Franchising Make Up: Investimenti, Guadagni e Migliori Aziende

Se hai una vera e propria passione per il make up, ti consigliamo di prendere in considerazione l’idea di aprire un negozio in franchising.

Sono oggi innumerevoli le opportunità di lavoro in franchising make up che ti consentono, con un minimo investimento iniziale, di trasformare la tua passione in un lavoro a tutti gli effetti, estremamente remunerativo.

Andiamo insieme a scoprire allora tutto quello che c’è da sapere sul settore del franchising make up.

franchising make up

 

Franchising Make Up, di cosa si tratta

Fino a qualche anno fa gli appassionati di make up dovevano necessariamente recarsi in una profumeria per poter acquistare dei prodotti di alta qualità. In alternativa era possibile fare affidamento sui grandi magazzini, dove era sempre disponibile infatti anche una sezione dedicata ai prodotti make up e ai cosmetici, oppure sui supermercati più forniti. Chi desiderava prodotti professionali, doveva invece necessariamente recarsi presso un centro estetico.

Franchising Make Up

Oggi per fortuna sono invece disponibili in ogni città italiana negozi in franchising make up.

Si tratta di negozi monomarca che sono specializzati solo ed esclusivamente in prodotti per il make up. Al loro interno è quindi possibile trovare primer, fondotinta, cipria, terra, ombretti, rossetti, lipgloss, correttori, mascara.

Nella maggior parte dei franchising make up è possibile trovare anche creme per il viso giorno e notte, trattamenti per la pelle del viso e per la pelle delle mani, maschere per il viso e per i capelli, prodotti struccanti, smalti per unghie, lime, prodotti per decorare le unghie, prodotti per capelli.

Perché aprire un franchising make up anziché una classica profumeria

Il franchising make up è un negozio, come abbiamo appena affermato, monomarca, di un brand che inoltre è conosciuto in tutta Italia, in molti casi persino all’estero. Questo significa che chi varca la sua soglia non è un cliente indeciso, ma una persona che sa esattamente quello che sta cercando, un cliente che sicuramente acquisterà qualcosa.

Chi varca invece la soglia di una profumeria, potrebbe essere molto indeciso o anche un semplice curioso. La profumeria inoltre è un ambiente estremamente dispersivo. Non solo prodotti make up e cosmetici infatti, ma anche bagnoschiuma, prodotti per il corpo, profumi di ogni possibile marca, un’infinità di opzioni che rendono l’acquisto caotico, mai mirato.

Avere clienti che sanno quello che vogliono, che hanno il desiderio di affidarsi a quel brand, che entrano per un acquisto mirato e non per mera curiosità, è senza dubbio più che positivo per chi vuole ottenere successo con il proprio business!

 




Tipologie di franchising make up: glam, low cost oppure bio?

É possibile scegliere nel settore del make up tre diverse tipologie di business:

  • Glam. Aprire un franchising make up glam, significa aprire un negozio dedicato alle persone che seguono le tendenze più hot. I clienti di questi negozi sono donne di ogni possibile fascia di età che vogliono avere a disposizione collezioni di prodotti sempre nuove, aggiornate alle ultime novità del settore, capaci di seguire le mode del momento. Di solito i prodotti in vendita in questi negozi sono di fascia medio alta. Anche il loro prezzo quindi non è tra i più bassi del settore.
  • Low Cost. Aprire un franchising make up low cost, significa dare il via ad un negozio dedicato a chi vuole risparmiare. I clienti di questi negozi sono perlopiù ragazze molto giovani, che hanno pochi soldi a disposizione. Sono però clienti comunque esigenti, che vogliono spendere poco ma sempre a fronte di un’alta qualità.
  • Bio. Tra i negozi in franchising dedicati al make up che vanno per la maggiore in questi ultimi anni, quelli dedicati solo ed esclusivamente ai prodotti make up naturali, biologici, vegan, non testati sugli animali. Sono infatti sempre più numerose le persone che vogliono evitare di mettere sulla propria pelle sostanze potenzialmente pericolose, che desiderano vivere in modo sostenibile, che non vogliono arrecare danno né all’ambiente né agli animali.

Parlando di queste tre tipologie di negozi, abbiamo fatto riferimento alle donne come target di clienti. Effettivamente sono proprio le donne il target primario di riferimento, ma è importante ricordare che molti negozi possono anche garantire prodotti ad hoc per gli uomini.

Si tratta nella maggior parte dei casi di prodotti cosmetici, ma non mancano alcune linee di prodotti make up. Inoltre spesso nei franchising make up sono presenti anche prodotti appositamente pensati per i bambini.

Franchising Make Up

Aprire un franchising make up: pro e contro

Puoi scegliere di aprire un negozio in modo autonomo, anziché fare affidamento su una formula in franchising. Noi però te lo sconsigliamo vivamente (almeno inizialmente). L’iter necessario per l’apertura del negozio, il suo arredamento e l’allestimento dei prodotti, le attrezzature per la gestione graverebbero infatti sulle tue spalle. Se non hai un minimo di dimestichezza con tutto questo, potresti fallire prima ancora dell’inaugurazione!

Niente fallimenti invece con una formula in franchising, che ti consente infatti di avere il supporto costante di una realtà di alto livello e con un know how incredibile. Cerchiamo di mettere in luce allora quali sono i vantaggi di aprire un negozio di make up in franchising e gli eventuali contro che è bene prendere in considerazione.

I vantaggi del franchising make up

I vantaggi di aprire un negozio in franchising dedicato a make up e cosmetici sono molto numerosi. Tra questi, il supporto all’avvio del business, la visibilità che solo un grande marchio è in grado di offrire, tecniche di marketing e di comunicazione, formazione e aggiornamento costante, arredamento e allestimento dei prodotti. Andiamo a scoprire tutti questi vantaggi così allettanti.

Supporto

Dare il via ad un’attività commerciale non è affatto semplice. C’è un ben preciso iter burocratico da seguire infatti ed è necessario farsi carico di molte responsabilità. Il bello della formula in franchising però è che non devi pensare a tutto questo in modo autonomo. C’è il tuo franchisor ad aiutarti passo passo.

Di solito il franchisor mette a disposizione dell’affiliato un team di esperti prima dell’avvio dell’attività, in modo da riuscire a capire insieme quali sono i passi da seguire e in modo anche da poter stilare un business plan su cui basare il proprio lavoro.

Formazione

Il franchisor offre sempre dei corsi di formazione ad hoc ai suoi affiliati. Si tratta di corsi di formazione che consentono all’affiliato di scoprire tutto, ma proprio tutto quello che c’è da sapere su ogni singolo prodotto disponibile nel suo negozio. In questo modo vendere quel prodotto risulta semplice ed è possibile ottenere clienti soddisfatti al cento per cento.

I corsi di formazione dei franchising make up di solito vertono anche sulle tecniche di vendita, comunicazione e approccio al cliente, così da poter ottenere uno staff che non solo è competente ma anche sempre disponibile e gentile. Infine è possibile ottenere formazione anche per quanto riguarda il marketing, il lavoro in team, la gestione del negozio e la contabilità.

Alcuni franchising make up non prevedono come unica attività la vendita dei prodotti, ma anche l’offerta di servizi professionali. È possibile ad esempio creare trucchi per ogni genere di occasione, fare le unghie, offrire ai clienti trattamenti estetici di varia tipologia e massaggi. In questo caso, il franchisor mette a disposizione dei corsi di formazione pensati anche per questi servizi oppure consente ai suoi affiliati di seguire corsi professionalizzanti e che rilasciano attestati validi all’attività lavorativa presso scuole e centri convenzionati.

La formazione non si ferma di certo solo al momento dell’apertura del negozio. I maggiori franchisor offrono una formazione continua nel tempo, spesso direttamente all’interno del punto vendita.

Marketing e visibilità

Il marketing è l’arte di farsi pubblicità, quella pubblicità che è assolutamente necessaria per riuscire a catturare l’attenzione di un numero sempre maggiore di possibili clienti e che oggi corre soprattutto sul filo del web.

Di solito, come abbiamo appena avuto modo di affermare, i franchisor offrono corsi di formazione in marketing e comunicazione. Nella maggior parte dei casi però mettono anche a disposizione degli affiliati degli esperti di marketing, per creare insieme a loro delle campagne sui motori di ricerca e sui maggiori social network che consentano di accrescere la popolarità sia del brand che di quello specifico punto vendita.

Marchio prestigioso e conosciuto

Scegliendo la formula in franchising, avrai la possibilità di sfruttare un nome molto famoso in Italia, in molti casi persino a livello internazionale. Un marchio prestigioso e conosciuto riesce a catturare l’attenzione dei passanti, che sanno esattamente che tipo di prodotti e di professionalità possono trovare all’interno di quel negozio.

Sono passanti che quindi decidono di entrare e acquistare anche se non sanno niente di te, del tuo staff e di cosa puoi offrire loro, passanti che si trasformano insomma molto facilmente in clienti a tutti gli effetti.

Arredo, prodotti, materiali per il confezionamento

Ogni franchisor desidera che i suoi store siano tutti identici nello stile e ben identificabili. Proprio per questo motivo decide di farsi carico in modo autonomo dell’arredamento del negozio e di tutti gli espositori necessari.

Il franchisor mette a disposizione dell’affiliato anche i suoi prodotti. Nella maggior parte dei casi una prima mandata di prodotti è gratuita, inviata insieme quindi all’arredamento. Solo le mandate successive sono a carico dell’affiliato. Il franchisor aiuta l’affiliato anche nell’allestimento dei prodotti, per fare in modo che la loro organizzazione sia identica in ogni negozio e sia funzionale.

Infine è necessario ricordare che anche i materiali per il confezionamento, con il brand in bella vista ovviamente, vengono realizzati direttamente dal franchisor e inviate a tutti i suoi affiliati. Si tratta di un costo da cui sarai quindi sollevato!

Computer, software, stampante fiscale e simili

Il franchisor inserisce nei suoi store anche il computer, la stampante fiscale, il software gestionale, tutte quelle attrezzature che sono assolutamente necessarie quindi per la corretta gestione del negozio. Di solito offre anche una formazione iniziale per imparare ad utilizzare queste attrezzature al meglio ed evitare di commettere degli errori.

Esclusiva di zona con il franchising make up

Aprendo un punto vendita in modo autonomo, potresti nel giro di qualche tempo ritrovarti ad essere circondato da punti vendita simili al tuo, che potrebbero essere capaci di portarti via clienti. Con un franchising make up non può accadere. I franchisor sanno quanto sia importante che due punti vendita identici non si trovino sulla stessa strada, né nello stesso quartiere. Proprio per questo motivo ti offre l’esclusiva di zona.

Assistenza continua nel tempo

Affidandoti ad un franchisor, non sarai mai solo. Potrai sempre contare su un team di esperti pronto ad aiutarti in caso di problemi, a consigliarvi e ad indirizzarti sulla giusta strada per trasformare il tuo business in un immenso successo. L’assistenza che riceverai è continua nel corso del tempo.

Franchising Make Up

Gli svantaggi del franchising make up

Come hai avuto modo di vedere, i vantaggi che un franchising make up comporta sono innumerevoli. Ovviamente nessun franchisor ti offre questi vantaggi a titolo del tutto gratuito. Dovrai provvedere a ripagare il franchisor in quale modo.

Come? Con un investimento iniziale, un fee d’ingresso, un fee mensile oppure con royalties sulle vendite. Tutte queste spese possono essere viste come degli svantaggi, dei contro. In realtà queste sono spese molto più basse rispetto a quelle che è necessario sostenere aprendo un’attività in modo autonomo. Cerchiamo di fare insieme un po’ di chiarezza sulla questione.

Fee d’ingresso

La maggior parte dei franchisor del settore make up richiede una fee d’ingresso. Si tratta di un investimento iniziale che va a coprire tutte le spese di apertura dell’attività: supporto e assistenza, arredamento del negozio, primo allestimento di prodotti, inaugurazione del punto vendita, materiale per il confezionamento, computer, software, corsi di formazione. Possiamo assicurarvi che effettuando questi stessi acquisti in modo autonomo, andreste a spendere anche il doppio rispetto a quanto richiesto dal franchisor.

A quanto ammonta la fee d’ingresso? Non possiamo dare un’indicazione precisa, perché l’investimento iniziale richiesto è diverso da franchisor a franchisor. Possiamo però in generale affermare che si va da un minimo di 10.000 ad un massimo di circa 70.000 euro.

Fee mensile e royalties sulle vendite

Ormai quasi nessun franchisor del settore make up chiede una fee mensile. Una notizia questa più che positiva, dato che senza dubbio avere delle spese mensili fisse non è un bene per coloro che decidono di aprire un’attività con partita iva.

Per quanto riguarda le vendite dei prodotti invece, i franchisor del settore make si muovono in due diversi modi:

  • Il franchisor può vendere ai suoi affiliati i prodotti del brand. Questo significa che gli affiliati ogni volta che fanno un ordine devono pagare la merce acquistata. La merce venduta in negozio con una maggiorazione, decisa sempre e solo dal franchisor, consente all’affiliato di ottenere un guadagno.
  • Il franchisor non vende i prodotti al suo affiliato. Li distribuisce agli store senza richiedere alcun tipo di pagamento. Su ogni vendita però trattiene una percentuale.

Rispetto delle linee guida del franchisor

Oltre ai costi di cui ti abbiamo appena parlato, è necessario prendere in considerazione un altro aspetto che molte persone leggono come un contro. L’affiliato deve cioè seguire le linee guida dettate dal franchisor anche per quanto riguarda l’abbigliamento da tenere all’interno del negozio, la capigliatura, il make up, la musica da mettere in sottofondo, le atmosfere che lì si desidera i clienti possano respirare e simili. Non si ha mai quindi la massima libertà di azione. Si agisce in modo autonomo e si gestisce il proprio punto vendita, ma sempre nel rispetto assoluto del franchisor.

I lati negativi possono essere guardati da una diversa prospettiva?

Alle volte è necessario solo cambiare prospettiva, per rendersi conto che quelli che siamo abituati a considerare dei contro in realtà non lo sono affatto. È vero, aprire un’attività in franchising comporta delle spese, ma si tratta di spese che in realtà sarebbero molto più alte aprendo un’attività in modo del tutto autonomo.

A fronte di queste spese è possibile inoltre ottenere dei servizi che sono di altissimo livello, progettati appositamente per portare il tuo business al successo. Perché se tu hai successo, anche il franchisor ottiene quello che desidera, guadagni e rispettabilità.

Per quanto riguarda il rispetto delle linee guida, è vero che si tratta di un limite alla propria libertà di azione, ma se hai scelto quel franchisor a dispetto di tutti gli altri di sicuro è anche perché credi nella sua filosofia aziendale e nel suo modo di lavorare. Non ti sarà insomma affatto difficile seguire quelle linee guida, perché dopotutto sono le tue stesse linee guida, qualcosa in cui anche tu credi.

L’iter burocratico per aprire un franchising make up

Come abbiamo inizialmente affermato, non dovrai farti carico in modo autonomo dell’iter burocratico necessario per avviare la tua attività dedicata al make up, alla cosmesi, alla bellezza. C’è il tuo franchisor con te, ad aiutarti passo dopo passo. Nonostante questo crediamo che sia utile conoscere a grandi linee quale sia l’iter burocratico che è necessario seguire.

Ecco tutti i passi che ti troverai ad affrontare:

  • Apertura della Partita Iva.
  • Iscrizione dell’attività al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio.
  • Apertura posizione INPS e INAIL.
  • Dichiarazione di inizio attività al Comune, almeno 30 giorni prima dell’inaugurazione.
  • Certificazione del locale circa sicurezza e igiene.
  • Richiesta per il permesso di esposizione dell’insegna.
  • Pagamento dei diritti SIAE per poter tenere accesa la musica in negozio.

Franchising Make Up

La scelta della location

È di fondamentale importanza scegliere una location posizionata in modo strategico, per riuscire a catturare un numero quanto più alto possibile di clienti. La scelta della location spetta all’affiliato, ma nella maggior parte dei casi il franchisor offre il suo supporto.

In che zona aprire un franchising make up?

La location ideale sono i centri commerciali, gli outlet e le zone pedonali del centro città dove sono già presenti innumerevoli negozi. Queste infatti sono tutte zone di passaggio, dove sono presenti ogni giorno centinaia e centinaia di possibili clienti, amanti della moda, delle tendenze più hot del momento, dello shopping. Queste sono zone di passaggi dove ci si reca soprattutto durante il tempo libero, con il desiderio di acquistare qualcosa di carino, senza fretta di alcun tipo.

Cercare un locale in affitto o in vendita?

Controlla il tuo conto corrente. Se hai molti soldi a tua disposizione, puoi decidere di acquistare il fondo commerciale in cui aprire il tuo negozio in franchising dedicato al mondo del make up. Si tratta di un modo per evitare di dover sostenere anche le spese per l’affitto alla fine del mese e si tratta senza alcun dubbio di un vero e proprio investimento per il futuro.

Anche nel caso in cui un giorno tu decida di chiudere il tuo negozio, avrai sempre un fondo di tua proprietà da mettere in affitto o da rivendere così da ottenere un ecl centre guadagno!

Se però non hai molti soldi sul tuo conto corrente, e per l’acquisto quindi avresti bisogno di accendere un mutuo, ti consigliamo di desistere. Meglio evitare di avere debiti con la banca proprio adesso, proprio all’inizio della tua attività lavorativa. È preferibile in questo caso prendere in affitto la location per il tuo negozio.

Caratteristiche della location

All’interno delle zone di riferimento è necessario andare alla ricerca di un locale che sia in possesso delle caratteristiche richieste dal proprio franchisor. Ci sono franchisor che infatti vogliono una location che abbiano un minimo di 30 metri quadri di superficie e altri che invece non vogliono scendere al di sotto dei 50 metri quadri.

Tutti i franchisor concondarno però sul fatto che un negozio dedicato al make up non deve mai essere eccessivamente grande, al massimo 70-100 metri quadri, e solo ed elusivamente nel caso in location particolarmente prestigiose e di un flusso di possibili clienti davvero molto elevato.

Quanto si guadagna con un franchising make up?

Sono innumerevoli i fattori che contribuiscono ad accrescere o diminuire il guadagno. È ovvio infatti che, giusto per fare un esempio, un negozio posizionato in una location strategica e che prevede un affitto davvero molto basso, riuscirà sicuramente ad ottenere maggiori guadagni rispetto ad un negozio che non è ben posizionato e il cui affitto è alle stelle.

Molto poi dipende dalla bravura e dal talento di chi in quel negozio lavora. Inoltre è necessario ricordare che i primi guadagni in realtà non sono tali. Devono infatti essere utilizzati per coprire adeguatamente le spese di ingresso che è stato necessario sostenere.

Se il negozio è ben progettato dopo questo primo periodo di stallo e di rientro dell’investimento, è possibile puntare a guadagnare anche oltre 10.000 euro al mese.

Sono oggi innumerevoli le realtà che riescono in questa impresa, perché non dovresti poterci riuscire anche tu?

Franchising Make Up

I migliori franchising del settore

Sono davvero numerosi i franchisor con cui è possibile affiliarsi per aprire un negozio specializzato in prodotti make up. Ne abbiamo selezionati per te 7. Di seguito trovi una breve descrizione della formula in franchising che offrono, della tipologia di prodotti e servizi che contano di offrire alla clientela, della loro storia e del successo ottenuto nel corso degli anni.

Krians

Krians nasce nel 2014 e inizia ad offrire una formula in franchising nel 2017. È un’azienda specializzata in prodotti make up naturali, un trend questo che come vi abbiamo sopra suggerito è in costante crescita in tutto il mondo. I prodotti Krians sono Made in Italy e Made in Marocco. Oltre ad essere naturali, sono prodotti dal mood molto glam, pensati per chi ama le mode del momento.

Krians permette di affiliarsi con un investimento iniziale piuttosto basso, a partire infatti da 14.900 euro. Si tratta di un marchio molto conosciuto, che proprio per questo motivo può garantire un’estrema visibilità e la possibilità di ottenere un immenso successo. Krians permette di usufruire di campagne pubblicitarie sui maggiori motori di ricerca e sui più importanti social network. Inoltre offre assistenza e formazione sia prima dell’apertura del negozio che in seguito, così da poter continuare a crescere e sviluppare il proprio business.

Krians consente di integrare l’attività di vendita dei suoi prodotti con altre attività, come ad esempio centro estetico, parrucchiere e simili.

Cipria Make Up

Cipria Make Up è una realtà specializzata in prodotti make up di alta qualità a prezzi competitivi, con negozi in franchising arredati in modo moderno e glam, molto colorati così da trasmettere un’intensa allegria. I prodotti in vendita sono ben ordinati, in modo funzionale, così che per i clienti sia piacevole entrare all’interno del negozio e scegliere i loro prodotti preferiti. Ovviamente i prodotti sono anche suddivisi in categorie e sono sempre disponibili anche i relativi tester.

Cipria Make Up offre una formula in franchising che consente di ottenere guadagni eccellenti. La percentuale di marginalità sul venduto risulta infatti piuttosto alta. La formula in franchising comprende:

  • Formazione. Cipria Make offre un percorso formativo ad hoc, pensato per chi vuole aprire un negozio in franchising e per tutto il suo staff. Non è quindi necessario avere alcun tipo di esperienza pregressa in questo settore. Non solo, chi vuole offrire all’interno del negozio anche dei servizi professionali può seguire dei corsi presso scuole e accademie di alta qualità convenzionate che rilasciano gli attestati necessari.
  • Supporto all’avvio dell’attività. Cipria Make Up offre agli affiliati supporto nella scelta della location migliore per l’apertura del negozio e nella realizzazione del locale. L’arredamento espositivo completo viene fornito direttamente da Cipria Make Up, così come una fornitura iniziale di prodotti ed accessori. Non solo, Cipria Make Up offre anche supporto per l’inaugurazione.
  • Attrezzature. Cipria Make Up mette a disposizione dei suoi affiliati un software gestionale di alta qualità, computer, stampante fiscale, barra ottica, cassetto, nonché tutto il materiale necessario per il confezionamento dei prodotti.
  • Assistenza continua. Lo staff di Cipria Make Up è sempre a disposizione dei suoi affiliati, una vera e priorità guida costante per riuscire a trasformare il proprio business in un successo.

Mia Cosmetics

Mia Cosmetics è una realtà specializzata in prodotti cosmetici glamour, di alta qualità, venduti a prezzi competitivi. È un marchio 100% Made in Italy con alle spalle oltre 10 anni di esperienza, che ha già aperto 40 negozi in Italia e 6 all’estero. Il suo obiettivo è quello di riuscire a raddoppiare, se non addirittura a triplicare, questi numeri ogni anno.

Aprire un Mia Cosmetics store in franchising è conveniente perché a fronte di un investimento iniziale piccolo Mia Cosmeticis offre:

  • Supporto alla scelta della location e contrattazione delle condizioni di locazione, così da riuscire a spendere il meno possibile.
  • Realizzazione di un apposito business plan.
  • Selezione del personale.
  • Formazione del personale prima dell’apertura del negozio, ma anche in seguito con sessioni di training on the job e corsi di aggiornamento.
  • Consulenza per promozione e marketing.
  • Hardware e software gestionale.

Per aprire un negozio Mia Cosmetics è necessario trovare una location con una superficie da 40 a 70 metri quadri, posizionata in un centro commerciale o nel centro della città, con un bacino di utenza di circa 60mila abitanti. Il contratto non prevede fee d’ingresso, royalty o fideiussioni bancarie. Prevede un impianto merce per 19mila euro, con la possibilità di ricarico del 100%. Il contratto ha una durata di 5 anni.

Malinka

Malinka Italia è specializzata in prodotti make up di tendenza, che sanno soddisfare le esigenze di un variegato target. Le donne che scelgono i prodotti Malinka sono infatti di varie fasce di età e conducono vite differenti. Malinka ha consolidato nel corso del tempo la sua presenza sul mercato italiano e internazionale. Ha aperto negozi in franchising in Italia, in Spagna e in Bulgaria, store che hanno sempre un vasto assortimento e che vantano la presenza di personale qualificato, disponibile, gentile. L’azienda offre supporto in ogni fase, sia al momento dell’apertura del negozio che durante la sua gestione quotidiana.

I vantaggi che è possibile ottenere aprendo un franchising make up Malinka sono:

  • Alta marginalità.
  • Contributi interessanti sulle attività promozionali sviluppate mese per mese.
  • Ampio assortimento di prodotti, oltre 600 infatti referenze in 6 diversi marchi, profumi e una linea di idee regalo.
  • Format salvaspazio ed essenziale.
  • Assistenza in tutte le fasi.
  • Supporto alla comunicazione e al marketing, sia online che con canali più tradizionali.
  • Logistica professionale e riassortimento puntuale.

It Style Make Up

It Style Make Up ha deciso di sviluppare una rete di negozi in franchising in tutto il mondo, che sta con il passare degli anni crescendo sempre di più. Per aprire un negozio It Style Make Up è necessario trovare una location che abbia un superficie dai 30 ai 60 metri quadri, preferibilmente in un grande centro abitato. I negozi It Style Make Up sono luoghi pensati per offrire ad ogni donna la possibilità di sentirsi del tutto a proprio agio, un luogo complice e intimo, un luogo capace di emozionare. Si tratta sempre di negozi eleganti, raffinati e allo stesso tempo glam, in cui ogni prodotto viene valorizzato e in cui lo spazio è ottimizzato per ogni attività e per favorire le dinamiche di acquisto.

Wycon Cosmetics

Wycon Cosmetics è un marchio 100% Made in Italy che sta accrescendo anno dopo anno la sua presenza e la sua affidabilità. Il progetto franchising di Wycon Cosmetics in Italia ha già riscosso immensi successi, tanto che ad oggi si contano più di 200 punti vendita dislocati su tutto lo stivale. Offre prodotti cosmetici di ottima qualità ma a prezzi concorrenziali, così da poter soddisfare le esigenze del pubblico femminile odierno.

Per aprire un negozio con Wycon Cosmetics è necessario trovare un locale di almeno 50 metri quadri di superficie, che deve ovviamente essere approvato dal franchisor. È richiesto un investimento iniziale e la fideiussione bancaria. I costi sono in questo caso senza dubbio piuttosto elevati, ma è anche vero che Wycon Cosmetics è uno tra i brand in assoluto più importanti del settore e può garantire agli affiliati un know how incredibile.

Ti è piaciuta questa risorsa? Premiaci!
[Totale: 1 Media: 5]

About Camilla

Leggi Anche

aprire franchising pasta fresca

Franchising Pasta Fresca: Quanto Investire? Possibili Fatturati?

I franchising di pasta fresca possono realmente costituire un buon business? Se a prima vista …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *