Consulenza business plan: a cosa serve? Come richiederla?

Quando si ha in mente un’idea imprenditoriale che reputiamo vincente, potrebbe risultare opportuno richiedere una consulenza per un business plan.

Tramite un business plan, infatti, possiamo presentare la nostra idea a dei possibili investitori. Essi potranno fornirci quei fondi necessari a portare avanti il nostro progetto.

In questo articolo cercheremo di capire a cosa serve una consulenza del genere. Inoltre, cercheremo di individuare quali sono le migliori agenzie in grado di fornirne una.

Mettiti comodo e prendi un po’ di tempo di tempo per te. Alla fine della lettura di questo articolo potresti aver scoperto uno strumento essenziale per poter portare avanti la tua idea imprenditoriale.

consulenza business plan

Cosa è e a cosa serve un business plan

Prima di spiegarti perché richiedere una consulenza per un business plan potrebbe essere una scelta oculata, cerchiamo di capire rapidamente cos’è e a cosa serve questo strumento.

Un business plan è un documento che contiene al suo interno una serie di informazioni riguardanti un’idea imprenditoriale. Esso, inoltre, contiene piani e proiezioni sul possibile futuro dell’idea imprenditoriale stessa.

Essenzialmente, un business plan serve per mostrare la nostra idea a dei potenziali finanziatori.

Molte persone, infatti, hanno idee vincenti, ma non riescono a realizzarle perché non hanno abbastanza liquidità per portarle avanti.

Anche aziende come Facebook e Apple, ad esempio, si sono trovate obbligate a richiedere dei finanziamenti a degli investitori esterni durante i primi periodi di attività.

Ad ogni modo, un buon business plan deve descrivere nel dettaglio e in maniera veritiera la nostra idea imprenditoriale.

Esso, oltre che una descrizione qualitativa, deve contenere anche una descrizione quantitativa di tutto ciò che riguarda la nostra idea. Al suo interno, quindi, devono esserci anche report riguardanti il mercato al quale ci vogliamo rivolgere, i costi di realizzazione del nostro progetto e così via.

Chi ci offrirà dei finanziamenti, ovviamente, non lo farà per beneficenza, ma perché vorrà guadagnarci qualcosa. Generalmente, chi ci finanzierà vorrà tenere per sé una quota dell’impresa che porta avanti l’idea illustrata nel business plan.

Fasi piano aziendale
Un buon piano aziendale è essenziale per reperire i fondi che ci servono.

In questo paragrafo abbiamo riassunto in maniera estremamente sintetica cos’è e a cosa serve un business plan. Per una trattazione più approfondita e completa, puoi consultare questo altro articolo che abbiamo scritto sull’argomento.




Perché richiedere una consulenza per business plan?

Un business plan è un documento complesso e dal quale dipendono le sorti della nostra idea imprenditoriale. Esso, quindi, va redatto con la massima perizia!

Per redigere un business plan bisogna avere competenze in:

  • Economia e finanza: bisogna sapere quali sono i fattori economici e finanziari che possono influenzare l’andamento di un progetto.
  • Statistica: bisogna conoscere questa materia per riuscire a fare delle proiezioni veritiere circa il futuro del progetto.
  • Analisi dei dati: bisogna saper interpretare i dati a nostra disposizione per poterli utilizzare per il nostro progetto.
  • Legge: bisogna conoscere nel dettaglio tutte le norme che regolano il settore nel quale andremo ad operare.
  • Marketing: bisogna conoscere questa materia per indicare come raggiungeremo i potenziali clienti.
  • Copywriting: come detto, un buon business plan deve essere accattivante. I testi, quindi, devono essere ottimizzati al fine di convincere i potenziali investitori a puntare su di noi.

Avrai intuito, quindi, che scrivere da soli un business plan è davvero complicato!

Le competenze richieste sono tantissime. Avere una conoscenza ottimale di ognuna di esse è quasi impossibile.

Se dovessimo provare a scrivere da soli un business plan, quindi, rischieremmo di redigere male questo importante documento e di non ricevere alcun finanziamento.

Se anche dovessimo riuscire a fare tutto da soli, ottimizzare ogni elemento del business plan per ciascuna delle materie dianzi illustrate richiederebbe un tempo abnorme.

Inoltre, per redigere un business plan è necessario avere a disposizione numerosissimi dati ai quali non sempre è facile accedere. Un’analisi di mercato ben fatta, ad esempio, richiede centinaia di dati.

Per questo motivo, a parer nostro, richiedere una consulenza per business plan a delle agenzie specializzate è un’idea da prendere seriamente in considerazione.

Queste agenzie, infatti, hanno professionisti specializzati in tutte le materie sopra elencate e ci permetteranno di risparmiare tanto tempo, senza rinunciare alla qualità.

Creare business plan 4
I professionisti che devono collaborare per redigere un buon business plan operano in numerosi settori.

Cosa deve fare un consulente per business plan

Un’agenzia che ci aiuti nel redigere un business plan ha l’importantissimo compito di generare un documento in grado di convincere i potenziali investitori al quale lo mostreremo ad investire su di noi.

All’interno del business plan che genererà l’agenzia dovranno esserci i seguenti elementi:

  • sintesi del progetto imprenditoriale
  • informazioni sull’impresa
  • mercato di sbocco
  • concorrenza
  • mercati di approvvigionamento
  • informazioni sul prodotto / servizio che abbiamo ideato
  • piano di commercializzazione
  • patrimonio tecnico-industriale dell’impresa
  • proiezioni economico-finanziarie
  • allegati vari

L’agenzia che redigerà il business plan, quindi, dovrà riuscire ad analizzare il contesto entro il quale si muove la nostra idea imprenditoriale e descrivere in maniera precisa quale è il problema che quest’ultima punta a risolvere.

Il consulente a cui ci rivolgeremo dovrà anche aiutarci nella definizione di un modello di business, anche esso da inserire nel business plan.

Ovviamente, l’agenzia che offrirà una consulenza per business plan dovrà conoscere il team dietro l’idea imprenditoriale, dato che la presentazione del team è un elemento importante in un business plan.

L’agenzia di consulenza avrà anche il delicatissimo compito di svolgere un’analisi del mercato nel quale entreremo e di preparare un piano marketing adeguato e una strategia di lancio della nostra idea.

Infine, il consulente al quale ci rivolgeremo dovrà inserire anche tutte le informazioni finanziarie che sono di interesse dei potenziali investitori. Tra queste informazioni ci sono il piano delle vendite e degli acquisti, i vari costi che sosterrà l’azienda, la gestione fiscale e i vari indicatori aziendali.

In estrema sintesi, l’agenzia di consulenza per business plan alla quale ci rivolgeremo avrà un bel po’ di lavoro da fare!

Il tempo che risparmieremo rivolgendoci ad un’agenzia, come avrai intuito, è davvero tanto.

Vantaggi di richiedere una consulenza per business plan

Richiedere una consulenza per business plan offre numerosi vantaggi.

Il primo vantaggio è quello che potremo risparmiare una quantità incredibile di tempo. Come accennato più volte, infatti, i documenti che vanno a comporre un business plan sono numerosi e di non facile compilazione. Fare tutto da soli risulta davvero difficile, se non in tempi lunghissimi.

Altro vantaggio è dato dalla qualità dei contenuti del business plan. Se dovessimo redigere da soli questo importante documento, infatti, il rischio di trascurare alcuni dei suoi elementi è elevato. Magari siamo bravissimi per quanto riguarda l’analisi di mercato, ma poi non siamo in grado di gestire bene la parte riguardante la gestione dei costi.

Rivolgendoci ad un’agenzia qualificata, invece, avremo la sicurezza che il contenuto del business plan sia di alto livello e corretto.

Un altro importantissimo vantaggio riguarda i dati di cui abbiamo bisogno quando vogliamo scrivere un business plan. Durante l’analisi di mercato, ad esempio, abbiamo bisogno di centinaia di dati, che non sono sempre facilmente reperibili.

Se, ad esempio, abbiamo ideato un bullone super innovativo e lo vogliamo lanciare sul mercato, dovremo analizzare il mercato della bulloneria. Abbiamo preso come esempio questo settore per farti capire che trovare dati sui potenziali clienti e sulla concorrenza non è per niente semplice. Non basta fare una ricerca su internet per scoprire la struttura dei costi della concorrenza, il numero medio di addetti per azienda, i principali clienti del settore e così via.

Le agenzie che forniscono consulenza per business plan, invece, hanno nel loro team professionisti che sanno come reperire i dati necessari.

I vantaggi di cui si può godere rivolgendosi ad un consulente, quindi, sono decisamente superiori ai costi.

Chi dovrebbe richiedere una consulenza per business plan

Le realtà che dovrebbero richiedere una consulenza per business plan sono numerose ed elencarle tutte non è semplice.

Tra di esse ci sono sicuramente le startup innovative. Queste ultime, generalmente, sono frutto di idee geniali, ma che per essere realizzate richiedono ingenti fondi.

Un business plan ben fatto, in questo caso, potrebbe fare la differenza tra il successo e l’insuccesso di queste realtà.

Creare business plan 3
Una buona idea è fondamentale per avere successo. Per reperire i fondi necessari, però, è essenziale anche un ottimo business plan.

Un’altra realtà che potrebbe aver bisogno della redazione di un business plan la troviamo nelle PMI italiane. Molte di esse provano a rinnovarsi e ad innovare, ma hanno bisogno di fondi per poterlo fare!

Con un buon business plan, anche le PMI possono avere più possibilità di trovare degli investitori.

Sia PMI che startup, generalmente, non hanno al loro interno abbastanza competenze per redigere un business plan fatto in maniera eccellente. Per questo motivo è importante che esse si ricorrano ad una consulenza per la redazione di un business plan.

Affidarsi ad un consulente permette a queste realtà di mantenere la concentrazione sulle loro attività principali e, al tempo stesso, di ritrovarsi con un business plan di alto livello preparato da professionisti che fanno ciò quotidianamente per lavoro!

Migliori esperti per consulenza business plan

Abbiamo parlato in maniera molto rapida di cosa è un business plan, qual è il suo fine e perché conviene rivolgersi ad un’agenzia di consulenza.

Ora dobbiamo vedere quelle che sono le migliori realtà alle quali richiedere una consulenza per business plan.

Noi ne abbiamo individuate tre:

  1. Up2lab
  2. Grownnectia
  3. Stratupgeeks

Di queste tre, solo la prima è una vera e propria agenzia in grado di fornire una consulenza a tutto tondo per quanto riguarda la redazione di un business plan.

Le altre due le abbiamo inserite perché sono comunque degli ottimi incubatori e acceleratori per startup e riescono a fornire (anche se non come Up2lab) servizi riguardanti la redazione di un business plan.

Up2lab

Se stai cercando una realtà specializzata nella consulenza per la realizzazione di business plan, Up2lab potrebbe essere la soluzione che fa al caso tuo.

Up2lab nasce nel 2006. I suoi fondatori sono Mattia Esposito e Vincenzo Benincaso, due nomi noti e stimati nel mondo del marketing. Su LinkedIn i loro profili sono presi come riferimento da moltissimi professionisti che operano nel settore.

La missione di Up2lab è quella di aiutare startup e le piccole e medie imprese italiane a crescere. Per fare ciò, Up2lab mette a disposizione di queste realtà i suoi servizi di consulenza e i suoi strumenti.

Logo Up2lab
Logo di Up2lab.

Up2lab, sostanzialmente, va a ricoprire il ruolo di dipartimento marketing, che generalmente non è presente nella maggior parte delle PMI italiane.

Il marketing non è l’unico ambito nel quale opera Up2lab. Essi, infatti, aiutano le aziende anche circa l’individuazione di una strategia di impresa e per quanto riguarda la business innovation.

Tornando a parlare di consulenza per business plan, Up2lab si rivela una delle realtà italiane più ferrate sull’argomento.

Rivolgendoci ad Up2lab, avremo a nostra disposizione un team di esperti che, in un tempo relativamente breve, redigerà per noi un business plan di altissima qualità.

Vediamo quali sono i motivi che ci spingono a consigliare Up2lab con consulente per redigere un business plan.

Motivi per i quali scegliere Up2lab

Abbiamo sottolineato più volte quanto sia complesso redigere da soli un business plan. Le competenze richieste, infatti, sono tantissime e fare qualche errore è altamente probabile.

Volendo riassumere le figure professionali necessarie per redigere un business plan di qualità, verrebbe fuori il seguente elenco:

  • esperti legali
  • esperti fiscali e commercialisti
  • project manajer
  • marketers
  • esperti legali
  • esperti di business model
  • innovation manager

Se volessimo redigere da soli un business plan, dovremmo avere tutte le competenze di queste figure professionali (e forse non sarebbero neanche sufficienti).

Potremmo, quindi, pensare di rivolgerci singolarmente ad ognuna di queste figure professionali. La cosa, però, ci verrebbe a costare tantissimo, richiederebbe comunque molto tempo e porterebbe ad evidenti problemi di coordinazione tra queste figure.




Rivolgendoci ad Up2lab, invece, avremo a disposizione tutte queste figure in un colpo solo. Il consulente che ci seguirà, coordinerà tutto il team addetto alla redazione del nostro business plan, in modo tale che noi non avremo nessun pensiero o problema nel coordinare tutte queste figure professionali.

Inoltre, il team di Up2lab possiede l’esperienza necessaria per evitare i mille problemi nei quali incapperebbe chi non si occupa di business plan quotidianamente!

Come lavora Up2lab

La forza di Up2lab è data dal suo metodo di redazione dei business plan.

Esso è strutturato in maniera tale da fornire nel più breve tempo possibile un business plan di alta qualità.

Analizziamo nel dettaglio la tecnica di redazione del business plan adottata da Up2lab.

Briefing call

Per poter accedere ai servizi di Up2lab, ovviamente, dovremo innanzitutto contattarli.

Successivamente, uno dei consulenti di Up2lab ci fisserà una briefing call.

Nel corso di questa chiamata, dovremo spiegare quale è l’idea imprenditoriale che abbiamo in mente.

Al fine di permettere ad Up2lab di costruire un modello di business su misura per noi, dovremo anche compilare un apposito questionario.

Finita la fase della briefing call, potremo passare allo studio del progetto.

Studio del progetto

Dopo che il consulente che ci è stato assegnato ha finito di raccogliere tutte le informazioni che gli servivano, inizierà la fase di studio del progetto.

In questa fase, il team di Up2lab studierà ogni elemento riguardante l’idea imprenditoriale che gli abbiamo descritto e che vanno inseriti nel business plan. Lo studio del mercato, ad esempio, avviene durante questa fase.

Consegna del business plan

Effettuati tutti gli studi, Up2lab ci consegnerà tre documenti:

  1. Presentazione idea
  2. Piano strategico
  3. Piano finanziario

La consegna di questi tre documenti, che vanno a comporre il business plan, è sequenziale.

Il primo di questi documenti contiene un’analisi sul contesto nel quale andremo ad operare. All’interno di questo documento, inoltre, è indicato anche il modello di business più indicato per la nostra idea imprenditoriale.

Nel secondo documento sono presenti tutti i dati riguardanti lo studio di mercato, l’analisi della concorrenza e, inoltre, anche un piano marketing.

Infine, nel terzo documento troviamo un piano finanziario, che serve per presentare in maniera efficace la propria impresa ai potenziali investitori.

Creare business plan 1
I documenti che formano il business plan prodotto da Up2lab.

Altre informazioni su Up2lab

Come accennato, Up2lab non si occupa unicamente della redazione di business plan.

Questa importante realtà, infatti, può aiutarci anche per creare:

  • piani di marketing e di digital marketing
  • business model
  • startup validation program

Tutte queste cose sono essenziali per quelle startup e quelle PMI che voglio crescere.

La serietà e la bravura di Up2lab sono certificate anche dagli importanti clienti con i quali ha lavorato. Tra di essi ci sono:

  • Confassociazioni
  • Rotary International
  • Università degli studi di Foggia
  • Università degli studi “Gabriele d’Annunzio”
  • Coface
  • Le camere di commercio di Napoli e Foggia

Questi, ovviamente, sono solo alcuni dei numerosissimi clienti che si sono rivolti ad Up2lab.

Il lavoro di Up2lab è stata menzionata anche da molte importanti testate. Alcune di esse sono:

  • Il Sole 24 Ore
  • Il Mattino
  • ANSA
  • Il Tempo
  • La Gazzetta del Mezzogiorno
  • Libero Quotidiano

Inoltre, Up2lab non lavora unicamente online, ma dispone anche di quattro sedi fisiche. Due di esse si trovano a Roma, una a Lucera e una a Varsavia.

Creare business plan 2
Up2lab ha ottimizzato il metodo che utilizza per redigere business plan in anni ed anni di esperienza.

Se vuoi maggiori informazioni su Up2lab, puoi consultare il loro sito web!

Grownnectia

Una realtà molto apprezzata nel mondo delle startup è Grownnectia.

Essa, a differenza di Up2lab, nasce con lo scopo specifico di supportare le startup e non le PMI.

Il compito di Grownnectia è quello di guidare le startup con più potenziale dalla loro nascita fino alla loro crescita. In pratica, Grownnectia funziona prima da incubatore e poi da acceleratore per le startup.

Questa attività dianzi citata è prominente rispetto a quella di redazione di business plan, comunque offerta da Grownnectia.

Logo Grownnectia
Logo Grownnectia.

Le realtà a cui potrebbero interessare i servizi offerti da Grownnectia, quindi, sono quelle startup fortemente innovative.

Il supporto offerto da Grownnectia non si limita al semplice business plan, ma è decisamente più invasivo e non adatto a chi vuole cercare da solo investitori e gestire in totale libertà la sua idea imprenditoriale.

La strada dell’incubatore e dell’acceleratore per startup, quindi, la consigliamo a chi è disposto a rinunciare a un po’ della sua indipendenza.

Stratupgeeks

Startupgeeks, similmente a Grownnectia, si concentra sulle startup innovative e mette in secondo piano le PMI.

La piattaforma offerta da Startupgeeks non nasce per fornire un vero e proprio servizio di consulenza per la redazione di un business plan. Essa, infatti, si concentra sulla formazione di coloro che vogliono dare vita ad una startup e fornisce servizi di incubazione e di accelerazione di queste ultime.

Logo Startup Geeks
Logo Startupgeeks.

La redazione di un business plan da parte di Startupgeeks, quindi, è un “effetto collaterale” della fase di incubazione ed accelerazione.

Sia chiaro, Startupgeeks è una realtà estremamente valida, ma forse non adatta a chi cerca solamente una consulenza per la redazione di un business plan.

Conclusioni

Affinché la nostra idea imprenditoriale abbia successo, redigere un business plan di qualità è praticamente una scelta obbligata. Esso, infatti, può permetterci di reperire i fondi necessari a portare avanti il nostro progetto.

Produrre da soli un business plan, però, non è semplice.

È per questo motivo che affidarsi ad una società di consulenza per business plan è una scelta che riteniamo più che opportuna. Tra queste società di consulenza, ci sentiamo di consigliare Up2lab.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About Vincenzo Napolitano

Atletico, salutista, non procrastinatore, sensibile. Vincenzo Napolitano non è nulla di tutto ciò. Scrive cose di marketing (soprattutto digitale) per Notizie.Business.

Leggi Anche

registrazione marchio di posizione

Registrare Marchio di posizione

I marchi, al fine di poter essere registrati, devono avere una proprietà che è imprescindibile, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *