ne abbiamo scelto qualcuno, tra le migliori presenti in rete e sono:

Payhip

Payhip è un servizio che ti permette di vendere direttamente i tuoi ebook,  promuovendoli sui social network. L’unica cosa che devi fare è caricare il file, aggiungere una miniatura della copertina, il nome, la descrizione e il prezzo.

Pubcoder

Pubcoder è nello specifico un’applicazione desktop. La funzione ti permette di creare e pubblicare libri digitali interattivi, con animazioni, video, immagini, lettura sincronizzata del testo, senza essere uno sviluppatore o avere particolari competenze.

Mnamon

E’ una piattaforma che si occupa della realizzazione e pubblicazione del tuo libro. Si parte dalla base delle fondamenta fino alla fine: l’impaginazione, la trasformazione in e-book, la creazione della copertina, il codice ISBN, la stampa su carta e anche la distribuzione in tutte le principali librerie online.

Bookolico

Bookolico è un servizio web che si occupa della promozione e della vendita di soli eBook. Si rivolge agli scrittori che decidono di autopubblicarsi rendendo diretta l’interazione tra autore e lettore, eliminando tutte quelle barriere editoriali che si riscontrano nella pubblicazione classica di un’opera.

Lulu

Lulu è un servizio online che ti permette di pubblicare e vendere in maniera autonoma i tuoi libri online. Lo puoi fare sia in formato digitale che cartaceo. In questo secondo caso Lulu stamperà la copia e la invierà direttamente al tuo cliente.

Papyrus

Papyrus è un servizio che ti fornisce una semplice interfaccia di editing online per creare i tuoi libri in formato pdf, epub e Kindle. Puoi condividere gli ebook, raccogliere i feedback e ottenere i report per valutare il reale interesse del lettore prima di metterlo in vendita.

Gli italiani che hanno cambiato la loro vita con l’Infomarketing

Se non lo sai già, abbiamo il piacere di dirti che in Italia c’è chi ha deciso di fare nell’Infomarketing il proprio mestiere, arrivando a guadagnare milioni di euro all’anno. Sono persone con spirito d’avanguardia che hanno studiato da Jeff Walker e che hanno applicato queste tecniche di business già dal lontano 2007. Oggi alcune di queste persone, guadagna oltre €25.000 al mese.

Inutile sottolineare che molti di loro  non vivono più in Italia. Il motivo è presto detto: l’Italia non è preparata e tende a “soffocare” gli imprenditori digitali con troppe tasse e burocrazia.Per non parlare della connessione ad internet che non è delle migliori al mondo.

La storia più eclatante è quella di Italo Cillo che da disoccupato decide un giorno, a marzo del 2007, di mettere in pratica le tecniche dell’ internet marketing: anche se oggi non c’è piú, perchè prematuramente scomparso, possiamo tranquillamente dire che il suo fatturato ha raggiunto i 3 milioni di euro. Ecco 8 esempi importanti di italiani che hanno avuto successo e che continuano ad averlo con l’infomarketer:

 

  • Stefan Des:

trentenne con moglie e un figlio.  Ha iniziato nel 2008 e il suo guadagno è 25 mila euro al mese. Cosa fa di preciso? Vende infoprodotti. Quindi concretamente vende competenze e conoscenze su specifici argomenti. Il suo pezzo forte è un infoprodotto che spiega come creare video con scarse conoscenze informatiche. Anche lui ha deciso di lasciare l’Italia, emigrando in Australia.

<<E’ un lavoro che offre grandi opportunità di guadagno, ma le regole burocratiche e fiscali in Italia sono assurde.>>

  • Marco Montemagno:

il suo nickname è ‘Monty’, e si può tranquillamente definire un ‘personaggio-social’ cresciuto tantissimo negli ultimi anni. Monty è un imprenditore digitale in attività da quasi vent’anni. Tra le sue creazioni, la  startup Blogosfere, che ha portato in Italia la Social Media Week. Oggi vive in Inghilterra ed è un punto di riferimento tra chi vuole approfondire le opportunità digitali.

  • Mik Cosentino:

Mik è stato prima campione di nuoto con la Nazionale Italiana, poi è rimasto completamente senza un soldo, prima di rialzarsi e diventare in pochi anni, uno dei migliori marketer italiani. Il suo impero di infomarketing vale più di 3 milioni di euro l’anno, che si rigenerano con vendite online e ricorrenti. Migliaia di persone comparano i suoi libri, comprano i suoi corsi e partecipano ai suoi eventi.

  • Andrea Giavara:

anche lui molto giovane, ha creato un infoprodotto su WordPress. Lui insegna a costruire da soli un business on line. Andrea non ha lasciato l’Italia, infatti vive a Padova e ha un altro lavoro: la consulenza per web agency:

<<E’ un lavoro che mi piace molto.Posso condividere il mio sapere e aiuto gli altri a realizzare i sogni nel cassetto.Con WordPress, infatti, si possono creare siti di successo. >>

  • Dario Vignali

Dario è nato nel 1991 a Ferrara. È un appassionato viaggiatore oltre che fotografo ed imprenditore digitale. Lui è diventato famoso per le sue competenze di digital marketing. Tra le aziende e i brand con cui ha collaborato in veste di consulente o di influencer ci sono grandi nomi come Coca-Cola e Kinder. Il suo blog è “di riferimento in Italia per Web Marketing, Social Media Marketing, Blogging, crescita professionale e digitalizzazione del business.”

  • Marco “reborn“:

Marco guadagna 10 mila euro al mese: il suo infoprodotto insegna l’arte di sedurre le ragazze. Una cosa inusuale ma che ha permesso a reborn, il quale non vuole rivelare la sua vera identità, di raggiungere l’indipendenza economica con il lavoro dell’internet marketer. A gennaio 2014 si è trasferito alle isole Canarie.

  • Gianluigi Ballarani:

È il presidente di Hotlead, la Multinazionale del marketing online con sede a Londra. Nonostante sia giovane, ha già 12 anni di esperienza alle spalle. Ha scritto anche un libro, intitolato “Creare Clienti” con il quale, in parole semplici spiega come funziona Marketing firetto sul Web. 

  • Marco Scabia:

vola spesso per gli USA per aggiornamenti, ma è rimasto in Italia precisamente a Firenze con la famiglia. La sua creazione è la Internet Business Accademy, dove insegna passo passo le tecniche per lavorare con il web. Ultimamente ha lanciato un nuovo infoprodotto che gli fatto guadagnare 40mila euro in ventotto giorni. Tutto alla luce del sole, con fattura che arriva in 24 ore via mail.

<<Per creare un infobusiness bisogna pianificare un periodo di studio che va dai 12 ai 18 mesi. E’ come creare la propria azienda.>>

La lista potrebbe continuare ma non ha alcun senso prendere d’esempio queste persone se prima non si studia intensamente. Per arrivare a certi livelli bisogna avere la passione e la costanza ma soprattutto bisogna essere sempre aggiornati perché il Web cambia in continuazione.

Quali sono i settori più produttivi

Da una ricerca di mercato emerge che i settori più produttivi nel campo dell’Info marketing sono quelli che riguardano il settore digitale e quello della crescita personale. Il primo riguarda quella fetta di mercato che risponde alla domanda su come fare soldi online: qui si spazia dal digital marketing all’ l’imprenditoria online, ma anche le affiliazioni, il blogging,  youtube ecc. ecc.

La crescita personale invece è molto ricercata molto probabilmente perchè la crisi che ci sta portando a sviluppare la necessità di inventarci un lavoro.Oppure quella di riprendere in considerazione vecchi sogni racchiusi nel cassetto e trasformarli in lavoro.

La gente ha bisogno di supporto nel gestire le azioni da compiere per mettere in pratica le proprie passioni o per gestire i momenti difficili della propria esistenza. E con un e-Book che spiega come crescere personalmente, si ha la sensazione di avere il libretto d’ istruzioni su come costruire la vita che si ha sempre desiderato.

Dove trovare ghostwriters

Siamo arrivati al punto della nostra guida, in cui in un percorso immaginario tu hai già gran parte degli strumenti che ti servono per mettere in circolazione il tuo e-Book, il tuo info prodotto. Hai il sapere, hai capito a grandi linee le tecniche del web marketing, hai scelto la piattaforma per il self-publishing però..ti sei accorto che tu e la scrittura online fate letteralmente a pugni! Non ne vuoi sapere, hai bisogno di qualcuno che scriva per te. Hai bisogno di un ghostwriter. Il ghostwriter è

Chi scrive libri, articoli o discorsi per conto di un’altra persona, che poi li firma assumendone così la paternità e il merito;

Per trovare un ghostwriter puoi affidarti ai marketplace presenti nel web, come per esempio Greatcontent, Melascrivi, Freelancer, Scribox e tanti altri. Oppure puoi cercare nei forum di riferimento.

Come l’Infomarketing può portare clienti al proprio business

Adesso cambiamo totalmente prospettiva e osserviamo le tecniche dell’Infomarketing dallo sguardo di una persona che ha già un lavoro ben consolidato ma che sta attraversando un periodo un pò sottotono.

Se ci pensi bene l’Infomarketing può portare clienti al proprio business. Prendiamo l’esempio citato all’inizio. Sei un nutrizionista, hai anche uno studio nella tua città. Ad un certo punto decidi di tuffarti nel mondo degli infoprodotti, creando il tuo e-Book sull’alimentazione sana ed equilibrata. Così facendo, non fai altro che accrescere positivamente la tua reputazione professionale, facendoti conoscere  anche oltre i confini della tua città che in parole semplici vuol dire, avere più potenziali clienti.

Lo stesso discorso vale se sei uno psicologo (crescita personale), Economista (gestione dei soldi) ecc ecc.

 

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About Angela Marrelli

Leggi Anche

compravendita domini premium

CompraVendita Domini Premium: Strategie, Piattaforme e Guadagni

“Chi ben comincia, è già a metà dell’opera”. Questo proverbio ben rispecchia l’importanza della scelta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *