Beneficiari fondo perduto, ulteriori dettagli forniti dall’Agenzia delle Entrate

I contributi a fondo perduto, partono da oggi 15 giugno 2020 e diverse sono le informazioni fornite in questi giorni dall’Agenzia delle Entrate sugli ambiti di applicazione e sulle modalità di calcolo previste. Ulteriori dettagli, sono stati poi forniti su una nuova circolare data 13 giugno 2020. E rispetto all’ambito soggettivo di applicazione e per una maggiore chiarezza circa i beneficiari fondo perduto inclusi ed esclusi.

beneficiari

I beneficiari fondo perduto inclusi per la presentazione a partire da oggi sulla domanda sui contributi a fondo perduto

Secondo la definizione generale del requisito soggettivo, la normativa sui contributi a fondo perduto fa riferimento ai soggetti esercenti attività di impresa, arte o professione e titolari di reddito agrario.

Ecco quindi che si evince, come ad esempio possa essere incluso all’interno di questo provvedimento l’imprenditore agricolo. Questo perchè la sua attività, è considerata in moltissimi casi come reddito di impresa. Tale elemento, infatti, è un requisito base per richiedere l’applicazione dei contributi a fondo perduto.

Anche nel caso di società di professionisti e per coloro che operano in regime forfetario vale la regola del reddito di impresa. E di conseguenza posso essere inclusi all’interno della lista dei beneficiari di tale provvedimento.

I soggetti esclusi secondo i nuovi chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate

Sulle esclusioni dei beneficiari fondo perduto, i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate del 13 giugno 2020 escludono innanzitutto coloro che hanno cessato l’attività nel periodo di presentazione dell’istanza. Vi ricordiamo che tale periodo, vige da oggi 15 giugno 2020 e fino al 13 agosto 2020.

Inoltre, si confermano le esclusioni su tale beneficio per gli enti pubblici e i lavoratori dipendenti e professionisti iscritti ad enti previdenziali privati. Esclusi anche i redditi non inclusi nella categoria di impresa, gli intermediari finanziari e le società di partecipazione finanziaria.

Infine, il riferimento dell’ambito soggettivo di non applicazione dei contributi, è valido nei confronti delle categorie che hanno percepito le indennità approvate nel Decreto legge numero 18/2000 agli articoli 27 e 38. Medesima esclusione, per i lavoratori dipendenti.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 0 Media: 0]

About Iolanda P.

Leggi Anche

proroga

Nuova proroga per i Durc con scadenza fine Luglio 2020

Riprendiamo un tema molto importante come la validità e novità sul Durc, dal Decreto di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *