Linkedin Boost: un nuovo strumento per i brand

Linkedin Boost permetterà di curare al meglio l’immagine dei brand, scopriamola insieme!

Linkedin è il social per il lavoro per eccellenza, una vera e propria rete sociale dove si incontrano i diversi brand con i possibili candidati, attraverso i recruiter e gli specialisti che danno un identità al brand.

Fonte Freestock 

Linkedin boost: cos’è e come si usa

Il social network sa benissimo quanto sia importante per le aziende e per i professionisti lavorare sull’immagine per farsi conoscere. Ecco perché è il più utilizzato per il personal branding.

Con l’introduzione di questa nuova funzione, ogni volta che una pagina pubblica un post organico su una pagina LinkedIn e si nota un certo coinvolgimento da parte degli utenti, l’utente potrà decidere di sponsorizzare questo post per aumentare la reach, un po’ come accade per Facebook che ti suggerisce di sponsorizzare il post migliore con maggior coinvolgimento, senza dover creare una sponsorizzata da capo, ti suggerirà vari obiettivi da raggiungere.

Il pulsante Boost sarà presente solo per le pagine aziendali, permetterà di aumentare la portata dei post e accrescere la fanpage delle pagine raggiungendo maggiori utenti.

Tramite il pulsante Boost si può scegliere quale obiettivo raggiungere, ecco i 4 predefiniti:

  • brand awareness
  • visualizzazioni video
  • engagement
  • visite al sito web

Successivamente puoi selezionare il pubblico di destinazione in base al profilo e gli interessi utilizzando Linkedin Audience, proprio come accade per Facebook. Se già sai farlo lì sarà molto semplice per te.

Come utilizzare Linkedin Audience?

Linkedin Audience è una funzione del social network che ti permette di personalizzare il pubblico e fare retargeting dal sito web, modulo contatti o da altri social. Utilissima per definire il target dei tuoi post da sponsorizzare.

Nuovo aggiornamento per strumenti di analisi

 Un ultimo aggiornamento riguarda gli strumenti di analisi: LinkedIn ha provveduto ad aggiornare lo strumento per analizzare le metriche: Mobile Page Analytics che si occuperà di fornire metriche esatte per , quanto riguarda follower, commenti, like e  per cui ora è possibile accedere solo tramite desktop e non in maniera così analitica.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About Barbara

Leggi Anche

Google lancia un assistente vocale per aiutare le pmi

Finalmente arriva anche in Italia, un nuovo assistente vocale di supporto alle piccole medie imprese, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *