Franchising Abbigliamento: quali sono i migliori? Quanto investire? Guadagni?

Hai deciso di aprire un’attività e metterti in proprio, ma sei indeciso su quale settore indirizzare il tuo business.

Hai ragione, ai tempi d’oggi bisogna stare molto attenti e scegliere un settore che possa ridurre al minimo il rischio di mal riuscita della nostra attività. Devi dunque pensare a qualcosa di cui le persone non possono fare a meno neanche in tempi di crisi, sembra facile? In realtà se ci pensi un attimo lo è davvero.

franchising abbigliamento

Perché le persone non potrebbero fare a meno di mangiare e vestirsi. Nel primo caso perché bisogna pur nutrirsi, altrimenti non si sopravvivrebbe, nel secondo caso perché mica si può andare in giro nudi, giusto?

Quindi alla luce di ciò, è ovvio che aprire un ristorante o un negozio di abbigliamento, potrebbe rivelarsi un’idea vantaggiosa per guadagnare. Ma in questo articolo ci concentreremo sulla seconda opzione, in particolare sul Franchising abbigliamento.

Come aprire un negozio in franchising

L’Italia è il paese della moda, dove la maggior parte delle persone tiene ad apparire nel miglior modo possibile, partendo proprio dai vestiti. Ovviamente con la crisi i guadagni si sono ridotti, ma resta comunque un buon margine per rendere la propria attività, di successo.

Se sei inesperto nel mondo dell’imprenditoria e magari non hai un budget molto elevato, sarebbe una buona idea quella di aprire un negozio in franchising. Cosa vuol dire concretamente? Significa affidarsi a dei brand di franchising abbigliamento, che si occuperanno del rifornimento della merce, di assistenza e aiuto ogni volta che ne avrai bisogno e ti daranno tutti gli strumenti necessari per aprire la tua attività.

Franchising abbigliamento: dove aprire la tua attività

Se hai scelto questa strada hai avuto un’ottima idea, ma dovrai comunque scegliere con cura e attenzione la struttura dove dar vita al tuo business.
Per effettuare questa scelta ci vuole una strategia, perché non tutte le strutture possono essere idonee.

Nel senso che se tu aprissi il tuo negozio in una stradina poco trafficata, difficilmente potrai avere un margine di guadagno elevato. La scelta giusta è quella di scegliere una struttura situata in una strada molto frequentata.  Perchè in questo caso la gente potrà vedere facilmente il tuo negozio e magari potrà entrare a dargli un’occhiata.

Definisci la tua nicchia

Una volta scelta la struttura, dovrai definire il target del negozio, scegliendo la tua nicchia, ossia scegliendo la cerchia di persone a cui vorrai vendere i tuoi capi d’abbigliamento. Ad esempio puoi aprire un negozio di abbigliamento per bambini, abbigliamento low cost per ragazzi e ragazze , oppure puoi optare per abiti firmati ed eleganti.

Qualunque sia la tua scelta, dovrai studiare molto per informarti sulle nuove tendenze, sui capi che vanno per la maggiore etc. Il settore dell’abbigliamento è in continua crescita e tu dovrai stare sempre al passo. Per sapere quali sono i capi di abbigliamento più indossati da una determinata nicchia di persone, ti basterà fare un’indagine di mercato.

Magari ponendo attenzione alle persone che incontri per strada, oppure facendo delle ricerche su internet. Insomma è un passo fondamentale se vuoi che la tua attività abbia successo.

Vantaggi dell’aprire un negozio in franchising

Aprire un’attività in franchising offre sicuramente molti vantaggi, soprattutto a quegli imprenditori inesperti che hanno bisogno di assistenza continua.
In un’attività completamente autonoma, si deve contare solo sulle proprie forze e ogni sbaglio si paga sulla propria pelle.

Mentre se si sceglie di aprire un’attività in franchising molti problemi vengono coperti, riducendo al minimo i rischi che ogni attività in proprio comporta.
I vantaggi del franchising abbigliamento possono essere molteplici:

  • affidandosi ad un brand conosciuto, si attirano per forza di cose più clienti, si avrà una nomina consolidata fin dall’inizio. Questo vantaggio aprendo un’attività in perfetta autonomia non si ha, in quanto per costruirsi una buona fama si ha bisogno di molto tempo.
  • Grazie al franchising, i franchisor insegnano ai loro affiliati tutte le loro conoscenze sulla corretta gestione della propria attività, evitando così di compiere dei passi falsi, questa fase viene chiamata con il nome di know-how (sapere come).
  •  Alcune aziende offrono il servizio di conto vendita, ossia ti verranno calcolate soltanto le spese dei prodotti che avrai venduto, mentre gli altri potrai restituirli senza che ti venga chiesto nulla in cambio.
  • Un altro vantaggio del franchising è quello di ridurre al minimo i rischi che un’attività comporta, proprio come ti accennavo in precedenza. La paura di molte persone che vorrebbero aprire una loro attività è proprio questa: “E se va male che farò?” Perché siamo sinceri, non sempre il business può andare bene, percui per “ammortizzare” tutte queste paure e ridurre concretamente il rischio di fallimento, affidarsi al franchising risulta essere un’ottima idea.
  • L’ azienda che avrete scelto vi fornirà un’assistenza e formazione continua, che vi aiuterà nei momenti di difficoltà. Non dovrai contare soltanto sulle tue forze, ma potrai chiedere aiuto ogni volta che ne avrai bisogno.
  • Uno dei vantaggi per cui i giovani imprenditori (e anche meno giovani) si affidano al franchising, sono i costi molto ridotti. Aprire un’attività in proprio comporta dei costi molto elevati, mentre grazie al franchising si possono avere cifre a portata di molte persone. Sarà la stessa azienda a fornire agli affiliati tutta la strumentalizzazione necessaria per svolgere la loro attività, arredi, macchinari, forniture.. e anche una promozione pubblicitaria a livello nazionale. Inoltre affidarsi ad una nota azienda del settore, consente anche di usufruire più facilmente di finanziamenti dagli istituti di credito, grazie alla garanzia del brand che vi sostiene e di finanziamenti a fondo perduto.

 

Svantaggi del franchising abbigliamento

Nonostante questi molteplici vantaggi molto importanti da tenere assolutamente in considerazione, il franchising comporta anche degli svantaggi. Seppur forse di minore importanza, ma che andrebbero sempre analizzati con la dovuta attenzione.

Lo svantaggio più importante è la dipendenza dal franchisor. Prima di aprire l’attività si dovrà firmare un contratto di affiliazione commerciale con l’azienda, che ti obbligherà a rispettare tutti i punti qualitativi del brand in questione.

Se vorrai effettuare dei cambiamenti nella tua attività, dovrai prima chiedere il permesso all’azienda di franchising. Questo aspetto a lungo andare, potrebbe causare delle insofferenze da parte dell’affiliato, perché ciò impedisce di sperimentare le proprie idee.
Inoltre un altro svantaggio è quello dei costi che l’affiliato deve sostenere verso l’azienda in questione, come le fee d’ingresso nella rete e royalty sul fatturato.

Procedimento burocratico

Il procedimento burocratico per aprire un negozio di abbigliamento, è quello comune a molte altre attività.
La prima cosa da fare è quella di aprire la partita IVA, obbligatoria per svolgere qualsiasi attività in proprio.
Il secondo passaggio è quello di iscriversi all’INPS e all’INAIL.

Successivamente al registro delle imprese presso la camera di commercio. Dopo aver svolto questi passaggi, bisogna informare il comune dell’apertura dell’attività almeno un mese prima dell’avvio effettivo.
Per svolgere tutti questi passaggi è necessario affidarsi ad un commercialista.

Specialmente se non avete le competenze necessarie per fare da soli. Un commercialista è senza dubbio un ulteriore costo, ma è anche un enorme aiuto per compiere tutte le procedure burocratiche.

Migliori aziende che offrono il servizio di franchising nell’abbigliamento

Per aprire una tua attività nel settore del franchising abbigliamento, devi innanzitutto trovare una buona azienda che possa sviluppare il tuo progetto. Qui di seguito ho raggruppato per te le migliori aziende che offrono il servizio di franchising nell’abbigliamento. Ovviamente sono tutte suddivise per target e nicchia di riferimento. Ti basterà trovare quella più giusta per te.

Abbigliamento bambino

Franchising abbigliamento

 

Quore

Questa azienda è stata creata dalla famiglia Totaro, che con la Mafrat spa è stata un punto di riferimento nel campo dell’abbigliamento per bambini per più di 70 anni.
Il progetto nasce per gestire diversi punti vendita nell’abbigliamento per bambini e giovani ragazzi dai 0 ai 16 anni.

L’azienda possiede dei marchi di livello medio alto, ma a prezzi decisamente competitivi rispetto ad altre aziende. In più i loro capi d’abbigliamento hanno la fama di essere molto trendy e di rispettare le tendenze del momento per qualunque fascia d’età.
Affidandoti a questa azienda lo stile del vostro negozio sarà raffinato ed elegante e saprà sicuramente attrarre molte persone.

A patto di scegliere una struttura situata in una posizione strategica. Infatti proprio su questo punto loro sono molto esigenti.  Richiedono dei punti vendita nelle principali vie dei luoghi che possano contare almeno 25.000 abitanti. In alternativa dentro centri commerciali che vantano la presenza di almeno 2 milioni di persone. La struttura deve avere una dimensione di circa 60 mq e 20 mq di magazzino.

Quindi dovrete davvero impegnarvi per scegliere la struttura ideale che possa soddisfare questi requisiti.
Per quanto riguarda i prezzi, questa azienda chiede un investimento minimo di 20.000 euro , che possono essere senza dubbio dei soldi ben investiti.
Non richiedono nessuna esperienza specifica del settore e in cambio offrono un’assistenza pre apertura, che consiste in una valutazione della struttura, progettazione gratuita del progetto, un periodo di formazione per essere preparati al momento dell’apertura e un rifornimento settimanale di nuovi capi d’abbigliamento.

Inoltre ci sarà anche un’assistenza post apertura, in cui l’azienda sarà totalmente a tua disposizione per qualsiasi problema o richiesta di consigli. Il loro punto di forza è il conto vendita e il reso totale dell’invenduto, ossia tu dovrai pagare solo la merce che venderai, l’altra sarà ritirata senza alcuna commissione.
Ci sarà un margine di guadagno fisso durante tutto l’anno, nessuna fee d’ingresso e nessuna royalty.

L’azienda non richiede nessun contributo per la pubblicità e neanche per le spese di trasporto, che sono tutte a carico dell’azienda Mafrat. Chiunque fosse interessato può andare direttamente sul loro sito web e richiedere informazioni.

Emporio 88

Un’altra ottima azienda leader nel settore abbigliamento per bambini e la Emporio 88. Il loro brand offre dei capi d’abbigliamento di ottima qualità rispettando le varie tendenze del momento, con un ottimo rapporto qualità prezzo che da sempre attira molte persone.

La fascia di età coperta da questa azienda è sempre quella che va dai 0 ai 16 anni. Inoltre il brand si occupa di capi d’abbigliamento prodotti in Italia.
I vantaggi di cui usufruirai scegliendo questo marchio, saranno il conto vendita con il reso totale dell’invenduto, una strategia promozionale per incentivare al massimo i guadagni e ridurre al minimo i rischi di fallimento.

I requisiti che chiede tale azienda sono simili a molti altri brand di franchising, ossia: una posizione centrale con un alta visibilità, al fine di incentivare le persone ad entrare nel negozio, una struttura minima di 80mq e un investimento totale minimo di 20.000 euro.
Il fatturato medio di ogni punto vendita è di circa 300 mila euro.

Cycle Band

Questo brand è stato creato dall’azienda Tessival srl , che nel 1972 si occupava di tessitura. Negli anni, grazie alla sua crescente popolarità, ha deciso di concentrarsi anche nel settore dell’abbigliamento. Così dopo la creazione di vari marchi, la Tessival ha deciso di creare il brand Cycle Band, dedicato ai bambini da 0 – 14 anni.

I capi d’abbigliamento di questo marchio sono di tendenza, colorati . Nei loro negozi si può trovare tutto ciò che riguarda il settore moda, dai vestiti, alle scarpe, alla bigiotteria etc. Il punto vendita è caratterizzato da un aspetto ricercato e da quel leggero tocco di raffinatezza che da sempre richiama molti clienti.

I requisiti che richiede questa azienda per aprire un loro punto vendita sono: innanzitutto la posizione, che deve essere super centrale, in centri con almeno 15.000 abitanti e in strade trafficate e principali. Inoltre la struttura deve avere una dimensione superiore ai 90 mq, in più il magazzino.

I vantaggi per l’affiliato sono molteplici: l’azienda svolgerà la progettazione del punto vendita in maniera totalmente gratuita. Non è richiesta nessuna Fee d’ingresso, postazione informatica e registrazione di cassa in comodato d’uso gratuito, un’assistenza completa nella fase iniziale dell’attività e una formazione di base per tutto il personale. Inoltre nell’1% del fatturato netto iva sono compresi: i trasporti (spedizioni, resi etc) ,
materiali di consumo (buste regalo e shopping bangs) , materiale di comunicazione (ad esempio i cataloghi, cartelloni per promozioni e saldi) e un programma di fidelizzazione (Fidelity card, Gadget) .

La merce sarà tutta in conto vendita con un ritiro gratuito dei prodotti invenduti.
Questo brand richiede un investimento di circa 400 euro al mq e anche un contributo parziale per l’installazione di hardware, software, di 4.000 euro. Quindi si parla di un investimento minimo di 20.000 euro.

Abbigliamento uomo

Franchising abbigliamento

Eddicott

I punti vendita Eddicott offrono ai loro affiliati dei capi d’abbigliamento eleganti e ricercati. La struttura della vostra attività sarà arredata con uno stile accattivante e moderno, in piena tendenza con le mode del momento. I vantaggi del franchising abbigliamento Eddicott, sono: la merce in conto vendita, la totale assenza di fee d’ingresso e royalties.

Inoltre il brand fornisce un’assistenza continuativa, non solo in fase di start up, ma per tutta la durata del contratto lavorativo.
L’ azienda garantisce anche un rapporto di esclusività. Nel senso che si impegna ad aprire un solo punto vendita con il loro brand per tutto il centro abitato, in modo da aumentare le vendite e i guadagni.Anche in questo caso ci sarà da compiere un investimento minimo di 20.000 euro.

Kruder

Con all’attivo più di 45 store in tutta Italia, questo brand si posiziona tra i più noti a livello nazionale.
La loro nicchia di riferimento si basa su uomini che coprono una fascia d’età che va dai 25 ai 55 anni . Che cercano uno stile elegante, ma al contempo adatto a svariate occasioni.

Garantiscono capi d’abbigliamento molto richiesti, ad un prezzo conveniente, che da sempre attira numerosi clienti nei loro punti vendita.
L’arredamento rispecchia molto il tipo di vestiario che rappresentano, quindi si avrà uno stile elegante, ma allo stesso tempo semplice e moderno, tendente alle tonalità di colori più scuri: marrone, grigio etc.

La merce è assolutamente in conto vendita.
I requisiti richiesti sono: una superficie minima di 120-140 mq e 600 euro al mq di arredamento. L’ investimento che richiedono è di almeno 30.000 euro.

Blooker

Il fondatore di questo brand è John Blooker , un giovane ragazzo irlandese emigrato negli Stati Uniti in cerca di fortuna, che riuscì a trovare grazie ai suoi capi d’abbigliamento sempre all’avanguardia.

Da allora la sua azienda ne ha fatta di strada, approdando anche in Italia nel 2002 ed imponendosi come uno dei brand più di tendenza della penisola. I suoi capi d’abbigliamento hanno uno stile molto vario, che spazia dal casual, allo sportivo a capi d’abbigliamento molto eleganti e raffinati.

Anche qui i punti vendita saranno arredati in modo elegante e formale, con colori scuri ma che rendono l’atmosfera dinamica e piacevole. Anche in questo caso si avrà la fortunata formula del conto vendita e la struttura del negozio deve avere una dimensione di circa 80 mq. Il capitale da investire in questo caso è molto sostanzioso, perché si parla di circa 50.000 euro.

Abbigliamento donna

Franchising abbigliamento

Blue Sand

Questo marchio è uno dei più importanti a livello nazionale, che conta più di 60 punti vendita sparsi per tutta Italia.
Offre una collezione di capi d’abbigliamento adatta a quelle donne che tengono molto alla loro immagine e che vogliono essere di tendenza in qualsiasi ambito della loro vita, spendendo una cifra ragionevole ed economica.

Questo brand avendo già una fama consolidata nel corso degli anni, è un’ottima occasione per gli imprenditori.
I requisiti richiesti sono: una posizione centrale in centri abitati con almeno 30.000 persone o in centri commerciali con più di 3 milioni di presenze e un investimento di 25.000 euro.

Inoltre questo brand offre anche numerosi vantaggi, quali: merce in conto vendita e reso totale dell’invenduto, nessuna fee e nessuna royalty.
Il fatturato medio di ogni punto vendita va dai 40.000 ai 60.000 euro mensili.

ELLEI DONNA

Un altro noto marchio del franchising abbigliamento è ELLEI DONNA, che si occupa appunto di capi d’abbigliamento al femminile. Il brand nasce dal 2012 e fin dal primo momento riscuote un grande successo nazionale, grazie ai suoi abiti chic e di tendenza che da sempre attirano donne giovani e meno giovani.

La loro merce è tutta in conto vendita, inoltre offrono dei servizi molto vantaggiosi per l’affiliato: supporto nella progettazione del punto vendita, esclusiva dell’attività in tutta la zona, nel senso che si occuperanno di non aprire altri punti vendita in uno stesso territorio, promozione a livello nazionale e supporto e assistenza nella gestione dell’attività.

I requisiti richiesti sono: un investimento per gli arredi di circa 300 euro al mq, dimensioni della struttura di almeno 80 mq, una posizione centrale in zone con più di 20.000 abitanti ed è gradita anche l’esperienza nel settore, seppur non necessaria. L’ investimento si aggira intorno ai 20.000 euro.

ASTHERE

Anche questo brand si posiziona tra i migliori in Italia e l’esperienza pregressa nel settore e la conoscenza della moda del momento, lo rendono un punto di riferimento per molte donne.
Il loro punto di forza è il continuo miglioramento e la continua ricerca di capi d’abbigliamento sempre perfettamente alla moda.

Questo store ha più di 8 punti vendita situati in Italia e hanno una reputazione consolidata nel tempo che attira molti clienti. La loro merce in vendita non si basta soltanto sui capi d’abbigliamento, ma hanno cercato il più possibile di andare incontro alle esigenze delle donne, mettendo in vendita anche: calzature, borse, cappelli e accessori.

Il personale che lavora in questi punti vendita offre alle proprie clienti un servizio maggiore rispetto ad altri brand, perché può redigere consigli e una consulenza approfondita su come esaltare la propria immagine.
La loro azienda offre: una progettazione e allestimento del punto vendita, una valutazione della posizione dove si andrà a sviluppare l’attività, attività di promozione e marketing sia in fase di lancio, che successivamente, merce in conto vendita, corso di formazione pre-apertura per capire eventuali tecniche di marketing e di gestione.

In cambio di questi servizi offerti, il brand richiede: un investimento di circa 20.000 euro per arredamento e magazzino, fee d’ingresso di 3900 euro, un contributo per i servizi di marketing e promozione, pari a 350 euro al mese a partire dal primo anno, fideiussione bancaria di almeno 15.000 euro.

Franchising abbigliamento intimo

Franchising abbigliamento

SIMONE PÈRÉLE

Questo brand è stato creato nel 1948, da una giovane ragazza parigina appassionata del settore. Nel corso degli anni i suoi nipoti hanno preso le redini dell’azienda che con il tempo è diventata un punto di riferimento del settore, grazie ai suoi prodotti di altissima qualità.

La lunga esperienza nel settore ha fatto si di sviluppare un know-how consolidato, che tiene molto allo stile e alla femminilità. L’ azienda è presente non solo in Italia, ma anche all’estero, con oltre 2.700 punti vendita in più di 60 paesi nel mondo.
Il brand richiede una struttura con una posizione centrale, in centri con almeno 50.000 abitanti, di dimensioni di circa 50-60 mq e un investimento di almeno 30.000 euro.

Franchising accessori moda

Cosette

Questo brand concentra la sua attenzione sugli accessori moda, nonostante abbia in vendita anche dei capi d’abbigliamento.
I loro prodotti sono economici e ricercati, per questo motivo i loro punti vendita sono una certezza costante per quanto riguarda il flusso di clienti.

I design interni sono caratterizzati da colori caldi, come il beige e il grigio, che rendono la struttura moderna ed elegante, aiutata anche da un arredamento curato e uno stile perfezionista. I vantaggi che offre l’azienda sono: merce in conto vendita, reso dell’invenduto di fine stagione, dopo il periodo dei saldi, nessun investimento di acquisto merce, quindi nessun rischio dal punto di vista finanziario, una marginalità di guadagno costante durante tutto l’anno, nessuna fee d’ingresso e nessuna royalty, assistenza costante durante tutto l’anno.

I requisiti richiesti sono: una posizione strategica in una zona con più di 15.000 abitanti, una dimensione della struttura di almeno 40 mq, un contratto della durata di 3 anni e un capitale disponibile. Il finanziamento per quanto riguarda questo brand è molto economico, di circa 10.400 euro.

Particolari

Questa azienda offre accessori di tendenza, come: bigiotteria, borse e anche capi d’abbigliamento. Tutti i loro punti vendita hanno un design moderno ed elegante, che si sposa perfettamente con i loro prodotti.
Non richiedono nessuna fee d’ingresso, la merce è per la prima fornitura in conto vendita e a carico dell’azienda. Chiedono un investimento di circa 25.000 euro.

Consigli utili

Prima di investire dei soldi nel franchising abbigliamento, assicurati di avere una forte passione per la moda, perché passerai buona parte della tua giornata a compiere questo lavoro. Dovrai scontrarti ogni giorno con dei clienti che molto spesso potranno risultare anche insoddisfatti e tu dovrai mantenere la calma ed avere pazienza.

Se intendi lavorare con la clientela, dovrai essere un tipo cordiale e socievole, altrimenti difficilmente le persone faranno la fila per entrare nel tuo negozio. È sconsigliato aprire un’attività solo in vista di guadagni facili, che poi non è neanche detto che siano scontati; ma devi investire del denaro, soltanto se il settore ti appassiona veramente.

Conclusioni

Spero che questo articolo ti sia stato utile e che tu abbia potuto capire come aprire un’attività in franchising nel campo dell’abbigliamento. Ovviamente non è tutto rosa e fiori, non è una strada semplice da intraprendere, ma sicuramente è meno complicata di aprire un’attività completamente in proprio.

 

Fonte immagine: amfashionllc.com

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 0 Media: 0]

About giada90

Leggi Anche

franchising make up

Franchising Make Up: Investimenti, Guadagni e Migliori Aziende

Se hai una vera e propria passione per il make up, ti consigliamo di prendere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *