Come fare un giveaway: quali regole rispettare

Ad oggi spesso si sente parlare del giveaway, ma che cosa è nello specifico?

La terminologia “giveaway” (regalare qualcosa) è una strategia di marketing utilizzata da brand, blogger, YouTuber ed influencer, finalizzata a:

  1. Far aumentare la brand awareness
  2. Portare traffico al proprio sito web
  3. Rafforzare la fidelizzazione dei followers già esistenti
  4. Generare nuovi lead
  5. Far conoscere il prodotto o servizio a più persone possibili
  6. Pubblicizzare un evento

Si tratta nello specifico di un concorso a premi dove inizialmente viene richiesto ai partecipanti di compiere un’azione alquanto semplice come ad esempio condividere un contenuto, mettere un like, taggare gli amici o compilare un form, in cambio di un omaggio, gadget o prodotto brandizzato che l’azienda stessa vuole pubblicizzare, dato in regalo ad un partecipante estratto casualmente.

Il valore del giveaway è personalizzabile in quanto varia in base al budget che l’azienda decide di utilizzare per questa strategia di marketing. Un ottimo modo per farsi conoscere in un momento così particolare come quello che stiamo vivendo a causa della pandemia sfruttando le potenzialità del mondo online e dei social.

come fare giveaway

Piattaforme social sulle quali conviene fare un Giveaway

Questo tipo di concorso a premi nasce negli Stati Uniti d’America grazie a Youtuber e blogger dai 10k ai 100k di follower, al fine di ringraziare i propri fan più fedeli ed incentivare i potenziali utenti interessati ai contenuti web da loro prodotti.

Con l’avanzare dei social network, ad oggi, si trovano facilmente giveaway sulle principali piattaforme social come Youtube, Instagram e Facebook.

Inizialmente i concorsi a premi sono apparsi principalmente su Youtube con l’obiettivo di aumentare le vendite, i lead Youtube e il coinvolgimento del pubblico.

Per creare un giveaway su Youtube occorre seguire queste regole chiave:

  • Scegliere un obiettivo smart ed intelligente
  • Definire le regole del contest
  • Seguire le linee guida promozionali di Youtube
  • Definire il tipo di contest
  • Scegliere un premio
  • Promuovere il concorso a premi.

E’ giusto considerare che questo tipo di piattaforma è ricercata da oltre 2 miliardi di persone in tutto il mondo ed un notevole incremento è stato registrato durante la pandemia mondiale da COVID-19.

Come fare giweaway su Facebook

Se si decide di organizzare un concorso a premi su Facebook bisognerà seguire alcuni passaggi visto che, essendo una piattaforma privata, ci sono delle regole che vengono aggiornate periodicamente. Nel caso in cui queste regole non vengano rispettate Facebook potrebbe disabilitare la pagina creando di conseguenza complicazioni al meccanismo del concorso di cui l’azienda promotrice dovrà rispondere nei confronti del Ministero dello Sviluppo Economico.

A questo punto andiamo ad analizzare le principali Normative relative a pagine, gruppi ed eventi di Facebook.

Giweaway su pagine, gruppi ed eventi

L’utente, blogger o influencer che utilizza Facebook per inviare comunicazioni o offrire una promozione, come appunto nel caso del concorso a premi, deve garantire il rispetto delle normative durante il corso della promozione ossia:

  • Condizioni dell’offerta e requisiti per la partecipazione (come per esempio limiti di età, luogo di residenza);
  • Deve seguire il regolamento ufficiale;
  • Rispetto della normativa nazionale relativa ai concorsi a premi;

Il concorso a premi su Facebook deve includere inoltre:
– Una dichiarazione in cui ciascuno dei partecipanti al giweaway solleva Facebook da qualsiasi responsabilità.
– Una dichiarazione che conferma che il concorso a premi non è in nessun modo sponsorizzato, appoggiato o amministrato da Facebook né associato a Facebook.
Si ricorda inoltre che non è consentito usare diciture come “condividi sul diario di un amico”, “tagga i tuoi amici per partecipare” o “condividi sulla tua bacheca per partecipare al concorso”.




contest di facebook

Come organizzare un giweaway su Facebook

Per ottenere un concorso a premi di successo su Facebook bisognerà, dopo aver scelto l’obiettivo da raggiungere, seguire alcuni punti chiave come ad esempio:

  • scegliere delle immagini che riescano a coinvolgere il pubblico
  • creare una call to action efficace e chiara indicando l’azione che l’utente debba compiere per partecipare (postare e/o commentare – utilizzare like – inviare un messaggio privato – compilare un form)
  • creare un regolamento comprensibile per i partecipanti
  • se si decide di coinvolgere i partecipanti nell’inserire un commento è consigliata la cosiddetta formula A – B come per esempio “ scrivi A se preferisci la foto n. 1” oppure “B se preferisci la foto n.2”.
  • Si può scegliere di “premiare” sia il commento con più “Mi piace” che attraverso l’estrazione casuale
  • Una volta che il concorso a premi è online, monitorare la situazione attraverso il community management.

Come fare giweaway su Instagram

Instagram è cresciuto in modo incredibile negli ultimi anni, e continua ad espandersi sempre di più. L’applicazione era nata inizialmente come semplice piattaforma per la condivisione di foto, ma ad oggi si è trasformata in una vera e propria miniera d’oro.

E’ lo strumento social più amato dagli influencer e blogger per i concorsi a premi. Secondo una ricerca di marketing digitando nella barra di ricerca #contest troviamo quasi 7 milioni di post mentre con #giveaway oltre 23 milioni. I giveaway Instagram si adattano facilmente ai settori come beauty, sport, moda, food, elettronica, travel e molti altri.

Concorso a premi su Instagram

Di seguito qualche consiglio utile per organizzare al meglio un concorso a premi su Instagram

  1. Definire l’obiettivo primario (engagement post, Brand awarness“ )
  2. Tipo di contest (Foto contest – Sondaggi – video contest – Collegamento ad evento offline)
  3. Analizza il target di riferimento (sesso, età, interessi, contenuti apprezzati)
  4. Definire un regolamento chiaro che non generi dubbi ai partecipanti
  5. Seguire gli aspetti legali (I contest in Italia sono regolati dalla disciplina contenuta nel DPR 430/2001)
  6. Scegliere un premio accattivante in base al budget a disposizione
  7. Utilizzare hashtag popolari e pertinenti
  8. Comunicare ai partecipanti il nome del vincitore
  9. Al termine del giveaway su Instagram analizza i risultati ottenuti

giveaway instagram

Quali vantaggi portano i giveaway

Avendo compreso cosa è un Giveaway andiamo a scoprire nel dettaglio i principali vantaggi dei concorsi a premi come strategia di marketing.

Un giveaway permette di raggiungere diversi obiettivi dall’aumento del traffico, alle interazioni sulla propria pagina questo perché ad oggi gli utenti che navigano sui social sono spesso incuriositi dai concorsi a premi e dal regalo che si potrebbe vincere.

Se si è da poco sul mercato online e si mira a farsi conoscere l’utilizzo dei giveaway è la strada giusta per far crescere i canali social e aumentare le visite al sito.

Riassumendo i principali vantaggi dell’utilizzo di giveaway sono nello specifico:

  1. aumento dei followers
  2. incentivare iscrizioni alla newsletter
  3. aumento visite sul profilo
  4. migliorare l’engagement della propria community
  5. aumento views su YouTube
  6. personal branding.

Svantaggi dei giveaway

Un concorso a premi può portare anche dei svantaggi pertanto è importante conoscere i possibili rischi così da poter valutare se questa forma di strategia di marketing possa essere adatta alla vostra esigenza.
Il Giveaway potrebbe essere annullato da Facebook qualora non rispetti le normative, oppure ci si potrebbe imbattere nei profili fake che sono sempre più frequenti, o con gli “habitués dei concorsi”, che partecipano ad ogni tipo di concorso per potersi aggiudicare i premi, ma che non portano molti vantaggi per gli obiettivi della strategia aziendale.

Si nota infatti, dopo il termine del concorso a premi, la diminuzione dei followers proprio perché sono utenti che in realtà non sono interessati al prodotto o servizio proposto dall’azienda, ma solo all’omaggio in palio. Se non si è esperti nel settore è necessario rivolgersi ad un esperto per verificarne il giusto svolgimento e non incorrere in sanzioni.

La legge italiana è infatti molto restrittiva per i concorsi a premi.

Sanzioni giveaway

Un esempio recente lo si può trovare nel caso della giovane beauty influencer veneta Nicole Pallado, che a novembre 2020 ha ricevuto da parte del Mise (Ministero dello Sviluppo Economico) una multa di 10mila euro per aver effettuato un giveaway nel quale, in cambio di like e follow, regalava ad una sua follower una palette della sua linea beauty.

L’influencer ha dichiarato che soltanto in Italia si viene multati per aver organizzato un giveaway sui social e che se il concorso si fosse svolto nei confini del territorio americano, non avrebbe ricevuto alcuna multa. Infatti in America il legislatore ha adottato un approccio volto ad agevolare il ricorso allo strumento dei concorsi a premi solamente per le aziende in difficoltà economiche, soprattutto durante la pandemia da Covid- 19.

Normativa sui Giveaway in Italia

Per ciascun Paese ci sono delle giurisdizioni diverse per i giveaway. In Italia ad oggi viene applicata la normativa sui “concorsi a premi con estrazione” con riferimento al d.p.r. 430/2001 in cui si precisa nell’art.1 le regole e modalità di svolgimento.

Tutti coloro che decidono di organizzare un giveaway devono comunicarlo con circa 15 giorni di anticipo al Ministero dell’Economia e dello Sviluppo (l’ente che segue le mani­fe­sta­zioni a premi) compilando l’apposito modulo “Premia Online” allegando la documentazione che attesta il pagamento della cauzione (pari al 100% del valore del premio), il regolamento del concorso e la definizione del valore del premio. E’ bene precisare che coloro che sono iscritti al Registro delle Imprese e sono in possesso della Partita Iva possono organizzare un concorso a premi.

Questa operazione deve essere eseguita davanti la presenza di un notaio o un Funzionario della Camera di Commercio, il quale dovrà garantire la corretta estrazione del vincitore nel caso si decida di utilizzare sistemi come ad esempio random.org e dovrà di conseguenza, compilare il relativo verbale che sarà inoltrato al Ministero dello Sviluppo Economico una volta terminato il concorso.

Normativa DPR 430/2001: punti principali

Occorre precisare che per i giveaway che hanno, come valore del premio finale, una cifra inferiore a € 25 non è necessario seguire la procedura della normativa DPR 430/2001.

E’ consigliato seguire con attenzione tutte le fasi necessarie per lo svolgimento dei concorsi a premi in quanto le sanzioni partono da cifre molto alte (si parte da un minimo di euro 1.000 ad un massimo di 500.000 euro).

Per i concorsi a premi svolti tramite i social sono presenti ulteriori regole dichiarate dal Mise attraverso la sezione faq (domande) nello specifico nella faq n. 7 del 13 febbraio 2020.

Andiamo a scoprire nel dettaglio le modalità stabilite dalla normativa DPR 430/2001 che definiscono un concorso a premi.
Vengono considerati concorsi a premi le promozioni pubblicitarie in cui vengono assegnati dei premi, ad un singolo utente o a più partecipanti (anche senza una vendita, acquisto del prodotto)
tramite:

  • programmi specifici come ad esempio random.org
  • competenze e capacità degli utenti (giudicate da terzi)
  • la sorte, ossia attraverso l’estrazione del vincitore.

Nel caso contrario in cui si vuole che il giveaway non venga considerato un concorso a premi non deve presentare queste specifiche particolarità:

  1. Non si possono fare i quiz
  2. E’ vietato commentare il contest
  3. E’ vietata l’estrazione finale
  4. Non si può scegliere il vincitore in base alla competenza e capacità valutate da terzi.

Alternative migliori rispetto ai giveaway

La presenza di un’azienda sui social media ad oggi è indispensabile in quanto gioca un ruolo fondamentale per la strategia di marketing.

Come abbiamo visto, fino adesso, i concorsi a premi permettono di far conoscere il proprio brand e di interagire con dei probabili nuovi seguaci ma ci sono altre alternative che portano ad un buon risultato come ad esempio, creare contenuti social di qualità che risultino interessanti per il pubblico. Distinguersi dalla folla non è semplice ma proprio per questo bisogna puntare su contenuti creativi e originali.

Di seguito andiamo a scoprire alcuni principali consigli per aumentare la visibilità del brand sui social media senza l’utilizzo dei giveaway.

Come aumentare la visibilità del brand senza l’utilizzo dei giveaway

  • Una regola fondamentale per i contenuti social è: qualità prima della quantità. Un errore comune è quello di sopraffare gli utenti con diversi post quotidiani non interessanti, invece di caricare contenuti di qualità che incoraggiano le persone ad interagire, come mettere “mi piace” commentare e condividere i post.
  • Mostrarsi ai propri followers. Un altro aspetto importante è quello di farsi vedere realizzando ad esempio un video o una gallery che mostra i retroscena dell’azienda (processi di sviluppo del prodotto, il team, etc). Di conseguenza se gli utenti hanno delle domande sui prodotti o curiosità sull’azienda si può rispondere con una diretta o semplicemente commentando.
  • Utilizzo dei grafici. Oltre alle immagini ed i video anche i grafici sono molto graditi dagli utenti in quanto sono facili da comprendere e risultano essere molto intuitivi.
  • Condividere gli eventi. Essere aggiornati sui prossimi eventi a cui si è intenzionati a partecipare è un ottimo modo per far interagire gli utenti.
  • Frequenza. Pubblicare contenuti con frequenza porta dei buoni risultati è consigliato condividere pubblicazioni la mattina o a metà giornata.
  • Utilizzare gli hashtag. Questo strumento serve a catalogare i post (inizialmente Twitter, oggi anche Instagram, Facebook, Pinterest, Google plus) diffusi sul web attraverso delle “etichette” ed è utile per far trovare in poco tempo i contributi online ad essi correlati.
  • Creare storie. Questa funzione è attualmente una delle più utilizzate e popolari tra gli utenti di Snapchat, Instagram e Facebook. Le storie scompaiono possono venire salvate sul proprio profilo o scomparire dopo 24 ore.

Cosa vuol dire SEO ed i principi base

Oltre alle pubblicazioni di contenuti sui canali social media un altro aspetto fondamentale per farsi trovare sui motori di ricerca ed aumentare il traffico organico è la SEO (Search Engine Optimization).

Secondo una ricerca universitaria gli utenti eseguono su Google oltre 4 miliardi di ricerche al giorno. Ricerche di ogni tipo dalle ricette, alle news, ai gossip, al meteo, allo sport, all’oroscopo, all’abbigliamento etc ed è per questo che l’obiettivo digital di ogni azienda è quello di farsi trovare nella prima pagina della Serp (Search Engine Results Page – ovvero la pagina dei risultati) di Google per ottenere maggiore visibilità (visite e di conseguenza conversioni).

Ottimizzare un contenuto in ottica SEO non significa solamente inserire le giuste parole chiave o fare link building. Per conquistare la prima posizione bisogna seguire un insieme di procedimenti in maniera costante ed a lungo termine per ottenere dei risultati nel tempo.

Ottimizzazioni SEO On-site

Bisogna curare diversi fattori all’interno del sito web (Ottimizzazioni SEO On-site) come ad esempio:

  • Keyword: trovare le giuste parole chiave SEO
  • Backlink: link esterni che rimandano ad un sito
  • Contenuti: che attirino l’attenzione dei potenziali clienti
  • La mèta description: (metakeywords)
  • Sitemp: (indice gerarchico, in formato xml, di tutte le pagine di un sito web)
  • Title: (Gli Headings o intestazioni aiutano i motori di ricerca a capire il contenuto della pagina)

e molto altro.

Come abbiamo detto le operazioni da effettuare sulla SEO, per essere visibili sui motori di ricerca, sono diverse e devono essere eseguite con costanza, per questo rivolgersi a dei professionisti nel settore può essere la scelta giusta. Ad oggi tra le migliori piattaforme di Marketing online troviamo al primo posto: https://lumen.farm

lumen-farm

Lumen.farm

Con la piattaforma Lumen.Farm grazie ad un semplice clic si possono ottenere centinaia di articoli professionali su blog e giornali online che presentano la tua azienda, i tuoi prodotti e servizi (servizio di attività di backlink).
La piattaforma offre inoltre tra i principali servizi:

  1. Influencer Marketing
    Si può scegliere tra centinaia di Influencer italiani per promuovere i propri servizi, prodotti sui canali social: Instagram, Youtube e Tik Tok.
  2. Gestione Ads
    Gestione super-ottimizzata delle sponsorizzate su Google, Facebook, ed Instagram.
  3. Telemarketing
    Si possono realizzare campagne di telemarketing in sole 24/48h.
  4. Registrazione Marchio
    Registrazione del Marchio a livello Nazionale o Europeo per la propria azienda o per un prodotto o servizio a partire da 149€!
  5. Gestione social
    La piattaforma Lumen.Farm gestisce tutti i principali canali social con professionalità e accuratezza.

SeoMilitia™

Al secondo posto tra le migliori piattaforme per il marketing digitale troviamo: SEOMilitia
SeoMilitia™ è un nuovo prodotto realizzato da AdCrescendo.com. Uno strumento ideale per portare clienti ad aziende, professionisti, privati, agenti di ogni categoria grazie all’utilizzo dello SEO e della Web Reputation. Tra i principali servizi offerti troviamo:

  • scrittura di articoli o comunicati stampa (da 10 a circa 120 articoli)
  • pubblicazione degli articoli fino a 120 blog
  • realizzazione campagna Google su ciascun articolo pubblicato
  • inserimento di un link all’interno dell’articolo (che può indirizzare al sito, al canale youtube etc)

Questo servizio può essere utilizzato da: aziende, professionisti, privati, associazioni, Onlus ed agli artisti.
Per maggiori informazioni visitare il sito web ufficiale: https://adcrescendo.com/seomilitia-seo-web-reputation-portare-clienti/
Affidarsi a servizi di questo tipo è una scelta intelligente, soprattutto se non si ha una consolidata esperienza nel settore ma si vogliono raggiungere degli obiettivi di marketing.

Conclusioni

Come abbiamo visto, realizzare un giveaway di successo ad oggi può portare numerosi vantaggi all’azienda l’importante è seguire i regolamenti dei social network che li ospitano così da evitare di venire bannati o ricevere multe salate.

Spesso risulta conveniente comunque affidare le proprie azioni di marketing online a professionisti già abilitati alla ottima riuscita di una campagna pubblicitaria o ancora meglio alla sponsorizzazione del proprio brand attraverso strumenti e azioni alternative come il giveaway che sta prendendo sempre più piede tra le più blasonate vie di comunicazione del web.

La conoscenza di questo tipo di azioni non potrà che portare benefici in tempi più o meno brevi ai propri investimenti pubblicitari.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About Ilaria.R

Leggi Anche

quanto guadagna un influencer

Quanto guadagna un influencer: i più pagati e strategie di monetizzazione

Moltissime persone si domandano quanto guadagna un influencer e in che modo riesce a monetizzare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *