Aprire un’attività in Svezia. Vantaggi? Sistema fiscale?

Lo sapevate che nonostante non sia molto grande e non molto abitata, la Svezia compete a livello mondiale nell’economia della conoscenza? Sapete che aprire un’attività in Svezia potrebbe essere un grande vantaggio? Lo sapete che il welfare svedese è uno dei migliori al mondo? Seguiteci e vi daremo tutte le risposte.

aprire attività in svezia

Aprire Attività in Svezia: Conoscere per agire

Prima di vedere quali sono i dati più importanti per aprire un’attività in Svezia, come sempre vi proponiamo una serie di dati statistici ed economici, che vi consentiranno di avere un quadro più completo.

Aprire attività in Svezia: Amministrazione e popolazione

Il Paese più grande della Penisola Scandinava è suddiviso in 21 contee (län) che a loro volta sono divisi in comuni (circa 300). Fatta eccezione per le grandi città (Stoccolma, Göteborg, Malmö, Uppsala ed i vari capoluoghi delle contee, i comuni svedesi sono tutti piccoli centri con una media di circa 20. mila abitanti e quindi più facili da amministrare.

 

Tabella 1. La Svezia e le sue Contee

ConteaCittàPopolazioneNumero comuni
StoccolmaStoccolma2.308.1439
VästerbottenUmeå268.46515
NorrbottenLuleå251.29514
UppsalaUppsala368.9718
SödermanlandNyköping291.3419
ÖstergötlandLinköping457.49613
JönköpingJönköping357.23713
KronobergVäxjö197.5198
KalmarKalmar243.53612
GotlandVisby58.5951
BlekingeKarlskrona159.3715
SkåneMalmö , Kristianstad1.344.68933
HallandHalmstad324.8256
Västra GötalandGöteborg , Vänersborg1.690.78249
VärmlandKarlstad280.39916
ÖrebroÖrebro298.90712
VästmanlandVästerås271.09510
DalarnaFalun286.16515
GävleborgGävle285.63710
VästernorrlandHärnösand245.9687
JämtlandÖstersund129.8068
Fonte: Wikipedia

Nonostante sia una paese vasto e con un notevole incremento demografico, la Svezia presenta la terza densità di popolazione più bassa d’Europa (21,6 ab. Km2 ) e la sua città più popolosa è la capitale Stoccolma con circa un milione di abitanti. Circa il 60% del suo territorio il Norrland è abitato da poco più di un milione di persone.

I primati svedesi: la non moneta …

Lo sapevate che la Svezia è il primo paese al mondo per il non utilizzo della moneta? Ecco solo il 15% della popolazione utilizza moneta contante ed in alcuni negozi troverete quasi sempre la scritta “No Cash”.

La Svezia aderisce alla comunità Europea, ma ha ancora la propria moneta la corona svedese che vale circa 9 centesimi di euro. In questa pagina troverete tutte le conversioni (convertitore).

Per chi vuole investire nel paese scandinavo è di fondamentale importanza conoscere quest’aspetto, anche perché il paese diventerà il primo al mondo senza moneta (contante). Quindi per pagare munitevi di cellulare e connessione internet ed applicate sopra l’APP ufficiale utilizzata per gli acquisti (Swish)

Vi forniamo anche il servizio della reperibilità degli sportelli delle carte bancomat più usate. Entrati nel sito, scrivete la città dove vi recherete ed avrete immediatamente la geolocalizzazione di tutti gli sportelli (alcuni sono anche nei supermercati).

Mastercard

American Express

Visa

… e la non lingua

Secondo il più ampio rapporto internazionale sulla competenza dell’inglese nel mondo stilato da EF Italia (Education First), la Svezia ha un punteggio di 68,74 ed è seconda nel mondo come diffusione della lingua inglese (prima è l’Olanda con un punteggio di 70,27). Lo scorso anno era prima nel mondo. Vi consigliamo quindi di fare un’attenta valutazione dell’utilizzo della vostra lingua (Scheda valutazione lingue)

Per approfondimenti vi consigliamo anche di verificare il IX Rapporto EF EPI (ef-epi-2019-italiano (IX rapporto)

Documenti

Abbiamo detto che la Svezia ha aderito alla Comunità Europea ed anche al trattato di Schengen, anche se nell’ultimo anno il Governo danese ha intensificato i controlli sul ponte Øresund di 8 km e che collega appunto la Svezia.

Insomma se siete solo dei turisti i vostri documenti in corso di validità, sono più che sufficienti, ma se decidete di restare oltre i dodici mesi o di lavorare ed aprire un’attività in Svezia allora dovete seguire delle procedure.

Il Personummer (Codice Fiscale)

Primo passo per lavorare nel paese scandinavo è quello di chiedere il codice fiscale o personummer

AB CD EF XXXX

AB è l’anno di nascita, CD è il mese e EF il giorno. Le successive quattro cifre vengono assegnate dal fisco svedese, Skatteverket. Se riuscite a dimostrare che avete una residenza e una capacità economica, cioè di sussistenza (in genere conto corrente), sarà tutto più facile.

Il permesso di lavoro

Per avere un permesso di lavoro, oltre i documenti in corso di validità deve esservi stata formulata una proposta di lavoro con uno stipendio medio di almeno 1.200 euro circa. Ricordiamo che se si otterrà un lavoro per oltre un anno e si risiederà per lo stesso periodo si avrà diritto all’iscrizione del registro della popolazione svedese.

Attenzione, se siete un lavoratore distaccato in Svezia e quindi avete regolare contratto e remunerazione, se risiedete oltre i 5 giorni dovete regolarmente registrarvi qui.

A.I.R.E.

Sappiamo, come abbiamo ampiamente spigato in altri articoli, che per soggiornare in altri paesi per oltre 12 mesi, bisogna iscriversi all’Anagrafica degli Italiani Residenti all’Estero.

In riferimento alla Svezia, la documentazione da presentare, tramite scansione leggibile,. è la seguente:

  • modulo di richiesta di iscrizione A.I.R.E, debitamente compilato in ogni sua parte e firmato.
  • documento di identità italiano (passaporto o carta d’identità, fronte-retro).
  • un FAMILJEBEVIS (Personbevis: ändamål familjebevis, in lingua SVEDESE), ossia un certificato di famiglia, da richiedere direttamente all’agenzia Skatteverket (Agenzia delle entrate svedese).

Tutta la documentazione deve essere prodotta per questo sito on line

La domanda può essere effettuata anche tramite posta con il seguente (Modulo iscrizione A.I.R.E.)

I settori produttivi dove investire in Svezia

Vediamo ora un aspetto decisivo per chi volesse aprire un’attività in Svezia. Diciamo subito che il paese offre molteplici opportunità, ma in alcuni settori si hanno possibilità maggiori.

Prima di vedere i settori più importanti, analizziamo alcuni dati fondamentali forniti dal sito SIMEST

I dati Sace Simest

Tra tutti gli indicatori di rischio quello più basso è sicuramente il rischio di mancato pagamento della controparte sovrana quasi vicino allo 0 (1), mentre quello del mancato pagamento della controparte bancaria è 12. Le maggiore agenzie di Rating danno una tripla AAA ai titoli di Stato e quindi un giudizio più che positivo sul mercato di credito sovrano.

In riferimento allo Sviluppo Umano (che tiene conto di ricchezza pro capite, scolarizzazione ed aspettativa di vita), la Svezia è all’8° posto su 188 paesi nel mondo, mentre è al 10° posto in riferimento al Doing Business ovvero la facilità di avviare e gestire un’impresa.

Quasi inesistente la corruzione, ma c’è ancora una qualità dei processi abbastanza media, dove la durata media di un processo per l’ottenimento di un giudizio è di 483 giorni.

Informazione e comunicazione: lo Scanblat

Quando parliamo di servizi ed informazione in Svezia (investimento del 3% del PIL) non possiamo parlare che dell’Area scandinava dello Scanblat zona dove ci sono oltre 3.000 aziende, 50 cluster e reti di assistenza sanitaria, 75 parchi scientifici e oltre 60 Università attive. (la zona comprende una dozzina di nazioni)

Tra i membri si annoverano tra le più importanti realtà a livello mondiale e tra gli esempi abbiamo Node Pole che negli ultimi anni ha visto la collaborazione di Facebook, Amazon e Microsoft.

Membri scanblat

Logicamente anche la Svezia partecipa al programma promosso dalla Commissione Europea Horizon 2020 più grande programma di ricerca e innovazione dell’UE con oltre 80 miliardi di euro appunto sino al 2020.

Il settore energetico: verso le rinnovabili

Diciamo subito che il Governo svedese ha stabilito che entro il 2045 l’obiettivo di effettuare zero emissioni di Co2 nell’atmosfera, con la riduzione del 70% di emissioni da trasporti entro il 2030. tutto questo rappresenta una rivoluzione, se si pensa che altri paesi (nessuno del G20) non riescono neanche a rispettare gli obiettivi degli accordi di Parigi

In Svezia sono ancora attive centrali nucleari, ma nei prossimi decenni saranno dimesse ed il settore elettrico, sarà sempre più approvvigionato da fonti rinnovabili.

Secondo il rapporto Fattori di emissione atmosferica di gas a effetto serra nel settore elettrico nazionale e nei principali paesi europei. (qui per il download), la Svezia è passata dall’1,5% da produzione di energia elettrica da fonte eolica, al 16,6% del 2017 e nei prossimi anni l’incremento sarà sempre maggiore

Insomma dal rapporto emerge che la Svezia ha una quota rinnovabile tra le più elevate in Europa e quindi per chi volesse investire in questo settore, troverà un mercato in crescita.

In un paese dove c’è tradizione mineraria ed idroelettrica, il settore siderurgico non poteva che essere ancora un settore di riferimento per l’economia della penisola scandinava. Grazie all’unione di tre grandi aziende, leader nei loro settori è stata creata una Joint Venture che si propone di sviluppare un modello che porterà alla luce la prima acciaieria ad idrogeno.

Settore siderurgico: l’esempio Hybrit

In un paese dove c’è tradizione mineraria ed idroelettrica, il settore siderurgico non poteva che essere ancora un settore di riferimento per l’economia della penisola scandinava. Grazie all’unione di tre grandi aziende, leader nei loro settori è stata creata una Joint Venture che si propone di sviluppare un modello che porterà alla luce la prima acciaieria ad idrogeno.

Hybrit è questo il nome della nuova impresa che sostituirà per la produzione dell’acciaio, il carbone con l’idrogeno. L’iniziativa ha avuto il sostegno dell’Agenzia svedese per l’energia (Energimyndigheten)

Il piano delle infrastrutture

Entro il 2029 saranno realizzati progetti per infrastrutture (rete stradale ferroviaria, aerea e navale) per un finanziamento di circa 66 miliardi di euro. Il maggior intento è quello di innovare la rete ferroviaria che ha un rapporto popolazione per chilometro di pista, tra i più alti al mondo.

Per chi volesse avviare un’attività in Svezia è importante conoscere le più importanti agenzie e consulenti tecnici per la promozione e lo sviluppo nei settori delle infrastrutture.

Invest Stockholm

Si tratta di un’agenzia di promozione di investimenti nella zona di Stoccolma. I settori nei quali si interviene sono i servizi alle imprese, l’introduzione ai principali contratti nell’industria, la promozione di investimenti e lo sviluppo nella zona di Stoccolma come sede aziendale. Invest Stockholm

Tyrèns

Tyréns è un gruppo di consulenza incentrato sullo sviluppo e le infrastrutture urbane e con i suoi circa 2000 dipendenti offre una vasta gamma di servizi ai clienti del settore privato e pubblico. Porta il nome del suo fondatore che ebbe questa idea nel 1942: mentre nel mondo impazzava la guerra e la distruzione, lui pensava già al futuro e a costruire. Tyrèns

Sabo

La maggior parte delle imprese di edilizia residenziale pubblica raccoglie oltre 300 membri di imprese di edilizia pubblica in Svezia. Lo scopo dell’organizzazione è fornire buone condizioni operative e promuovere lo sviluppo positivo degli immobili in affitto in Svezia.

Alcuni costi per chi vuole aprire un’attività in Svezia

Quando parliamo di investimenti e dell’apertura di un’attività in Svezia, c’è una voce fondamentale da conoscere e soprattutto da mettere in bilancio: parliamo dei costi.

Il costo della vita

I primi costi da tener presente sono sicuramente quelli del costo della vita e come sempre per individuarli facciamo riferimento al più grande data base on line in riferimento per il costo della vita: Numbeo.

Tabella 2 – Costo prodotti/servizi in Svezia

Prodotto/servizioPercentuale
Latte (1 Litro)

1,06 euro circa

Uova (12)

2,60 euro circa

Pasto due persone (tre portate)

64,00euro circa

Pane (1 Kg)

4,20 euro circa

Carne rossa (1Kg)

13,80 euro circa

Biglietto trasporti

2,75 euro circa

Benzina (1 Litro)

1,43 euro circa

Cinema

12 euro circa

Internet

27,40 euro circa

Palestra

32 euro circa

Fonte: Numbeo

Rispetto all’Italia il costo della vita è superiore dello 0,74%, dove però il coso medio di un affitto è superiore, al nostro paese, del 20%. Circa il 33% delle spese viene fatta per gli alimenti, il 26% circa per affitto di abitazione, il 16% in ristoranti e il 13,5% in trasporti.

Il costo del lavoro

Il sito Eurostat sancisce che il costo del lavoro medio orario in Svezia è di 36,6 euro ed è uno dei più alti d’Europa, mentre lo stipendio medio è di circa 2.400 euro. Si va dai 1.800 euro circa del guadagno di un cameriere ai 7.500 euro di un medico, dai 2.100 di un muratore ai 5.400 euro circa di un farmacista.

Babysitter 1.200 euro circa

Dentista 9.200 euro circa

Ingegnere 4.400 euro circa

Avvocato 5.000 euro circa

Idraulico 2.00 euro circa

Insegnante 3.200 euro circa

Sappiamo perfettamente che per il costo del lavoro andrebbe considerato quello che viene definito il cuneo fiscale e vale a dire tutta la parte inerente alla fiscalità, che adesso vedremo.

 

Il sistema fiscale svedese

Altro aspetto importante per chi vuole aprire un’attività in Svezia è sicuramente quello fiscale, Sapere quante tasse e come si pagano e fondamentale. Bisogna sapere che il paese scandinavo ha la seconda pressione fiscale (46,4%) più alta d’Europa (dietro solo alla Danimarca)

I.V.A.

L’imposta sul valore aggiunto che in Svezia si chiama Mervärdesskatt (con un’abbreviazione simpatica Moms) ha una delle aliquote ordinarie più alte d’Europa ed è del 25%.

Sappiamo che è una tassa che si paga su beni e servizi e sappiamo che esistono anche delle aliquote ridotte: una è del 12% e riguarda alberghi, ristorante, bevande analcoliche, birra leggera, acqua e una al 6% che riguarda giornali, libri, treni, taxi, palestra, sport, formazione.

Aliquote parafiscali

Attenzione esistono anche delle aliquote specifiche parafiscali che variano secondo il prodotto o dell’attività cui vengono applicate;

Quando ad esempio abbiamo un tipo di business to Consumer (B2C): e quindi un rapporto diretto con i clienti (commercio elettronico) la soglia delle vendite a distanza è di circa 36.000 euro. Quando invece abbiamo un Business to Business (B2B) e quindi un rapporto interaziendale si applica la regola del Reverse Charge (inversione contabile) ed in particolare a tutte le consegne di merci locali e a tutte le prestazioni di servizi immobiliari in Svezia.

Dichiarazione Intrastat

I flussi intracomunitari (spedizioni o introduzioni) di beni devono essere inseriti nella dichiarazione Intrastat. La soglia oltre la quale si necessita di questa dichiarazione è di 820 mila euro circa per le introduzioni e 410 mila euro per le spedizioni

Non effettuare una dichiarazione Intrastat entro il decimo giorno lavorativo del mese seguente da dichiarare comporta pesanti sanzioni

Imposta sui redditi

La prima regola di base è che se guadagni meno di 1.800 euro circa non devi pagare nessuna imposta, compilando il certificato di pagamento della retribuzione senza detrazione fiscale

(Certificato di pagamento della retribuzione senza detrazione fiscale)

In linea di principio l’imposta sul reddito per le persone giuridiche ha un’aliquota del 21,4%

Per le persone fisiche, l’imposta sul reddito viene pagata sia allo Stato, che al comune. Quella comunale è sostanzialmente proporzionale, mentre l’imposta sul reddito dello Stato ha elementi progressivi, cioè la percentuale aumenta con l’aumentare del reddito.

Da 41.700 euro circa a 60.700 euro circa aliquota del 20%

Oltre i 60.700 euro aliquota del 25%.

Per le tassi comunali vi abbiamo preparato un documento con tutte le aliquote comunali comprensivi di tassa alla chiesa e quelle funerale (tassa di sepoltura)

(Aliquote comunali in Svezia)

Per qualsiasi approfondimento vi consigliamo il sito dell’Agenzia Fiscale Svedese. (Skatteverket)

Come avviare un’attività in Svezia

Per chi volesse aprire un’attività in Svezia diventa importante conoscere quali sono le procedure e gli iter da seguire per avviare un’attività

Attività commerciali come singolo imprenditore (Enskild_näringsverksamhet)

Sempre attraverso il sito dell’Agenzia Fiscale Svedese, leggiamo che le attività imprenditoriali individuali non sono obbligate alla schedatura presso l’Ufficio di registrazione delle imprese, ma registrarsi   all’Agenzia delle entrate

Tale domanda viene effettuata attraverso un modulo speciale denominato 903 e deve essere spedito a:

Centro di carico dell’Agenzia delle imposte svedese
FE 4600
930 85 Arjeplog

Modulo domanda commerciante unico

La registrazione on line può essere effettuata attraverso il sito Verksamt e precisamente loggarvi qui

Società per azioni (AB Aktiebolag) – S.R.L. e S.P.A.

La normativa svedese prevede le società per azioni che possono essere private (equivalente ad una S.R.L) o pubbliche (equivalente ad una S.P.A). Per la prima, il capitale minimo è di circa 1.800 euro, mentre per le seconde il capitale minimo deve essere almeno di 180.000 euro.

Per registrare la società a responsabilità limitata bisogna compilare un modulo da inviare on line sempre attraverso il sito Verksamt

Modulo domanda società responsabilità limitata

È necessario allegare la seguente documentazione alla domanda:

  • Memorandum
  • Statuto
  • dichiarazione dalla propria banca
  • elenco associati

La registrazione on line può essere effettuata attraverso il sito Verksamt e precisamente loggarvi qui

Società commerciali (Handelsbolag-HB)

Le società commerciali possono essere costituite da due o più soggetti e sono responsabili in solido delle obbligazioni della società.

Per le società commerciali non c’è modulo cartaceo per la registrazione

La registrazione on line può essere effettuata attraverso il sito Verksamt e precisamente loggarvi qui.

Società in accomandita semplice (Kommanditbolag)

In una società in accomandita semplice esiste almeno un socio la cui responsabilità è illimitata e che viene chiamato socio accomandatario o socio completo (komplementär). Nel caso in cui si richiede di registrare una partnership commerciale, è necessario fornire informazioni sulla responsabilità della società a responsabilità limitata.

Modello registrazione parten commerciali

La registrazione on line può essere effettuata attraverso il sito Verksamt e precisamente loggarvi qui

Associazione economica

Per le associazioni economiche non è necessario versare nessun capitale, ma bisogna registrarsi sia all’Agenzia Fiscale che al Registro delle imprese

(Modulo domanda associazione economica

La registrazione on line può essere effettuata attraverso il sito Verksamt e precisamente loggarvi qui

Conclusioni

Abbiamo cercato di dare un quadro abbastanza chiaro con tutta una serie di dati che possano essere utile per chi volesse investire in Svezia. Facciamo adesso una sintesi di quelli che sono i punti di forza e i punti deboli

Vantaggi

Servizi efficienti

Welfare organizzato ed efficiente

È molto diffuso l’utilizzo della lingua inglese

Pochissima criminalità e corruzione

Facilità per avviare un’attività

Svantaggi

Costo della vita medio – alto

Pressione fiscale elevata e forse un po’ complicata

Clima freddo, con poche ore di luce

Trovare un’abitazione libera

Lo svedese è una lingua difficilissima

Indirizzi utili

Ambasciata italiana in Svezia

Camera di Commercio nazionale

Statistics Sweden

Agenzia Fiscale Svedese

Ufficio del Registro delle Imprese

Invest in Sweden Agency

Agenzia di registrazione brevetti

Banca di Svezia

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About Cristian Liberti

Leggi Anche

aprire attività in repubblica ceca

Aprire Attività in Repubblica Ceca

In questo articolo vi spiegheremo tutto quello che c’è da sapere per chi volesse investire …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *