Come digitalizzare la propria azienda e mettersi in regola

A partire dal 1° gennaio 2020 sono entrate in vigore le disposizioni del DLgs n.127/15 che prevede all’articolo 2, comma 1, la normativa relativa alla memorizzazione e alla trasmissione telematica dei corrispettivi.

Sono soggetti alla gestione dei corrispettivi elettronici tutti i commercianti al minuto, i ristoratori e gli albergatori.

Per queste categorie di lavoratori, infatti, la sfida del 2020 è quella di mettersi al passo con la digitalizzazione della propria attività nel rispetto della normativa vigente.

Proviamo quindi a condividere una guida pratica su come gestire in modo corretto la trasmissione elettronica dei corrispettivi.

easycassa

La trasmissione elettronica dei corrispettivi

I soggetti interessati dalla disposizione di legge sono tutti quelli che possono emettere scontrini o ricevute fiscali per certificare i propri incassi.

Dal 1° gennaio questi stessi soggetti hanno dovuto sostituire la precedente documentazione con l’emissione di un documento commerciale non fiscale che viene emesso esclusivamente attraverso un registratore telematico di cassa, oppure con una procedura messa a disposizione sul portale dell’Agenzia delle Entrate.

L’importanza del registratore telematico

La trasmissione dei corrispettivi elettronici può essere effettuata attraverso:

  • l’acquisto di un registratore telematico ad hoc
  • un adeguamento del registratore di cassa già esistente

Il nuovo registratore telematico (RT) è un registratore di cassa evoluto in grado di connettersi a Internet, produrre il documento commerciale da consegnare ai clienti, creare e memorizzare il corrispettivo, trasmettere telematicamente il tracciato XML all’Agenzia delle Entrate.

Per i soggetti che acquistano un nuovo registratore telematico, inoltre, è previsto un credito di imposta detraibile dal modello F24 per un importo pari al 50% del costo del registratore fino a un massimo di 250 euro.

Con la nuova disposizione di legge, quindi, risulta centrale il ruolo del registratore telematico per una corretta compilazione e trasmissione dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate.

E’ anche per questo motivo che SisalPay | 5, azienda leader nel settore dei pagamenti, ha lanciato sul mercato il proprio sistema Easycassa, per ottimizzare le procedure fiscali delle attività che lavorano nel campo del Food&Beverage. La soluzione di Easycassa offre una completa fornitura hardware e software e un costante lavoro di aggiornamento e supervisione delle attività contabili.

easycassa registratore cassa

Con EasyCassa è possibile avere tutto quello di cui si ha bisogno direttamente nel proprio punto vendita: un dispositivo di cassa telematico, un software aggiornato, dei servizi di assistenza Premium, un gestionale cloud, un’app in grado di gestire ordini e portate per oltre 300 tavoli.

Nel costo di abbonamento al sistema EasyCassa è inclusa l’assistenza di servizio, una formazione iniziale per il titolare del punto vendita e tutte le verifiche fiscali periodiche successive all’installazione del registratore di cassa telematico.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 3 Media: 4.7]

About Serena

Leggi Anche

aprire franchising pasta fresca

Franchising Pasta Fresca: Quanto Investire? Possibili Fatturati?

I franchising di pasta fresca possono realmente costituire un buon business? Se a prima vista …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *